La multa per la risposta inglese all’haka è “colpa” di Joe Marler

Il pilone inglese ha raccontato – con la consueta grande personalità – di aver mal interpretato il piano studiato la sera prima del match

Joe Marler

Joe Marler con uno sproporzionato cuscino (ph. REUTERS/Toby Melville)

Il modo in cui l’Inghilterra ha risposto all’haka degli All Blacks, prima della semifinale della Rugby World Cup 2019, è nato da un piccolo equivoco. Lo hanno raccontato Ben Youngs e Joe Marler durante la trasmissione The Jonathan Ross Show, in onda su ITV, e la spiegazione è stata piuttosto esilarante.

La sera prima della partita la squadra inglese si è riunita per decidere proprio come affrontare la celebre danza maori della Nuova Zelanda, come ha spiegato Youngs. “Ci siamo detti che volevamo affrontarla, volevamo assicurarci che loro sapessero che eravamo pronti. Quindi abbiamo deciso di fare un semicerchio – ha raccontato il mediano di mischia – Ma alcuni ragazzi erano ancora un po’ confusi…”, indicando Marler ridendo.

Youngs ha anche disegnato lo schema su una lavagna e tutti i giocatori si sono accordati sulla posizione da tenere in campo. L’organizzazione insomma sembrava piuttosto chiara e dettagliata, tranne che per l’eccentrico pilone degli Harlequins, perfettamente a suo agio nello studio del talk show e nel raccontare l’episodio, con pause ed espressività da vero cabarettista.

“Il problema che ho avuto – ha raccontato Marler – è che quando ho guardato quella lavagna ho pensato: “Non è in scala”. Pensavo che saremmo dovuti andare più vicini a loro (agli All Blacks), rispetto a quanto c’era disegnato sulla lavagna”. La formazione inglese, quindi, non avrebbe dovuto essere una V, ma un semplice semicerchio.

“Ho superato la linea della metà campo, ma pensavo che lo avremmo fatto tutti. Poi ho guardato dietro e gli altri non mi stavano seguendo, ma a quel punto ho pensato «Io già sono partito»”, ha detto Marler.

Per aver superato la metà campo, cosa proibita dal regolamento di gara, l’Inghilterra è stata poi multata da World Rugby con una sanzione di 2000 sterline. Quando Jonathan Ross ha chiesto chi pagherà questa multa, Youngs, Tom Curry e Manu Tuilagi (anche loro ospiti dello show) non hanno avuto problemi nell’indicare il loro compagno di nazionale. “Io?!”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: 5 mete incredibili del Mondiale giapponese

Dalla realizzazione di Kenki Fukuoka a quella di George Bridge: la possibilità di rivivere alcuni momenti iridati

20 Marzo 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Il discorso di Rassie Erasmus prima della finale Mondiale

Cos'ha detto Erasmus ai suoi ragazzi prima di battere l'Inghilterra e diventare Campioni del Mondo? E cosa ci faceva a Murrayfield sabato scorso per S...

12 Febbraio 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Kyle Sinckler non ricorda quasi nulla della finale

Il pilone inglese ha raccontato i momenti dopo l'uscita dal campo a causa di una concussion

19 Dicembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: le migliori dieci mete del torneo

Si avvicina la fine dell'anno ed è tempo di bilanci e classifiche: ecco le migliori 10 mete del main event ovale del 2019

11 Dicembre 2019 Foto e video
item-thumbnail

Irlanda: “Troppa pressione al mondiale”, Best e Nucifora tornano sull’eliminazione

Il capitano e il direttore della performance della federazione irlandese sono tornati a parlare della deludente avventura nipponica

6 Dicembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Eddie Jones sulla finale mondiale: “Nella mia testa la rivedo ogni giorno”

Il CT dell'Inghilterra è tornato sulla partita persa contro gli Springboks, ammettendo che "mi sembra di vedere la Coppa davanti a me"

12 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019