Sei Nazioni 2020, Inghilterra: i primi convocati per la sfida all’Irlanda

Eddie Jones preseleziona un gruppo di 25 elementi

Ph. Sebastiano Pessina

Nonostante la settimana di pausa, il lavoro per il Sei Nazioni 2020 non smette mai di essere svolto da parte degli staff tecnici delle varie nazionali. In vista della terza giornata del torneo infatti, che si disputerà fra il 22 e il 23 febbraio, il ct dell’Inghilterra Eddie Jones ha infatti preselezionato un gruppo di 25 giocatori che comincerà a preparare il match contro l’Irlanda (in programma domenica 23/2 h 16 a Twickenham).

Di seguito l’elenco dei convocati – guidati da capitan Farrell – di cui non fa parte Courtney Lawes (a riposo), ma che potrebbe includere poi Henry Slade e Manu Tuilagi, impegnati nelle loro riabilitazioni a seguito degli infortuni riportati nelle precedenti settimane:

Avanti
Luke Cowan-Dickie (Exeter Chiefs), Tom Curry (Sale Sharks), Ben Earl (Saracens), Charlie Ewels (Bath Rugby), Ellis Genge (Leicester Tigers), Jamie George (Saracens), Maro Itoje (Saracens), George Kruis (Saracens), Joe Launchbury (Wasps), Lewis Ludlam (Northampton Saints), Joe Marler (Harlequins), Kyle Sinckler (Harlequins), Will Stuart (Bath Rugby), Sam Underhill (Bath Rugby), Mako Vunipola (Saracens)

Trequarti
Elliot Daly (Saracens), Ollie Devoto (Exeter Chiefs), Owen Farrell (Saracens), George Ford (Leicester Tigers), George Furbank (Northampton Saints), Willi Heinz (Gloucester Rugby), Jonathan Joseph (Bath Rugby), Jonny May (Leicester Tigers), Ollie Thorley (Gloucester Rugby), Ben Youngs (Leicester Tigers)

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Greig Laidlaw: “La Scozia può vincere il Sei Nazioni nei prossimi due o tre anni”

Il mediano di mischia lancia la sua profezia per il futuro

item-thumbnail

British & Irish Lions: fra il pareggio con gli All Blacks e l’incertezza degli Springboks

La selezione d'Oltremanica ricorda lo storico match provando a proiettarsi verso l'anno prossimo

item-thumbnail

Sei Nazioni, Laporte: “CVC acquisirà il 14,5% del Torneo”

Il vicepresidente di World Rugby ha reso nota l'operazione durante l'assemblea generale della federazione francese

item-thumbnail

E se Hoskins Sotutu giocasse con l’Inghilterra?

Scopriamo perchè e come il fenomeno dei Blues potrebbe vestire la maglia numero 8 della squadra di Eddie Jones

item-thumbnail

“Non canterò più Swing Low, Sweet Chariot “, lo dice il CEO della Federazione Inglese

In Inghilterra continua a far discutere il canto dei tifosi della Nazionale della Rosa

item-thumbnail

Continua il dibattito su “Swing Low, Sweet Chariot”

La leggenda del Rugby League Martin Offiah non crede che vada vietato l'utilizzo della famosa canzone inglese

19 Giugno 2020 6 Nazioni – Test match