Super Rugby: il calendario e le novità per il 2020

Sarà la prima edizione del torneo che si giocherà senza alcuna pausa riservata alle nazionali

Ph. –

Il Super Rugby 2020 è definitivamente pronto a partire. Il torneo per club più importante dell’Emisfero Sud ha un calendario ed una “nuova” struttura. Si giocherà infatti per la prima volta in maniera “ininterrotta”: dall’ultima settimana dal 31 gennaio al 20 giugno, data della finalissima, potendo sfruttare la nuova riforma del calendario internazionale che prevede lo spostamento dei Test Match estivi nel mese di luglio.

Le sfide che inaugureranno la kermesse saranno Blues-Chiefs, Brumbies-Reds e Sharks-Bulls: in un tris di derby che va dalla Nuova Zelanda al Sudafrica, passando ovviamente per l’Australia.

Il format e lo sviluppo stagionale
“Il format – afferma il CEO del Super Rugby Andy Marinos – rimarrà immutato: vi saranno 15 squadre divise in 3 Conference che giocheranno 16 partite di stagione regolare potendo usufruire nel mezzo di due settimane di riposo. In totale quindi saranno 18 le settimane di regular season, a cui faranno seguito i playoff. Si partirà dai quarti con le tre squadre che avranno vinto le loro conference e la squadra che, indipendentemente dal girone, avrà realizzato più punti ad ospitare match casalinghi; così come per le quattro formazioni ospiti, le quali accederanno agli scontri ad eliminazione diretta non in base alla posizione ma bensì grazie al numero di punti raccolti, indipendentemente dalla conference o dalla nazionale di appartenenza”.

Clicca qui per leggere l’intero calendario

Le conference
Conference Australiana: Brumbies, Rebels, Reds, Waratahs, Sunwolves (Giappone)
Conference Neozelandese: Blues, Chiefs, Crusaders, Highlanders, Hurricanes
Conference Sudafricana: Bulls, Lions, Sharks, Stormers, Jaguares (Argentina)

L’auspicio
“Ci aspettiamo – chiude Andy Marinos – che il torneo sappia regalarci grandi emozioni. Sappiamo che molti dei giocatori protagonisti usufruiranno l’anno prossimo di una stagione di riposo altrove, ma non per questo ci attendiamo una competizione di più basso livello, anzi. Organizzare il calendario non è stato facile, considerando anche la distanza che alcune squadre devono percorrere per andare a giocare in trasferta. E’ stato confermato, infine, che le sfide dei Sunwolves verranno disputate, fra gli altri stadi, anche all’Hanazono Stadium di Osaka e al Level Five Stadium di Fukuoka potendo così “sfruttare” l’onda lunga della Rugby World Cup”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Super Rugby: tutto quello che è successo nella seconda giornata

Emiliano Boffelli, Makazole Mapimpi, l'attacco dei Brumbies e la difesa degli Stormers: ecco com'è andata

11 Febbraio 2020 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby: l’onestà di TJ Perenara nell’ammettere di una meta mai realizzata

Un dialogo, fra l'arbitro e il giocatore, ha risolto la questione in maniera esemplare

11 Febbraio 2020 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby 2020: cos’è successo nella prima settimana

Warren Gatland parte con una bella vittoria in rimonta sui Blues, mentre i Sunwolves superano i Rebels. Crusaders e Jaguares iniziano col piede giusto...

4 Febbraio 2020 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby 2020: la conference australiana

Una infornata di giovani si prepara ad inondare i campi delle squadre australiane, mentre i Sunwolves navigano a vista verso l'oblio

30 Gennaio 2020 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby 2020: guida alla conference neozelandese

Crusaders, Highlanders, Hurricanes, Blues e Chiefs, 5 squadre e un solo obiettivo: conservare il titolo in Nuova Zelanda

30 Gennaio 2020 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Jamie Roberts sbarca nel Super Rugby

L'ex Internazionale gallese lascia Bath ed approda agli Stormers

16 Gennaio 2020 Emisfero Sud / Super Rugby