5 motivi per seguire Benetton Rugby-Leinster

Supersfida in quel di Monigo fra i veneti e gli irlandesi campioni in carica

Benetton Rugby

Braam Steyn – Benetton Rugby (ph. Ettore Griffoni)

Manca sempre meno al calcio d’inizio – ore 18.15 con diretta su DAZN – del big match che questa sera metterà di fronte, nella seconda giornata del Pro14 2020/2021, il Benetton Rugby al Leinster.

Andiamo a “scovare” i 5 motivi per seguire questo match.

#1 La capacità di conferma del Benetton Rugby. Dopo la sfida giocata alla pari per una lunga porzione di partita contro Ulster, gli uomini di Crowley riusciranno a sfoderare un’altra prestazione all’altezza trovando il colpaccio o comunque ottenendo dei punti contro i campioni in carica? Per la risposta, la parola al campo.

Pro14: la formazione del Benetton Rugby che riceve Leinster

#2 La coppia di centri del Leinster. Robbie Henshaw vestirà la maglia numero 12 trovando così il suo esordio stagionale di fianco a un Garry Ringrose, che sarà il numero 13, incaricato di vestire i panni del capitano del gruppo dei Dubliners, che torna peraltro a disputare un match in trasferta dopo otto mesi (l’ultima volta fu a febbraio in casa degli Ospreys)

#3 Lo scontro fra i due reparti di terza linea delle formazioni. Da una parte Negri-Halafihi-Steyn e dall’altra Doris-Conan-Connors: sostegni, grillitalpa e azioni da ball carrier puri. Vedremo quale dei due terzetti potrà indirizzare la partita.

Pro14: il XV del Leinster che fa visita al Benetton Rugby

#4 Paolo Garbisi: la ricerca della continuità. Dopo l’ottima partita di settimana scorsa in casa di Ulster, il mediano d’apertura avrà un’altra chance per mostrare tutto il suo talento e il suo valore. Che sia il definitivo battesimo del fuoco?

#5 Touches a confronto. Uno dei segreti del Leinster per ottenere palloni e creare piattaforme di attacco, ma anche una situazione di gioco dove il Benetton Rugby sa dire la sua: chi farà la differenza? Nel match inaugurale del Pro14, gli irlandesi, contro i Dragons hanno totalizzato una percentuale propria dell’82% aggiungendo anche tre palloni rubati ai rivali, mentre i veneti contro Ulster hanno messo insieme un granitico 92% a cui hanno addizionato – anche loro – tre palloni rubati.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il Benetton sfiderà una nazionale dell’est in amichevole?

Potrebbe assumere contorni decisamente internazionali il pre-campionato dei Leoni, che intanto continuano a lavorare a Treviso

item-thumbnail

Benetton, Andrea Masi: «Rosa competitiva, bisogna lavorare duro»

Il nuovo allenatore dell'attacco racconta il suo inizio con il Benetton in vista di una stagione molto impegnativa

item-thumbnail

Lorenzo Cannone a OnRugby: “Voglio ritagliarmi spazio”

Tra il Sei Nazioni appena terminato e il futuro al Benetton: Lorenzo Cannone si racconta a OnRugby

item-thumbnail

Benetton Rugby: sono due i capitani per la stagione 2021/22

Una fascia in coabitazione per i biancoverdi che affidano il ruolo a un trequarti e a un avanti

item-thumbnail

L’entusiasmo di Leonardo Marin, il nuovo Azzurrino del Benetton

A soli 19 anni il numero 10 della nazionale under 20 va a ingrossare le fila delle aperture a disposizione di Marco Bortolami, mentre sembrava destina...

item-thumbnail

Benetton, Tomas Albornoz: “Questa è una grande squadra”

Il numero 10 argentino si racconta, descrivendo il suo gioco e parlando di cosa è stato importante per scegliere l'Italia