Champions Cup: la doppia sfida Inghilterra-Francia finisce pari

I Sale Sharks vincono contro La Rochelle, che paga la follia di Bourgarit. A Montpellier vincono i padroni di casa contro Gloucester

ph. Reuters

La doppia sfida anglo-inglese della Champions Cup che ha chiuso la terza giornata è finita in pareggio, con una vittoria ciascuna. I Sale Sharks hanno avuto la meglio di La Rochelle per 25-15, con i francesi influenzati dal cartellino rosso a Bourgarit verso la fine del primo tempo, mentre il Montpellier si è sbloccato vincendo in casa – non senza soffrire – contro il Gloucester.

40 – Il numero di mete segnate da Chris Ashton nella principale coppa europea, tra Heineken e Champions Cup, per di più in sole 64 partite. Con il passare degli anni, l’ala inglese sa essere sempre un’arma letale quando riesce a esprimersi al meglio. Contro La Rochelle ha segnato la meta che ha definitivamente chiuso una partita comunque già indirizzata, mettendo il sigillo sul match.

17 – I falli commessi da La Rochelle, che difatti ha preso ben tre cartellini: uno rosso per la follia di Bourgarit al 38′ (dita negli occhi di Tom Curry) e due gialli con Leroux al 36′ e Priso al 46′. Pensare di costruire qualcosa di concreto con un tale numero di calci di punizioni fischiati contro è molto complicato. Ben cinque di questi falli sono stati commessi dal solo Doumayrou, mentre il secondo in classifica è Priso con quattro.

Ritorno – Nella sua prima partita giocata dopo la finale della Rugby World Cup 2019, Tom Curry ci ha tenuto a ricordare perché da qualche tempo si parla di lui già come uno dei flanker più forti del mondo. Il 21enne è stato eletto Man of the Match contro La Rochelle, dopo la solita partita fatta di tanti placcaggi (13, nessuno sbagliato) e turnover risolutivi (3). In attacco si è fatto notare con un break e un difensore battuto, con 19 metri corsi su 6 cariche.

24 – I minuti finali in cui Montpellier ha dovuto giocare in 14, a causa del cartellino rosso ricevuto da Jacques du Plessis per una gomitata alla testa di un avversario. Nonostante l’inferiorità numerica, i francesi sono riusciti a resistere al ritorno degli inglesi e a portare a casa quattro punti importanti, che comunque non faranno svanire magicamente i problemi della squadra allenata da Vern Cotter.

75 – La percentuale di possesso palla del Gloucester nel secondo tempo, che ha dominato in questo aspetto anche prima dell’espulsione di du Plessis. Per la mole di gioco prodotta, però, i cherry&white hanno segnato fin troppo tardi la terza meta con Simpson, frutto peraltro di una bella azione partita dai propri 22. Per il resto, i tanti falli contro (15) e i 18 turnover concessi non hanno permesso agli inglesi di sfruttare a pieno il possesso avuto.

Italians – Callum Braley, partito dal 1′, ha giocato sessanta minuti e segnato una meta. Match di grande spessore per Jake Polledri, che ha caricato la linea di difesa avversaria ben 22 volte, considerando che il pallone è stato in mano a Gloucester per la maggior parte del tempo. Il terza linea ha prodotto numeri interessanti, guadagnando 69 metri, creando un break, battendo 8 difensori e servendo 2 offload.

– Leggi anche: cos’era successo nel sabato di Champions Cup

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Champions e Challenge Cup: sede, calendario, orari e arbitri delle finali europee

Tutto il programma delle finali Gloucester-Sharks e, soprattutto, Leinster-Tolosa

21 Maggio 2024 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Leinster verso la finale di Champions, Cullen: “Siamo un’altra squadra rispetto alle finali perse con La Rochelle”

Per la terza volta consecutiva la franchigia irlandese arriva all'ultimo atto, e secondo il tecnico stavolta può finire diversamente

20 Maggio 2024 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Champions Cup, Thomas Ramos lancia Tolosa: “Siamo una squadra a cui piace fare la storia”

Inizia la settimana di avvicinamento all'attesissima finale di Londra fra le due squadre più titolate di sempre

20 Maggio 2024 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Anomalia rugby: nessun premio in denaro per chi vince la Champions Cup

Una soluzione che non è stata imposta dall'EPCR ma decisa dagli stessi club

7 Maggio 2024 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

“Il fine settimana più importante nella storia degli Harlequins”

Lo dice Alex Dombrandt, il numero 8 del club londinese che per la prima volta si gioca una semifinale di Champions Cup

2 Maggio 2024 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Champions Cup: l’analisi di Leinster-Northampton e Tolosa-Harlequins

Due semifinali con oltre 100000 spettatori fra Dublino e Tolosa

1 Maggio 2024 Coppe Europee / Champions Cup