Super Rugby: Aaron Cruden tornerà ai Chiefs per la stagione 2020

Il contratto con Montpellier si concluderà nei prossimi giorni. Prima di andare in Giappone, l’apertura farà tappa in patria

aaron cruden

ph. Sebastiano Pessina

Aaron Cruden tornerà ai Chiefs a partire dal Super Rugby 2020. Il mediano d’apertura neozelandese ha firmato un contratto per un anno con la franchigia in cui ha giocato dal 2012 al 2017 nei suoi anni migliori della carriera fino a questo momento.

Dall’estate 2017 Cruden si è trasferito in Francia, al Montpellier, con cui aveva firmato un contratto biennale con opzione per il terzo anno a circa 800mila euro a stagione. In Europa per Cruden le cose però sono sempre andate piuttosto male, a causa di tanti infortuni e delle prestazioni piuttosto negative del club heraultais negli ultimi tempi, nonostante i grandi investimenti sul mercato.

A maggio, il Montpellier aveva deciso di non rinnovare il contratto con Cruden per un’altra intera stagione, ma di tenerlo in rosa solo come joker medical fino al prossimo 18 novembre. Nel frattempo, il giocatore neozelandese si è accordato con i Kobe Kobelco Steelers, club della Top League giapponese, ma a partire dalla stagione nipponica successiva.

In mezzo, dunque, c’era la possibilità per Cruden di tornare a giocare nel Super Rugby e i Chiefs del nuovo allenatore Warren Gatland hanno sfruttato questa chance. “È un grande uomo squadra, che porta tanta esperienza ed è molto ben considerato dai suoi compagni” – ha detto il CEO Michael Collins. “Come giocatore ha una comprovata capacità di creare opportunità al piede – ha detto Gatland – E può far partire un attacco da qualsiasi parte del campo”.

Con la maglia dei Chiefs, Cruden ha messo insieme 89 presenze e ha vinto i Super Rugby 2012 e 2013. In quegli anni è stato anche protagonista con la maglia degli All Blacks, con cui ha esordito durante i Test Match del 2010. Ha preso parte alla Rugby World Cup 2011, partendo dal primo minuto in finale, e ha poi preso la maglia da titolare nel momento in cui Dan Carter entrò nel suo periodo sabbatico. A causa di un infortunio saltò la Rugby World Cup 2015, mentre nei due anni successivi fece la riserva a Beauden Barrett.

In totale, con gli All Blacks ha collezionato 50 cap. Con il ritorno in patria, anche se solo per un anno, Cruden sarà di nuovo selezionabile dal prossimo allenatore della Nuova Zelanda per i Test Match del 2020, prima del suo trasferimento in Giappone.

classifica super rugby

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Super Rugby Aotearoa: il “Golden Point” per evitare i pareggi?

In Nuova Zelanda si sta ragionando sulla possibilità di introdurre una nuova norma nel torneo inedito alle porte

27 Maggio 2020 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Australia: Izack Rodda rifiuta il taglio dello stipendio, i Reds lo fermano

Medesima situazione anche per Isaac Lucas and Harry Hockings, giovani promesse della franchigia

19 Maggio 2020 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Beauden Barrett è più in forma che mai, a 7 mesi dall’ultima partita giocata

In allenamento, il fuoriclasse dei Blues ha riscritto alcuni record del team di Auckland

18 Maggio 2020 Foto e video
item-thumbnail

Cosa sta succedendo in Sudafrica?

Du Toit, Marx ed altri elementi di rilievo potrebbero presto lasciare il paese

17 Maggio 2020 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Stranezze ovali: Ofa Tu’ungafasi e la sua particolare “Macchina per la mischia”

Il pilone degli All Blacks ha dato sfogo a tutta la sua immaginazione per continuare ad allenarsi

14 Maggio 2020 Foto e video
item-thumbnail

All Blacks: ora è ufficiale, Milner-Skudder è tornato. Giocherà con gli Highlanders

Insieme a lui potrebbe esserci ancora Ben Smith a far parte del roster della franchigia di Dunedin

13 Maggio 2020 Emisfero Sud / Super Rugby