Rivoluzione in vista per la Champions Cup?

Aumenterebbero le squadre in corsa e sarebbe stravolta la formula. Per ora arrivano segnali positivi

ph. Matteo Mangiarotti

La prossima stagione delle coppe europee potrebbe segnare un cambio di passo importante: la LNR, la lega che rappresenta i club francesi, ha infatti sottoposto all’EPCR una proposta che rivisiterebbe la formula della Champions Cup. Si passerebbe da 20 a 24 squadre, con 8 rappresentanti per ognuno dei tre maggiori campionati europei, cioè Top 14, Premiership e Pro14 (discorso che non vale per le sudafricane Cheetas e Southern Kings). Rispetto alla formula attuale, si andrebbe innanzitutto a rimuovere il barrage tra le settime delle massime divisioni inglesi e francesi, con dunque Premiership e Top 14 che vedrebbero il loro contingente ampliato di due posti e il Pro14 di uno, dato che erano sette le squadre celtiche qualificate alla massima competizione europea.

Cambierebbe in maniera pesante anche la formula, che passerebbe dalle cinque pool composte da quattro squadre, a due gironi da 12. Non sarebbe però un classico tutti contro tutti, ma la prima fase verrebbe giocata nell’arco di 8 weekend, dunque con due partite in più rispetto all’attuale formula. Come attuare questa soluzione? Facendo sì che vengano privilegiati gli scontri con le formazioni provenienti dagli altri campionati, dunque (ad esempio) una squadra francese giocherebbe solo contro le inglesi e le celtiche, per appunto otto weekend di gara. Le prime quattro classificate dei due gironi disputerebbero poi i quarti di finale, con la formula dell’andata e ritorno, prima di semifinali e finali.

Riunita in conferenza giovedì, l’EPCR ha dato la sua disponibilità a valutare questo cambiamento di formula, ma solamente per la prossima stagione, visto la condizione particolare che ha chiuso in anticipo quella corrente. Yann Robert, presidente del Lione e membro del comitato direttivo di EPCR, ha dichiarato che “La proposta fatta come LNR sembra aver soddisfatto i nostri partner della Premiership e del Pro14, che ora si dovranno consultare con i loro club e le loro federazioni. Come LNR speriamo che possa essere accolta per pianificare la stagione 2020/21 avendo almeno questa solida base dalla quale partire”.

La stessa EPCR ha annunciato che vorrebbe provare a concludere la Champions Cup e la Challenge Cup attualmente interrotte, sperando di poterlo fare con le due finali il 16 e 17 ottobre 2020.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

16 anni fa, “la mano di Rob Howley” per quella leggendaria meta nella finale di Heineken Cup

Uno dei momenti più incredibili nella storia della massima competizione europea

23 Maggio 2020 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Champions Cup: come funzionerà la prossima edizione?

Mentre i club di Top 14 decidono le norme per la qualificazione, la coppa regina potrebbe cambiare format

6 Maggio 2020 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Undici anni fa il Bloodgate, uno degli scandali più clamorosi nella storia di Ovalia

Una delle pagine più buie, in tempi recenti, dello sport ovale

12 Aprile 2020 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Coppe europee: rimandate anche semifinali e finali

Sarebbero andate in scena il primo ed il quarto weekend di maggio

24 Marzo 2020 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Champions Cup: Saracens, abbiamo un problema (ma non è il monte salari)

L'EPCR ha convocato un'udienza disciplinare a causa di un permesso di lavoro nel Regno Unito scaduto ad un giocatore degli inglesi

7 Febbraio 2020 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

I candidati al titolo di miglior giocatore 2020 di EPCR

Ecco i migliori 20 giocatori tra i quali votare il successore di Alex Goode. Casualmente (o non troppo) nessuno di loro gioca nei Saracens...

28 Gennaio 2020 Coppe Europee / Champions Cup