Rugby World Cup 2019: il mistero Kieran Read

Il capitano degli All Blacks non si è allenato, ma Hansen ha insistito: “E’ al 100%”

Ph. Sebastiano Pessina

Il numero 8 e capitano degli All Blacks Kieran Read non ha preso parte alla seduta di allenamento della sua squadra prevista per oggi. Nonostante l’assenza abbia immediatamente scatenato le speculazioni sulla sua presenza e sul suo stato di salute fisica in vista della semifinale di sabato, l’head coach Steve Hansen ha voluto calmare subito ogni voce dicendo in conferenza stampa che Read è al 100%.

“Non c’è alcun tipo di problema. Non lo avete visto allenarsi perché era in palestra sulla cyclette. Dopo la partita ha un polpaccio un po’ indurito e non volevamo metterlo in campo su un terreno bagnato dalla pioggia.”

A precisa domanda sulla presenza del capitano in semifinale: “Ci sarà al 100%”.

Una certezza, quella di Hansen, pronta a tramutarsi in una certezza sul campo: dopo una stagione non facilissima, il 34enne è apparso nella sua forma più smagliante contro l’Irlanda, giocando una partita gigantesca fra il lavoro duro in difesa, dove ha distribuito un po’ ovunque placcaggi granitici, e lampi di classe in attacco, dove il suo playmaking nello stretto ha messo sempre sui binari avanzanti i compagni di squadra.

Quel che è sicuro è che ci vorrà un Read davvero al massimo delle sue forze per contrastare una terza linea inglese di primissima qualità, tecnica e atletica.

Chi invece sicuramente non scenderà sul prato di Yokohama è Matt Todd, fermato da un infortunio alla spalla dopo essere entrato in campo nel secondo tempo del quarto di finale contro l’Irlanda.

Per fare il tifo per l’ex compagno di terza linea, intanto, sta arrivando in Giappone anche uno che di Rugby World Cup se ne intende: Richie McCaw è atteso a breve per assistere, insieme alla famiglia, alla semifinale che vedrà coinvolta la propria nazionale.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: le migliori dieci mete del torneo

Si avvicina la fine dell'anno ed è tempo di bilanci e classifiche: ecco le migliori 10 mete del main event ovale del 2019

11 Dicembre 2019 Foto e video
item-thumbnail

Irlanda: “Troppa pressione al mondiale”, Best e Nucifora tornano sull’eliminazione

Il capitano e il direttore della performance della federazione irlandese sono tornati a parlare della deludente avventura nipponica

6 Dicembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Eddie Jones sulla finale mondiale: “Nella mia testa la rivedo ogni giorno”

Il CT dell'Inghilterra è tornato sulla partita persa contro gli Springboks, ammettendo che "mi sembra di vedere la Coppa davanti a me"

12 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La multa per la risposta inglese all’haka è “colpa” di Joe Marler

Il pilone inglese ha raccontato - con la consueta grande personalità - di aver mal interpretato il piano studiato la sera prima del match

9 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup: Scozia multata di 70mila sterline per la vicenda Hagibis

La federazione minacciò di intentare causa alla federazione internazionale se non si fosse disputata la gara del girone A

7 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Slow Motion – Speciale RWC: la meta più bella della fase finale

I 90 abbaglianti secondi che sono serviti all'Inghilterra per prendere la testa della semifinale, raccontati nel dettaglio

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019