Inghilterra, rivoluzione Eddie Jones: “Al Mondiale 2023 una squadra nuova per il 60%”

Il tecnico pensa già alla Rugby World Cup e ai possibili cambiamenti in rosa

ph. Sebastiano Pessina

Il rinnovo di contratto deve averlo tranquillizzato sul futuro, ma al tempo stesso galvanizzato. In un momento dove il rugby giocato è stato messo in stand-by a tenere banco con le sue dichiarazioni mai banali è l’allenatore dell’Inghilterra Eddie Jones.

Il tecnico della Nazionale della Rosa fa programmi a medio-lungo termine focalizzandosi sul vero obiettivo della selezione d’Oltremanica: la Rugby World Cup 2023, che si giocherà in Francia.

Nonostante un grande torneo e l’eliminazione degli All Blacks nell’ultimo torneo iridato, la finale persa contro il Sudafrica non è ancora andata giù al selezionatore dei britannici che afferma alla BBC: “Non credo che questo gruppo possa avere un altro Mondiale dentro di sè: ci saranno giocatori chiave che saranno protagonisti anche nel 2023, mentre nuovi giocatori entreranno a far parte del collettivo”.

Mako Vunipola, Jamie George, capitan Owen Farrell e Jonny May sono i profili di carisma e leadership su cui Jones vorrebbe far poggiare la sua squadra, che invece potrebbe rinunciare ai più anziani Ben Youngs e Courtney Lawes, i quali avranno 34 anni nel 2023: “Se guardiamo a questa stagione – fa sapere – abbiamo già operato una mutazione del 20% del roster, questo lo faremo anche nel 2021 e nel 2022. Questo dovrebbe portarci ad avere una rosa consolidata del 40%, con un 60% di elementi inseriti nel corso del quadriennio che si chiuderà con il Mondiale 2023”.

Tom Curry e Sam Underhill sono stati indicati all’interno dello staff tecnico come due “giocatori-parametro” per lo scouting di nuove leve: “La crescita della squadra la otteniamo cercando giocatori come questi, che possano migliorare il valore complessivo della rosa. Siamo stati la squadra più giovane della storia ad aver giocato una finale di Coppa del Mondo: se i giocatori mostreranno di avere voglia di lavorare e migliorarsi si scatenerà una competizione in tutti i ruoli che ci porterà in buona posizione”.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il Top 14 del 2010: l’indimenticabile prima volta di Clermont

Dopo una serie lunghissima di finali perse finalmente il paradiso per la squadra di Gonzalo Canale

24 Maggio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

“Due match a porte chiuse e falliremo”

I Presidenti delle squadre di Top 14 lanciano un grido d'allarme. Impensabile per loro non giocare con i tifosi sugli spalti

23 Maggio 2020 Emisfero Nord
item-thumbnail

Quando l’arbitro internazionale allena gli avanti

Il francese Alexander Ruiz dirigerà la mischia di un piccolo club francese, e nemmeno per la prima volta

23 Maggio 2020 Emisfero Nord
item-thumbnail

Galles: 5 curiosità su George North, dentro e fuori dal campo

Fra record e passioni: la vita del trequarti gallese

22 Maggio 2020 Emisfero Nord
item-thumbnail

Nigel Owens, pazza idea: “Arbitrare un match di calcio in Premier League? E’ una cosa che mi piacerebbe fare”

Il direttore di gara gallese parla di errori arbitrali, di un possibile futuro e delle regole per la mischia

21 Maggio 2020 Emisfero Nord
item-thumbnail

Rugby mercato sempre ricco di novità

Un Campione del Mondo cambia squadra, contratti rinnovati in Premiership e una partenza pesante da Glasgow

21 Maggio 2020 Emisfero Nord