Nuovo sponsor di maglia (francese) per gli All Blacks?

L’accordo per la maglia tutta nera scadrà alla fine del 2021, quindi si libererà lo spazio più prestigioso per tutti i pubblicitari di ovalia…

Gli All Blacks metteranno uno sponsor francese sulla loro maglia dal 2022? (Ph. Sebastiano Pessina)

Gli All Blacks metteranno uno sponsor francese sulla loro maglia dal 2022? (Ph. Sebastiano Pessina)

Alla fine del 2021 gli All Blacks dovranno trovarsi un nuovo sponsor di maglia: l’accordo con l’azienda americana AIG scadrà, e dall’altra parte del mondo stanno lavorando per trovare un accordo che sia economicamente importante per sostenere tutto il movimento del rugby neozelandese. Nelle ultime ore è emerso il chiaro interesse da parte di Mohed Altrad a inserire il marchio della sua azienda (Altrad appunto) sulla prestigiosa divisa tutta nera.

Leggi anche: Un “pezzo” degli All Blacks sarà venduto a un’azienda statunitense?

Tra l’altro il presidente del Montpellier, prossimo avversario del Benetton in Challenge Cup, sponsorizza già la Nazionale francese con un accordo che prevede il versamento di 7 milioni di euro a stagione, e secondo L’Equipe le trattative con gli All Blacks viaggiano su cifre leggermente più alte: 18 milioni di euro per il 2022 e 2023, 9 all’anno quindi. Altrad stesso ha dichiarato all’Equipe: “Quello degli All Blacks è un marchio molto prestigioso, ci interessa. Fino a oggi non c’è nulla di ufficiale, stiamo trattando e non vogliamo imporre vincoli”.

Una trattativa che sta andando avanti anche grazie a Sean Fitzpatrick, definito dall’imprenditore francese il suo collegamento con New Zealand Rugby sin da quando nel 2018 ne iniziarono a parlare ad un seminario commerciale. Non sarà comunque semplice giungere a un accordo, anche perché la NZRU prevede che lo sponsor della squadra di punta si impegni anche per le altre formazioni All Blacks (quindi Silver Ferns, i Maori All Blacks, Seven e Juniores) cosa che ad Altrad non sembra molto andare a genio.

Da segnalare infine che l’accordo con AIG (firmato nel 2012 e rinnovato per cinque anni nel 2016) abbia visto scendere il suo valore di praticamente un milione di dollari neozelandesi a stagione, una situazione che ora difficilmente potrà tornare a crescere rapidamente visto l’impatto che la pandemia ha avuto e sta avendo sul mondo.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Gli Stati Uniti all’assalto della Rugby World Cup

Candidatura per i mondiali maschili del 2027 o del 2031 e per i femminili del 2029

21 Ottobre 2021 Rugby Mondiale / Rugby World Cup
item-thumbnail

Mondiale femminile 2022: completato il girone dell’Italia, ecco la terza avversaria

Ecco il calendario completo delle azzurre nella Rugby World Cup femminile del prossimo anno in Nuova Zelanda

20 Ottobre 2021 Rugby Mondiale / Rugby World Cup
item-thumbnail

Test Match: novembre di fuoco per Clara Munarini

Anche altri 7 italiani impegnati nell'autunno internazionale a vario titolo

16 Ottobre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Rugby approva la regola: i leggins potranno essere utilizzati anche in campo maschile

La federazione internazionale tutela così i giocatori dal rischio di abrasioni e altri impatti

13 Ottobre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

“Il rugby sui campi in sintetico? Sembra quasi un altro sport”

La dichiarazione di un tecnico che per molti sta diventando un grido d'allarme

11 Ottobre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Quali sono le dieci squadre che hanno sempre partecipato alla Rugby World Cup?

L'elenco completo e "un'insospettabile assente"

11 Ottobre 2021 Rugby Mondiale / Rugby World Cup