Italia femminile: i commenti di allenatore e protagoniste post Inghilterra

Di Giandomenico, Furlan e Turani hanno risposto virtualmente alle domande dei giornalisti presenti a Parma

Italia femminile

Italia femminile – Manuela Furlan ph. Massimiliano Carnabuci

Nell’immediato post gara di Parma, al termine di una sfida, valida per il quinto turno del Sei Nazioni femminile 2020, in cui l’Inghilterra ha imposto il proprio dominio fisico – declinato sia nelle fasi statiche, che nello strapotere britannico a contatto – sull’Italia, Andrea Di Giandomenico, head coach delle azzurre, ha dato una rapida valutazione a caldo sulla performance delle sue, partendo dall’indisciplina fuori controllo (19 penalità concesse), che ha permesso alle inglesi di giocare spesso in zona rossa, negando invece alle italiane possessi di qualità.

Leggi anche: La cronaca di Italia-Inghilterra del Sei Nazioni femminile

“Nel primo tempo la pressione dell’Inghilterra ci può aver portato a commettere qualche fallo extra, ma è stata soprattutto la precisione nelle fasi di conquista che ci è mancata. Abbiamo avuto pochi palloni di qualità e non siamo riusciti ad impostare il nostro gioco. Lavoreremo per gestire in maniera più efficace queste situazioni”, ha esordito l’head coach aquilano, che ha visto comunque anche un lato positivo del match.

“Abbiamo visto sicuramente dei miglioramenti rispetto alla partita di Dublino, anche se paghiamo ancora un po’ di confidenza con il gioco. L’unica cosa che possiamo fare è prendere consapevolezza di questo aspetto e continuare a lavorare in vista degli impegni futuri”, ha concluso Di Giandomenico.

Leggi anche: Italia, Minozzi e Padovani infortunati

Si aspettava, probabilmente, una partita del genere, invece, capitan Manuela Furlan: “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e che l’Inghilterra scesa in campo per cercare di centrare il Grande Slam. Sono entrate più determinate di noi”. Ha ammesso l’estermo del Villorba, a cui ha fatto eco Silvia Turani, che, preso atto dei tanti errori su cui lavorare duro nei prossimi giorni, prima di dicembre, ha comunque trovato la prova delle azzurre, nonostante il passivo, migliore rispetto alla prima uscita stagionale di Dublino, quantomeno in termini di attitudine e voglia di sacrificarsi l’un per l’altra.

“Nonostante i tanti errori, oggi si è vista un’attitudine diversa rispetto alla gara di Dublino con l’Irlanda. A livello personale sono soddisfatta, ma c’è ancora tanto su cui lavorare, anche a livello collettivo. In questo mese non molleremo un centimetro e ci alleneremo duramente perché ci siamo poste come obiettivo la qualificazione al prossimo Mondiale”, ha dichiarato il pilone delle Amazones Grenoble.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Rugby World Cup 2021, Elisa Giordano: “Stiamo alzando il nostro livello”

La capitana dell'Italia ha parlato della preparazione azzurra per il debutto iridato contro gli Stati Uniti

3 Ottobre 2022 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Italia femminile, Madia: “Siamo nella terra del rugby”. Le azzurre incontrano Kaine Robertson

La Player of the Match dell'ultimo successo sulla Francia racconta il momento delle azzurre, al lavoro verso il debutto iridato

29 Settembre 2022 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Italia femminile: le azzurre iniziano a lavorare ad Auckland verso il Mondiale

Il preparatore delle azzurre Giovanni Biondi spiega il lavoro attualmente in corso per farsi trovare pronte all'esordio iridato

25 Settembre 2022 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

L’Italia femminile punta al futuro: nascono le nazionali U18 e U20

Il percorso di sviluppo d'Elite inizierà già dall'Under 16 e dall'Under 17

22 Settembre 2022 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Italia, Di Giandomenico: “Alla RWC2021 non solo per partecipare, ma per competere”

L'head coach delle Azzurre ha risposto alle domande dei giornalisti a margine dell'annuncio delle convocate

21 Settembre 2022 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Rugby World Cup 2021: le convocate dell’Italia femminile

Nella lista c'è anche Manuela Furlan, che potrebbe partecipare al torneo. La capitana sarà Elisa Giordano

21 Settembre 2022 Rugby Azzurro / Nazionale femminile