Zebre, Paolo Pescetto: “C’è competitività nel ruolo d’apertura. Vorrei acquisire leadership e ritmo”

L’ambientamento, gli obiettivi per il futuro e gli idoli di infanzia: il trequarti parla a cuore aperto

Paolo pescetto Calvisano

ph. Massimiliano Carnabuci

L’approdo in maglia multicolor è stato quanto meno particolare per Paolo Pescetto, mediano d’apertura proveniente dal Calvisano, che dalla prossima stagione giocherà con le Zebre nel Pro14.

Un arrivo sognato, che apre nuove prospettive nella carriera del numero dieci classe 1995: “A Parma mi trovo bene. Ho avuto un impatto positivo con l’ambiente – ha affermato il ligure in un’intervista rilasciata ai canali ufficiali del club emiliano- anche se devo dire che all’inizio è stata dura, perchè abbiamo dovuto allenarci praticamente senza pallone. Ora però stiamo integrando il tutto iniziando anche a divertirci nella cosiddetta parte ludica”.

Poi prosegue parlando della concorrenza che troverà nel suo ruolo: “Far parte di un gruppo nel quale ci sono anche Rizzi, Biondelli e Canna non potrà che essere uno stimolo. C’è una “competitività buona”, che permette di lavorare andando verso l’alto. So che avrò le mie possibilità e cercherò di dare il massimo ogni qualvolta sarò chiamato in causa”.

Su sè stesso ammette: “Che tipo di giocatore sono? Mi piace calciare, è un fondamentale a qui dedico grande importanza anche al termine degli allenamenti per esercitarmi al gesto tecnico, ma anche difendere. So che il ruolo da apertura si sta evolvendo e questo vuol dire anche essere capaci di attaccare la linea avversaria con leadership e ritmo, due cose che vorrei acquisire.
Per tutti questi motivi i miei riferimenti sono Jonny Wilkinson, giocatore a cui mi ispiro vista la sua assoluta bravura nei piazzati, Dan Carter e Handré Pollard, che ritengo uno dei migliori nel giocare contro la linea appunto”.

Infine un ricordo sul debutto con le Zebre, avvenuto in qualità di permit player qualche mese fa a Legnano al fianco di un compagno speciale: “L’esordio con le Zebre mi ha reso molto contento, anche perchè mi sono trovato al fianco di Nicolò Casilio, giocatore con il quale ho condiviso il mio percorso anche a Calvisano: questo mi ha aiutato molto”.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Zebre: Giulio Bisegni capitano per il 2021/2022

Nel segno della continuità la fascia rimane al centro di Frascati, coadiuvato da David Sisi e Tommaso Boni

item-thumbnail

Zebre: un avanti e un numero nove per la rosa di Michael Bradley

Cristian Stoian e Alessandro Fusco, già permit un anno fa, tornano alla franchigia ducale per la prossima impegnativa stagione

item-thumbnail

Gli avanti Luca Andreani e Ion Neculai giocheranno nelle Zebre

I due giocatori, reduci dall'avventura con l'Italia nel Sei Nazioni U20, hanno appena firmato il contratto centralizzato con la Federazione

item-thumbnail

Zebre: il punto sulla preparazione e sulla “vicenda Fiamme Oro”

La franchigia emiliana sta cercando di avvicinarsi nel migliore dei modi alla stagione 2021/2022

item-thumbnail

Zebre: inizia il raduno ma gli atleti delle Fiamme Oro per ora non si allenano

I cremisi vorrebbero ridefinire le linee guida dell'utilizzo dei giocatori