In Sudafrica cosa succede con il rugby?

Importanti novità per otto squadre sudafricane dopo la volontà espressa del Super Rugby di continuare senza i team della Rainbow Nation

Il Sudafrica e Kolisi alzano la Coppa del Mondo 2019.

Il Sudafrica e Kolisi alzano la Coppa del Mondo 2019.

La notizia che il Super Rugby come lo conosciamo non ci sarà più, con la volontà dei neozelandesi di organizzare un torneo composto da squadre australiane e da una del Pacifico, è arrivata in Sudafrica. La federazione dei Campioni del Mondo in carica deve confrontarsi con una realtà molto diversa rispetto a quelle del SR Aotearoa o AU, impossibilitata a ricominciare l’attività per via dei tanti problemi sanitari ancora presenti nel paese, ma quantomeno qualcosa si muove.

Leggi anche: Il Super Rugby cambierà per sempre, è ufficiale

Dopo l’esclusione di Bulls, Sharks, Lions e Stormers dal discorso del Super Rugby si apriranno sicuramente delle discussioni per valutare se ci sia la possibilità di inserire queste squadre nel Pro14, portandolo dunque a un Pro18, ma per il momento la situazione rimane bloccata. Andiamo a vedere allora come sta al momento il rugby sudafricano: nella giornata di venerdì la federazione ha autorizzato le quattro squadre poco fa citate, i Kings e i Cheetas (del Pro14) e Griquas e Pumas (non quelli argentini, ma la formazione di Nelspruit della Currie Cup) a riprendere gli allenamenti anche se senza contatto. Solo loro però, tutte le altre formazioni ovali del paese rimarranno ferme in attesa di evoluzioni della situazione.

Perché è stato dato il permesso a queste otto squadre di tornare in campo anche se solo per il training? Si vuole creare un torneo locale con queste formazioni, sulla falsariga di quanto sta avvenendo in Nuova Zelanda o in Australia. Questo “campionato” dovrebbe iniziare alla fine del mese di agosto, dunque bisognerà vedere cosa succedere con Kings e Cheetas e il loro rapporto col Pro14. Queste le parole di Jurie Roux, direttore generale della federazione: “Questa piccola luce verde che abbiamo dato alle squadre è un passo verso la normalità. Non sarà ancora permesso il contatto in allenamento, ma si potrà usare il pallone e tornare in sala pesi. Già questo è importante per noi, cerchiamo di ripartire il prima possibile”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di Onrugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Nemani Nadolo lascerà l’Europa per tornare in Australia

Dopo sei stagioni consecutive tra Francia e Inghilterra, l'ala figiana ripartirà dal Super Rugby per ragioni familiari

10 Agosto 2022 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby: un ex Aironi alla corte dei Crusaders

James Marshall sarà il nuovo allenatore dei trequarti della franchigia neozelandese

31 Luglio 2022 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Il c.t. Dave Rennie controcorrente: “L’Australia deve rimanere nel Super Rugby”

Il tecnico dei Wallabies ha detto la sua sulla questione che sta investendo le franchigie australiane

20 Giugno 2022 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby Pacific: i Crusaders tornano sul trono, Blues demoliti in finale – video

I rossoneri vincono all'Eden Park e trionfano per l'11esima volta nel Super Rugby in tutti i suoi formati

18 Giugno 2022 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

L’Australia e le sue franchigie potrebbero lasciare il Super Rugby Pacific

Alla base una valutazione economica verso la Rugby World Cup 2027

16 Giugno 2022 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby Pacific: le formazioni della finale Blues-Crusaders

Diverse novità dal primo minuto per i rossoneri che schierano a numero 6 Pablo Matera. Beauden Barrett guiderà i Blues

16 Giugno 2022 Emisfero Sud / Super Rugby