Test Match: Gatland contro il Galles in un match dai mille significati

Dalla panchina dei Dragoni a quella dei Barbarians, per salutare il suo passato a Cardiff

Ph. Sebastiano Pessina

Warren Gatland torna sul “luogo del delitto”. Sabato prossimo infatti l’ex allenatore del Galles tornerà al Principality Stadium per sfidare i “suoi” Dragoni sedendosi però sulla panchina dei Barbarians.

Una coincidenza strana che il tecnico, guida di Halfpenny e compagni per oltre dieci anni, ha voluto così raccontare pensando anche al suo successore Wayne Pivac: “Inizialmente credevo che la partita di sabato sarebbe stata la mia ultima sulla panchina del Galles, poi ho pensato che il mio mandato fosse giusto si esaurisse alla Rugby World Cup.
Questo consentirà a Wayne Pivac, al suo staff e ai giocatori di amalgamarsi un po’ e iniziare a effettuare le prime valutazioni in vista del Sei Nazioni 2020. Di contro non mi aspettavo che i Barbarians mi chiedessero di essere il loro allenatore!”.

“In questi giorni è stato divertente e anche un po’ strano tornare sui campi di allenamento dove sono stato per anni: li vicino c’è stata anche la mia dimora e a passarci vicino mi sono sentito un po’ imbarazzato.
Detto ciò, sabato lo spirito di competizione verrà fuori: cercheremo, come Barbarians, di offrire una prestazione all’altezza scendendo in campo nel miglior modo possibile”.

“Sarà una grande opportunità per me di ringraziare il pubblico gallese per i dodici anni trascorsi insieme – chiude – è stato tutto fantastico. In entrambi i casi, non credo di poter perdere”.

E intanto è il pubblico gallese a ringraziare per primo: l’ingresso principale dello stadio della nazionale gallese è stato ribattezzato Gatland’s Gate, in onore del tecnico.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

British & Irish Lions, Gatland: “Farrell e Itoje in Championship? Nessun problema”

L'allenatore fa il punto della situazione a un anno dal tour e fa sapere che potrebbe esserci un nuovo membro nello staff tecnico

item-thumbnail

Chris Robshaw: la depressione e il ruolo di Conor O’Shea

Il giocatore inglese torna sul post Rugby World Cup 2015 ricordando quei tristi momenti

item-thumbnail

Giappone e Fiji: perchè entrano loro nell’8 Nazioni?

Dietro la scelta della rappresentativa nipponica e di quella isolana

item-thumbnail

British & Irish Lions: il XV di Brian O’Driscoll per il tour 2021 in Sudafrica

Il totem irlandese ha scelto la sua formazione ideale in vista della sfida agli Springboks

item-thumbnail

Rugby Championship o Test Match? Il Sudafrica ha scelto

La federazione dei campioni del mondo ha espresso la sua posizione per il futuro internazionale

item-thumbnail

Greig Laidlaw: “La Scozia può vincere il Sei Nazioni nei prossimi due o tre anni”

Il mediano di mischia lancia la sua profezia per il futuro