Zebre: mai così giovani ed azzurre

Le caratteristiche dei multicolor per la prossima annata agonistica

Zebre

Zebre Nicolò Casilio (ph. Ettore Griffoni)

In attesa magari di un ultimo ritocco in entrata e/o magari di qualche ulteriore rinnovo – novità che potrebbero arrivare a breve -, la rosa delle Zebre ha preso nelle settimane appena andate in archivio una forma ormai vicinissima a quella definitiva, presentando due caratteristiche piuttosto chiare.

Mai come quest’anno, infatti, magari anche trasformando l’ostacolo dello stop primaverile in un’opportunità, il team ducale si presenterà al via giovane ed italiano/”azzurrabile”.

Leggi anche: Il momento di Federico Mori, tra Nazionale, popolarità ed una famiglia di campionissimi

Se prendiamo in considerazione solamente i giocatori sotto contratto – lasciando un attimo da parte i 5 permit player – emerge che sui 42 atleti attualmente a disposizione di Michael Bradley, ben 35 sono italiani e/o “azzurrabili”, una percentuale dunque superiore all’80%, che si avvicinerebbe al 90, prendendo in considerazione anche i 5 giovani che si allenano regolarmente alla Cittadella del rugby di Parma.

Italiani, ma anche e soprattutto giovani e rampanti. Solo 4, infatti, sono i giocatori nati prima degli anni ’90, con il più anziano, Jimmy Tuivaiti, appena 32enne. Addirittura 21, invece, sono coloro i quali, invece, hanno una data di nascita sulla carta d’identità dal ’95 in avanti, per una media età complessiva di poco superiore ai 25 anni.

Insomma, una struttura – quasi definita -, sotto la guida di Michael Bradley, ma anche del duo Fabio Roselli-Andrea Moretti che conosce moltissimi dei giovani italiani in rosa – passati recentemente dalla selezione Under 20, la quale si prospetta decisamente intrigante, e mai come quest’anno – volenti o nolenti – potenzialmente oltremodo funzionale in ottica azzurra.

Leggi anche: Come funziona con i Permit Player delle Zebre Rugby?

Rinnovi

Avanti
Oliviero Fabiani – classe ’90
Eduardo Bello – classe ’95
Andrea Lovotti – classe ’89
Danilo Fischetti – classe ’98
Daniele Rimpelli – classe’97
Giosuè Zilocchi – classe ’97
Massimo Ceciliani – classe ’97
Marco Manfredi – classe ’97
Leonard Krumov – classe ’96
Samuele Ortis – classe ’96
Giovanni Licata – classe ’97
David Sisi – classe ’93
Jimmy Tuivaiti – classe ’88

Trequarti
Mattia Bellini – classe ’94
Tommaso Castello – classe ’91
Giulio Bisegni – classe ’92
Gabriele Di Giulio – classe ’94
Joshua Renton – classe ’94
Jamie Elliot – classe ’92

Nuovi arrivi
Antonio Rizzi – classe ’98
Paolo Pescetto – classe ’95
Nicolò Casilio – classe ’98
Iacopo Bianchi – classe ’98
Matteo Nocera – classe ’99
Giovanni D’Onofrio – classe ’98

Già sotto contratto
Luca Bigi – classe ’91
Michelangelo Biondelli – classe ’98
Tommaso Boni – classe ’93
Pierre Bruno – classe ’96
Paolo Buonfiglio – classe ’95
Carlo Canna – classe ’92
Renato Giammarioli – classe ’95
Mick Kearney – classe ’91
Junior Laloifi – classe ’94
Enrico Lucchin – classe ’95
Lorenzo Masselli – classe ’97
Maxime Mbandà – classe ’93
Johan Meyer – classe ’93
Ian Nagle – classe ’88
Guglielmo Palazzani – classe ’91
Alexandre Tarus – classe ’89
Marcello Violi – classe ’93

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telgram.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il rebranding delle Zebre

Nuovo logo e nuovi colori sociali per la franchigia di Parma, nel tentativo di legarsi sempre di più alla città

item-thumbnail

Nicolò Teneggi è un nuovo giocatore delle Zebre

L'apertura dell'Italia under 20 passa alla franchigia ducale

item-thumbnail

Zebre, la ricetta di Aldo Birchall: “Cambiare la mentalità dei ragazzi, difesa più aggressiva e cose semplici”

L'allenatore della difesa: "L'ambiente è migliorato sotto tutti i punti di vista"

item-thumbnail

United Rugby Championship: le date e gli orari delle partite delle Zebre

Tutti i dettagli su quando giocherà la franchigia ducale nell'URC della prossima stagione

item-thumbnail

Zebre: operazione e lungo stop per Dennis Visser

Il seconda linea sudafricano dovrà saltare la prima parte dello United Rugby Championship

item-thumbnail

Zebre, Fabio Roselli: “Obiettivo vincere le partite che perdevamo per pochi punti. Entusiasmo parola chiave”

L'allenatore della franchigia ducale ha fatto il punto dopo la prima settimana di lavoro collettivo verso la prossima stagione