Benetton Rugby, Rhyno Smith: “A Treviso mi sento a casa. Ruolo? Apertura, estremo o ala”

Il sudafricano fa il punto della situazione in vista della partita contro Edimburgo parlando anche del suo inserimento in Italia

Benetton Rugby, Rhyno Smith si presenta: "Voglio aiutare il club a continuare il suo percorso di crescita"

Benetton Rugby, Rhyno Smith: “A Treviso mi sento a casa. Ruolo? Apertura, estremo o ala”

Dopo la vittoria all’ultimo respiro contro Glasgow, per il Benetton Rugby è già tempo di pensare a una nuova partita dello United Rugby Championship.

I veneti infatti venerdì prossimo faranno visita a Edimburgo, in una sfida che diventa decisiva per il prosieguo della stagione. A fare il punto su quello che sta succedendo in casa biancoverde e su sul suo ambientamento a Treviso è stato, al sito ufficiale del club, Rhyno Smith

Benetton Rugby, Rhyno Smith: “A Treviso mi sento a casa. Ruolo? Apertura, estremo o ala”

“Non credo che nessuno in campo – ha detto il trequarti – si aspetti di segnare dopo un minuto: tutti erano sorpresi, pure io. Lavoriamo sulle cose basilari della gara, fare buoni placcaggi, un buon gioco al piede. Ci focalizziamo poi su ogni aspetto individuale per poi unirli e hanno funzionato”.

Sull’integrazione nel Benetton Rugby: “Vorrei giocare sempre a Monigo, amo il nostro tifo e i tifosi mi riconoscono per strada ed è come rappresentare più di una società rugbistica, ma tutta la città di Treviso. Mi piace quest’aspetto nel giocare con il Benetton Rugby”.

Sul suo ruolo nella cerniera dei trequarti: “Ho spesso ricoperto sia il ruolo di mediano d’apertura che di estremo, pure quello di ala e come già detto, ovunque ci sia bisogno per la squadra, sono felice di dare il mio contributo. Chiaramente non sappiamo già cosa ci riserverà in futuro la stagione, terremo in considerazioni tutti gli aspetti e c’è tanta qualità in squadra fra i trequarti, con tanti ragazzi che hanno esperienza internazionale, quindi quando hai l’opportunità di giocare, vuoi farlo bene e ora non si tratta di pensare troppo al futuro, ma di mirare al match di venerdì a Edimburgo”.

Sulla sfida contro Edimburgo: “Giocheremo venerdì e dovremo già essere ben focalizzati dopo la gara con Glasgow, sabato scorso è stato un match con temperatura umida e c’era il sole. Abbiamo un giorno in meno di preparazione, ma dovremo prepararci al massimo, mettendo in archivio la gara con Glasgow e trovandoci ben pronti venerdì. Sarà una gara difficile, farà molto freddo e nuovi elementi rispetto ad una settimana fa e noi dovremo essere bravi a giocare nella nostra metà campo, di segnare quando abbiamo la possibilità e dovremo mettere pressione ad Edimburgo che è un’ottima formazione”.

“Sarà una sfida veramente fisica a Edimburgo, soprattutto per il lavoro dei nostri avanti, ma anche i trequarti dovranno fare bene, la battaglia aerea sarà importante. Loro hanno degli ottimi giocatori nel gioco aereo, poi si tratta di capire chi eserciterà pressione per primo. Noi dovremo seguire il nostro piano di gioco, praticare un rugby semplice nella nostra metà campo e un lavoro tattico che dovremo implementare in questa settimana”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Padovani dopo Lione-Benetton: “A tratti superiori, ci è mancato il breakdown”

L'estremo dei leoni dopo il match di Challenge: "Dovevamo portare a casa più punti, ma sono orgoglioso della squadra e della prestazione"

item-thumbnail

Benetton, Bortolami: “orgoglioso della squadra per 80′”

L'analisi a caldo dell'head coach trevigiano

item-thumbnail

Challenge Cup: non basta un bel Benetton, Lione passa 25-10

Niente da fare per i leoni, che dopo 70 minuti di battaglia cedono nel finale, complice anche un discutibile cartellino giallo

item-thumbnail

Challenge Cup: esame di francese a Lione per il Benetton

Leoni a caccia di punti preziosi in terra transalpina

item-thumbnail

Benetton: la formazione per la sfida di Challenge Cup contro Lione

Negri sarà il capitano di giornata. In mediana spazio a Braley e Marin dal primo minuto, mentre in panchina ritorna Albornoz dopo un lungo infortunio

item-thumbnail

Benetton Rugby: dal mercato arrivano due rinforzi per il resto della stagione

La compagine veneta innesta nel proprio roster un utility back e un terza linea