Nigel Owens ha commentato il Sei Nazioni dal punto di vista arbitrale

L’ex fischietto internazionale ha fornito la sua versione dei fatti in merito ai tanti cartellini rossi estratti nel torneo

Nigel Owens ha commentato il Sei Nazioni dal punto di vista arbitrale

Nigel Owens ha commentato il Sei Nazioni dal punto di vista arbitrale (ph. Sebastiano Pessina)

Il Sei Nazioni 2021 è finito, ma l’eco di uno dei tornei più appassionati degli ultimi anni non si è ancora spento. Numerose sono state le annotazioni prese dagli addetti ai lavori, sotto tutti i punti di vista: dall’evoluzione del gioco, alla fisicità delle gare, sino ad arrivare al metro arbitrale.

Un torneo più “cattivo del solito” che ha fatto registrare ben 5 cartellini rossi in un totale complessivo di 15 partite. Un numero elevato che Nigel Owens, al sito ufficiale di World Rugby, ha voluto commentare esponendo il suo punto di vista.

Nigel Owens ha commentato il Sei Nazioni dal punto di vista arbitrale

“Devo dire – ha ammesso l’ex fischietto internazionale gallese – che in almeno tre circostanze, se non in quattro, mi sono trovato d’accordo col provvedimento (di espulsione, ndr) preso dall’arbitro sul campo”.

Poi continua: “Questo torneo qui in Galles è stato memorabile, ma è chiaro che il Sei Nazioni 2021 verrà ricordato anche per il numero di rossi estratti dai miei colleghi”.

Sull’espulsione comminata a Finn Russell, negli ultimi minuti di Francia-Scozia fa sapere: “Da portatore di palla, alzare un braccio in quella maniera sai già che può portarti a un contatto in una zona “pericolosa” del corpo del tuo avversario. Lui inoltre, secondo il mio modesto parere, è stato anche un po’ sfortunato: perchè ha trovato contro un giocatore che gli si è parato in posizione totalmente verticale, probabilmente non ha fatto in tempo a modificare la sua dinamica di corsa”.

Leggi anche, Nigel Owens duro sull’arbitraggio di Inghilterra-Italia

In generale: “Si è tracciata una strada, ma è importante per il bene del gioco che tutti gli accorgimenti apportatati si estendano dal livello internazionale a quello provinciale e di base. Gli atti di antigioco, inoltre, devono essere puniti col cartellino rosso. L’obiettivo a lungo termine è quello di migliorare il comportamento dei giocatori in campo”.

Infine una battuta: “Ho visto l’esultanza di Stuart Hogg a Parigi al termine della partita e ho collegato il tutto: voleva dire che anche l’intero Galles stava festeggiando”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il Sei Nazioni Maschile, Femminile e Under 20 sarà trasmesso da Sky Sport

L'emittente trasmetterà tutte le partite del Championship oltre ai test match autunnali delle Autumn Nations Series

10 Giugno 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni Under 20 – edizione 2021 sarà trasmesso su Sky Sport

Ecco dove seguire gli azzurrini nel Championship Under 20 che comincerà il prossimo sabato 19 giugno e andrà avanti fino al 13 luglio

10 Giugno 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni torna su Sky

Accordo per la trasmissione in Italia del Torneo, che tornerà alla TV a pagamento dopo 8 anni

item-thumbnail

Sei Nazioni 2022: la Francia ha già fatto segnare un record

I tagliandi venduti oltralpe toccano un picco inatteso a otto mesi dall'inizio del torneo

item-thumbnail

Sei Nazioni in TV: nel Regno Unito resta in chiaro, novità in Italia?

Le emittenti BBC e ITV continueranno a trasmettere le partite del Championship oltremanica

22 Maggio 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni