Sei Nazioni 2020, Inghilterra: i primi convocati per la sfida all’Irlanda

Eddie Jones preseleziona un gruppo di 25 elementi

Ph. Sebastiano Pessina

Nonostante la settimana di pausa, il lavoro per il Sei Nazioni 2020 non smette mai di essere svolto da parte degli staff tecnici delle varie nazionali. In vista della terza giornata del torneo infatti, che si disputerà fra il 22 e il 23 febbraio, il ct dell’Inghilterra Eddie Jones ha infatti preselezionato un gruppo di 25 giocatori che comincerà a preparare il match contro l’Irlanda (in programma domenica 23/2 h 16 a Twickenham).

Di seguito l’elenco dei convocati – guidati da capitan Farrell – di cui non fa parte Courtney Lawes (a riposo), ma che potrebbe includere poi Henry Slade e Manu Tuilagi, impegnati nelle loro riabilitazioni a seguito degli infortuni riportati nelle precedenti settimane:

Avanti
Luke Cowan-Dickie (Exeter Chiefs), Tom Curry (Sale Sharks), Ben Earl (Saracens), Charlie Ewels (Bath Rugby), Ellis Genge (Leicester Tigers), Jamie George (Saracens), Maro Itoje (Saracens), George Kruis (Saracens), Joe Launchbury (Wasps), Lewis Ludlam (Northampton Saints), Joe Marler (Harlequins), Kyle Sinckler (Harlequins), Will Stuart (Bath Rugby), Sam Underhill (Bath Rugby), Mako Vunipola (Saracens)

Trequarti
Elliot Daly (Saracens), Ollie Devoto (Exeter Chiefs), Owen Farrell (Saracens), George Ford (Leicester Tigers), George Furbank (Northampton Saints), Willi Heinz (Gloucester Rugby), Jonathan Joseph (Bath Rugby), Jonny May (Leicester Tigers), Ollie Thorley (Gloucester Rugby), Ben Youngs (Leicester Tigers)

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il giocatore preferito di Eddie Jones e altre curiosità

Ad esempio: l'episodio più divertente della sua carriera, la vittoria più importante con l'Inghilterra e uno sguardo al Sei Nazioni

item-thumbnail

Scozia: Finn Russell e Gregor Townsend, prove di disgelo

L'apertura potrebbe tornare in nazionale. I rapporti col tecnico stanno migliorando

item-thumbnail

Il rugby può rinunciare ai test match di novembre?

Raelene Castle, CEO della federazione aussie, dice che si potrebbe pensare di chiudere il Super Rugby e giocare il Championship, evitando di venire in...

item-thumbnail

Joe Marler verso il ritiro?

Il pilone inglese starebbe pensando di chiudere la carriera

item-thumbnail

Il Principality Stadium diventerà un grande ospedale da campo temporaneo

La WRU ha messo la struttura di Cardiff a disposizione del governo gallese