Benetton, Dewaldt Duvenage: “Giochiamo per tutto il rugby italiano”

Il capitano dei Leoni sottolinea l’importanza della finale di Rainbow Cup per tutto il gruppo biancoverde, che proverà a far esaltare Monigo

Benetton, Dewaldt Duvenage: "Giochiamo per tutto il rugby italiano". PH OnRugby.it

Benetton, Dewaldt Duvenage: “Giochiamo per tutto il rugby italiano”. PH OnRugby.it

La finale di Rainbow Cup è sempre più vicina, e in casa Benetton è stato il capitano Dewaldt Duvenage a fare il punto della situazione. Intervistato da Benetton TV, il mediano di mischia sudafricano ha presentato lo scontro con i suoi connazionali Bulls, che arriveranno a Monigo per giocarsi l’ultimo atto del torneo contro i Leoni sin qui imbattuti.

Per Duvenage la settimana in corso ha visto la squadra lavorare in allenamento con grande carica, conscia che giocare di fronte al proprio pubblico sarà un tassello importante in più a livello di emozioni in una partita dove servirà un grande sacrificio fisico. Sarà importante per il Benetton, secondo il capitano, riuscire a giocare la gara secondo il game plan preparato, contro un avversario mai affrontato prima ma comunque molto forte in tutti i reparti.

Leggi anche: Benetton, la chiave per giocarsela nella finale di Rainbow Cup con i Bulls

 

Cosa significa essere il capitano di una squadra, il Benetton Rugby, che ha raggiunto un traguardo internazionale di tale prestigio?
“E’ speciale essere il capitano di questo gruppo, abbiamo attraversato momenti difficili, momenti belli e meno belli. Penso che arriviamo pronti, perché ora vediamo la differenza in Rainbow Cup, le scorie dei mesi precedenti sono scomparse e ora siamo carichi nel vincere. Due anni fa siamo andati vicini alle finali, ora siamo in finale per ottenere il trofeo, siamo affamati, ora si tratta di fare l’ultimo step ed è molto importante per noi”.

Per Duvenage, sudafricano e con un passato agli Stormers, questa finale ha un significato ancor più importante?
“E’ speciale per me giocare contro alcuni dei miei vecchi compagni, come ho detto sono un team con giocatori d’esperienza e ben bilanciato. Per noi è importante capire che siamo arrivati con merito a questa finale, sappiamo che qualcuno probabilmente si aspettava di vedere Munster o Leinster contro Bulls o Stormers, ma essere arrivati in finale è la dimostrazione che anche il Benetton Rugby oggi fa parte delle grandi squadre. Questa per noi sarà l’occasione di metterci in mostra di fronti a nuovi spettatori, magari per alcuni di loro diventeremo una nuova squadra per cui tifare, penso che abbiamo giocato un ottimo rugby, quindi siamo carichi nel mostrarlo sabato in finale”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il Benetton sfiderà una nazionale dell’est in amichevole?

Potrebbe assumere contorni decisamente internazionali il pre-campionato dei Leoni, che intanto continuano a lavorare a Treviso

item-thumbnail

Benetton, Andrea Masi: «Rosa competitiva, bisogna lavorare duro»

Il nuovo allenatore dell'attacco racconta il suo inizio con il Benetton in vista di una stagione molto impegnativa

item-thumbnail

Lorenzo Cannone a OnRugby: “Voglio ritagliarmi spazio”

Tra il Sei Nazioni appena terminato e il futuro al Benetton: Lorenzo Cannone si racconta a OnRugby

item-thumbnail

Benetton Rugby: sono due i capitani per la stagione 2021/22

Una fascia in coabitazione per i biancoverdi che affidano il ruolo a un trequarti e a un avanti

item-thumbnail

L’entusiasmo di Leonardo Marin, il nuovo Azzurrino del Benetton

A soli 19 anni il numero 10 della nazionale under 20 va a ingrossare le fila delle aperture a disposizione di Marco Bortolami, mentre sembrava destina...

item-thumbnail

Benetton, Tomas Albornoz: “Questa è una grande squadra”

Il numero 10 argentino si racconta, descrivendo il suo gioco e parlando di cosa è stato importante per scegliere l'Italia