Pro14: Benetton e Zebre al Media Day, le parole di capitani e allenatori

Sgarbi: ” Abbiamo tutte le qualità per chiudere quelle partite e competere per le posizioni che contano”; Castello ottimista sui ducali

alberto sgarbi benetton

ph. Luca Sighinolfi

Mercoledì pomeriggio al Cardiff City Stadium, location eletta per essere sede della finale del prossimo Pro14, si sono riuniti allenatori e capitani di tutte le quattordici formazioni del campionato che riunisce irlandesi, gallesi, scozzesi, italiani e sudafricani.

Un appuntamento consueto, quest’anno spostato alla fine di novembre per le contingenze con la Rugby World Cup durante l’inizio della stagione. Un appuntamento per tutti gli addetti ai lavori, con l’opportunità di incontrare tutti i club e le loro rappresentanze.

A Cardiff, insomma, c’erano anche Benetton e Zebre in rappresentanza dei colori italiani, i primi con coach Kieran Crowley e il capitano Alberto Sgarbi, gli altri con Michael Bradley e Tommaso Castello.

“La competizione all’interno del Pro14 cresce ogni anno di più, diventa per questo fondamentale il lavoro che svolgiamo durante la settimana dentro e fuori dal campo, affinché questo possa riflettersi sulla qualità del nostro gioco” ha raccontato Sgarbi.

“Purtroppo abbiamo perso un paio di opportunità sia in PRO14 che in Champions Cup, questo ci ha però permesso di riflettere su come gestire queste situazioni perché abbiamo tutte le qualità per chiudere quelle partite e competere per le posizioni che contano.

“Sabato allo Stadio Monigo arriveranno i Cardiff Blues – ha rilanciato Crowley – sarà l’occasione per riscattarci e dare dimostrazione di come sta procedendo il nostro percorso di crescita.”

Una crescita nella quale credono anche le Zebre, per bocca di Bradley e Castello: “I nuovi arrivi sono un valore aggiunto che hanno dato solidità e resistenza – ha detto il capitano della squadra con base a Parma – mentre i giovani hanno dimostrato di essere all’altezza dell’alto livello di gioco. Stiamo crescendo e siamo fiduciosi di poter raccogliere i frutti del nostro lavoro a breve tempo”

Bradley si è detto d’accordo: “Quest’anno la qualità complessiva della squadra è migliorata: l’arrivo dei nuovi innesti ci ha dato l’opportunità di ruotare maggiormente i giocatori e di essere competitivi ad ogni partita. Abbiamo già visto un miglioramento soprattutto nella performance in mischia, in rimessa laterale e nella difesa in maul. Adesso sta alla squadra raccogliere questa chance ed esprimere il suo gioco per ottenere i risultati”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Benetton Rugby, Marco Bortolami: “Ci è mancata un po’ di pazienza e lucidità in attacco”

Il tecnico ha parlato al termine della partita persa di misura contro gli Scarlets

item-thumbnail

URC: Benetton battuto ancora di misura, gli Scarlets passano 34-28

Niente da fare per la squadra di Bortolami, che anche stavolta deve accontentarsi di 2 punti di bonus.

item-thumbnail

URC: la preview di Scarlets-Benetton, una ghiotta occasione per i Leoni

Tanti assenti nei gallesi che chiamano a raccolta i loro grandi vecchi. Diverse novità in un Benetton che vuole riscattarsi dopo lo stop con gli Ospre...

item-thumbnail

Dove si vede il Benetton contro gli Scarlets, in tv e streaming

I dettagli per seguire la partita dei Leoni a Llanelli

item-thumbnail

URC, la formazione del Benetton per la sfida agli Scarlets

Tornano Ignacio Brex, Hame Faiva e Thomas Gallo nel XV titolare dei Leoni per la trasferta in Galles