Sei Nazioni Femminile: Red Roses e Irlanda imbattute dopo due turni

L’Inghilterra vince il posticipo (per maltempo) di Edimburgo contro la Scozia, Verdi vittoriose contro il Galles

ph. Matteo Mangiarotti

EDIMBURGO – Dopo il rinvio di ieri (dovuto alla Storm Ciara che ha portato vento fortissimo e potenzialmente messo a rischio l’incolumità di atlete, spettatori e addetti ai lavori), la gara tra Scozia e Inghilterra, terzo e finale capitolo dell’ideale “Auld Enemy Trilogy” che ha, nel fine settimana appena conclusosi, attirato l’attenzione degli amanti del rugby rinnovando una rivalità che dura da più di centoquarant’anni.

La gara si gioca al BT Murrayfield, casa del rugby scozzese, in un inusuale giorno (lunedì pomeriggio) e a porte chiuse, perchè il meteo è leggermente migliore rispetto a ieri (nonostante il vento e la nevicata che ha colpito la capitale scozzese dal mattino, ma quando il drop di Zoe Harrison dà il via al match, c’è il sole) ma non a tal punto da aprire lo stadio al pubblico.

Scozia e Inghilterra femminile si sfidano quindi alla Highland Cathedral per la prima volta dal 2006, in quella che, fino ad oggi, era anche l’ultima gara in assoluto giocata dalle Dark Blues nella casa del rugby scozzese.

La gara ha il pronostico piuttosto scontato ma la Scozia riesce a contenere le Red Roses per larghi tratti del primo tempo, concedendo alle avversarie il punto di bonus offensivo solo al 43′, allargando il divario nel corso della ripresa (giocata per larghi tratti sotto un’abbondante nevicata), vincendo 0-53 – a questo link il commento al match.

Ieri pomeriggio, a Dublino, l’Irlanda ha centrato il secondo successo consecutivo battendo, dopo la Scozia all’esordio, anche il Galles – successo impreziosito dal punto di bonus offensivo che manda le Verdi al secondo posto in classifica.

La gara di Donnybrook si è giocata come previsto perchè la tempesta Ciara ha colpito Dublino arriva solo nel corso del secondo tempo, portando vento e grandine ma non arrestando la grande prova delle padrone di casa che vanno a riposo avanti (17-5) e completano l’opera nella ripresa, marcando la meta del bonus offensivo al 42′ con Djougang e resistendo anche alle avverse condizioni meteo che hanno caratterizzato la seconda parte di gara.

A Dublino finisce 31-12, l’Irlanda siede in vetta alla classifica del Sei Nazioni Femminile a pari punti con l’Inghilterra, mentre la Francia, dopo il successo convincente sull’Italia di sabato sera a Limoges, è terza.

La gara di oggi al BT Murrayfield si è invece chiusa cosi:

Matteo Mangiarotti

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sei Nazioni: la Francia potrebbe “abbandonare” lo Stade de France

Una trattativa, in comune col calcio, e all'orizzonte una potenziale sede alternativa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2023: in vendita i biglietti per le partite in casa dell’Italia

Tre i match in agenda: contro Francia, Irlanda e Galles

26 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

6 Nazioni femminile: gli highlights della quarta giornata

Successo straripante dell'Inghilterra, la Francia insegue e vince in Galles senza brillare particolarmente

25 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni Femminile: i risultati del quarto turno e la classifica aggiornata

Prosegue il testa a testa tra Francia e Inghilterra

24 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

6 Nazioni femminile: un cambio dell’ultima ora nell’Italia che sfida la Scozia

Terza linea azzurra rivista a causa dell'assenza di Elisa Giordano. Entra nelle 23 Alessandra Frangipani, pronta a sfidare le scozzesi

23 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: la preview della quarta giornata

Il Galles prova a sorprendere la Francia, Azzurre attese da una prova di riscatto contro la Scozia

22 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni