Coppa Italia, Marcato: “Non sapevamo come approcciarci al torneo. Ora è un’occasione”

Il punto dell’head coach del Petrarca alla vigilia della finale del Battaglini

Andrea Marcato – Petrarca (ph. Luigi Mariani)

Un finale è sempre una finale. Un derby è sempre un derby, ancor più se ha il sapore della classicissima. Domani, infatti, a partire dalle 15, Rovigo e Petrarca Padova si sfideranno al Battaglini per decidere quale delle due squadre sarà la vincitrice della Coppa Italia 2020. Per entrare nel clima di questo match, abbiamo intervistato Andrea Marcato, capo allenatore dei patavini.

Marcato, che valore ha questa finale?

All’inizio dell’anno non sapevamo bene come approcciarci ad una Coppa nata sostanzialmente pochi mesi prima dello start stagionale, ma visto che poi di fatto ci siamo trovati a disputarla ci siamo detti che era comunque un’occasione per portare un trofeo in più al club e che il nostro nome sarebbe rimasto nell’albo d’oro della competizione della squadra”.

Leggi anche: Coppa Italia, Casellato: “In città si percepisce l’importanza del derby”

Che partita si aspetta?

Sarà anche la finale di Coppa Italia, quindi sicuramente un obiettivo meno importante dell’arrivare a giocarsi lo scudetto tramite i playoff nel Top12, ma nessuno ci sta a perdere soprattutto quando si gioca Rovigo-Petrarca. Se guardo ai precedenti delle scorse stagioni, in tutte le competizioni (Campionato e Continental Shield, ndr), vedo delle partite molto equilibrate e a basso punteggio, fortemente condizionate dalla pioggia e da terreni pesanti. Cosa che, peraltro, potrebbe ripetersi anche sabato. Cercheremo di farci trovare pronti a tutte le evenienze”.

Leggi anche: La classifica marcatori del Top12 (in aggiornamento)

Cosa toglierebbe a Rovigo?

“Io onestamente non vorrei togliere nulla a Rovigo. Anzi mi auguro che siano al meglio e i miei giocatori riescano a sconfiggerli al massimo delle loro possibilità, mettendo in campo tutte le nostre caratteristiche migliori. L’aspetto su cui sicuramente ci focalizzeremo sarà quello della mischia chiusa, dove voglio vedere una squadra che non va sotto di fronte a degli avversari in un gran momento, come dimostrano anche le otto vittorie (su otto uscite, ndr) che hanno ottenuto sin qui in Top12”.

Michele Cassano

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

United Rugby Championship: la guida al girone sudafricano

Bulls, Lions, Sharks e Stormers saranno le nuove proposte: quattro squadre diverse ma da non sottovalutare per nessuno

21 Settembre 2021 United Rugby Championship
item-thumbnail

European OnRugby Ranking al via la stagione 2021/2022

Torna l’appuntamento con la nostra classifica basata sui tre principali campionati e le coppe europee.

21 Settembre 2021 Terzo tempo
item-thumbnail

Inghilterra, Eddie Jones avverte quattro veterani: “O ritrovare la forma o al Mondiale 2023 non ci venite”

Il tecnico dei vicecampioni del mondo non le manda a dire a una parte "storica" del gruppo d'oltremanica

21 Settembre 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Rugby Championship: la formazione del Sudafrica per la prima sfida agli All Blacks

Gli Springboks, con tre ritorni importanti, vogliono mandare un messaggio agli storici rivali

21 Settembre 2021 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Ufficializzata Spagna-Italia A, si gioca il 30 ottobre

La seconda selezione azzurra sarà di scena a Madrid contro la nazionale iberica. L'Italia A torna in campo a distanza di anni con un progetto importan...

item-thumbnail

Louis Lynagh convocato nel mini raduno dell’Inghilterra

Eddie Jones ha diramato le convocazioni per un camp di lavoro in vista di novembre: c'è anche il trequarti nato a Treviso

21 Settembre 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match