La Commissione Impianti della FIR annuncia di aver omologato il 95% dei campi in sintetico

Dopo l’introduzione delle norme internazionali per l’omologazione dei terreni di gioco erano sorte alcune polemiche

Omologato il 95% dei campi in sintetico

All’inizio della stagione 2021/2022 la Federazione Italiana Rugby aveva deciso di adeguarsi agli standard internazionali per quanto riguarda l’omologazione dei campi in sintetico, cessando di concedere deroghe per tali superfici.

Una novità che aveva fatto storcere la bocca a molti, specie tra i club che avevano investito per poter avere quel tipo di terreno di gioco e rischiavano di trovarsi di fronte ad un impianto inutilizzabile per le competizioni.

Leggi anche: Voucher, FIR: tutti i dettagli dopo l’ufficialità degli stanziamenti per l’attività giovanile

Con un comunicato ufficiale, però, venerdì 29 ottobre la FIR ha comunicato di aver omologato il 95% dei campi in sintetico italiani: “Nel volgere di pochi mesi abbiamo creato le condizioni perché i club, con il supporto dei due laboratori certificati da World Rugby nel nostro Paese, potessero meglio comprendere come sostenere con successo i test necessari a ricevere la certificazione internazionale e l’omologazione – ha spiegato Giulio Donati, che presiede la Commissione Impianti della Federazione – Oggi, a tempo di record, abbiamo adeguato e omologato la quasi totalità dei sintetici dedicati al nostro sport in Italia, supportandoli nella creazione di una cultura della manutenzione obbligatoria e creando un rapporto agevolato con i fornitori dei sintetici che garantirà, nei costi di manutenzione, anche quelli di certificazione biennale e omologazione annuale, come ulteriore strumento di agevolazione e tutela per le nostre società.”

Leggi anche: Italia: quali Azzurri in campo nel weekend?

La maggior parte dei terreni di gioco di proprietà o in concessione a club italiani è stata quindi resa disponibile e nella maggioranza dei casi potranno tornare a disposizione già per l’ultimo fine settimana di ottobre.

Chiude Donati: “Voglio ringraziare gli uffici federali per aver operato con grande tempestività al servizio dei club, garantendo l’omologazione in tempo reale alla ricezione delle certificazioni, anche ben al di fuori dei normali orari lavorativi, a supporto del nostro movimento”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Leggi anche la nostra guida alle regole del rugby, per studiare/ripassare o imparare il regolamento ovale e tutte le sue sfaccettature

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

FIR: il protocollo aggiornato per allenamenti e attività agonistica

Entra in vigore con effetto immediato da oggi, martedì 18 gennaio 2022

18 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

FIR: il protocollo aggiornato per la ripresa degli allenamenti e dell’attività agonistica

Il documento viene adeguato secondo le ultime disposizioni governative

4 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Sport e Salute ha approvato i contributi alle federazioni sportive, compresa la FIR, nel 2022

Cifra stabile rispetto alla scorsa stagione per la federazione ovale

3 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

FIR e Fiamme Oro: un accordo per lo sviluppo del rugby nel Sud Italia

La Federazione e il Gruppo Sportivo lanciano un progetto quadriennale

20 Dicembre 2021 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Rugby e calcio insieme per lo sviluppo della pratica sportiva

Importante accordo tra la FIR e la FIGC per collaborare sotto tanti aspetti: dallo sport nelle scuole al lancio di progetti comuni

17 Dicembre 2021 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

La FIR investe 4,6 milioni di euro nel rugby di base

L'annuncio arriva dopo la decisione del consiglio federale: 600mila euro per il Sud Italia

11 Dicembre 2021 Rugby Azzurro / Vita federale