Rugby World Cup 2019: Jones sceglie l’Inghilterra per i quarti

George Ford fuori a sorpresa, si rivede Henry Slade. C’è anche Mako Vunipola

ph. Sebastiano Pessina

Eddie Jones non lesina le sorprese. Nonostante l’allenatore dell’Inghilterra abbia operato solamente tre cambi al XV vittorioso contro l’Argentina nella fase a gironi, si tratta di modifiche sostanziali. Un ritorno all’ancien regime rispetto a quanto visto finora alla Rugby World Cup: Owen Farrell torna a vestire la maglia numero 10, scalzando dalla posizione un George Ford in un momento di forma brillante, e fa spazio al ritorno di Henry Slade come secondo centro, con Manu Tuilagi che si sposta ad indossare la 12.

Una rivoluzione della linea arretrata che rispolvera quanto visto nell’ultimo anno e mezzo in Inghilterra, anche se Tulagi e Slade non hanno avuto più occasione di giocare insieme dopo il Sei Nazioni, principalmente a causa degli acciacchi fisici patiti dall’asso di Exeter.

Gli altri cambi in formazione prevedono il recupero di Mako Vunipola, che inizierà l’incontro al posto di Joe Marler, e l’aggiunta di un pizzico di fisicità con l’ingresso nel XV di Courtney Lawes in seconda linea, in luogo di George Kruis.

Leggi anche: Australia, Cheika gioca d’azzardo per i quarti di finale

“George [Ford] è nei 23 – ha dichiarato Jones in conferenza stampa – Abbiamo una squadra che inizia e una che termina l’incontro, quindi chiuderà la partita invece di iniziarla. Gli ho parlato questa mattina e certamente era deluso, ma sa quale sia il suo ruolo nella squadra.”

“Ha un compito importante e questo è quello di cui abbiamo parlato, il fatto che abbiamo una formazione composta da 23 giocatori, ognuno con un ruolo da svolgere.”

“Mako [Vunipola] si è allenato in maniera eccezionale. Pensiamo che la sua esperienza e le sue abilità saranno decisive nel contesto della squadra e lo hanno portato ad essere scelto. Sia Joe Marler che Ellis Genge sono stati fantastici per noi, è stata una difficile decisione.”

Ci sono otto squadre, adesso, le migliori otto del mondo che giocano in quattro partite. Abbiamo lavorato quattro anni per arrivare qui, abbiamo fatto un sacco di duro lavoro e i nostri giocatori sono stati assolutamente grandiosi in termini di preparazione dentro e fuori dal campo. Pensiamo di esserci preparati al meglio per questa partita.”

Inghilterra

1. Mako Vunipola
2. Jamie George
3. Kyle Sinckler
4. Maro Itoje
5. Courtney Lawes
6. Tom Curry
7. Sam Underhill
8. Billy Vunipola
9. Ben Youngs
10. Owen Farrell (capt.)
11. Jonny May
12. Manu Tuilagi
13. Henry Slade
14. Anthony Watson
15. Elliot Daly

16. Luke Cowan-Dickie
17. Joe Marler
18. Dan Cole
19. George Kruis
20. Lewis Ludlam
21. Willi Heinz
22. George Ford
23. Jonathan Joseph

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Eddie Jones sulla finale mondiale: “Nella mia testa la rivedo ogni giorno”

Il CT dell'Inghilterra è tornato sulla partita persa contro gli Springboks, ammettendo che "mi sembra di vedere la Coppa davanti a me"

12 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La multa per la risposta inglese all’haka è “colpa” di Joe Marler

Il pilone inglese ha raccontato - con la consueta grande personalità - di aver mal interpretato il piano studiato la sera prima del match

9 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup: Scozia multata di 70mila sterline per la vicenda Hagibis

La federazione minacciò di intentare causa alla federazione internazionale se non si fosse disputata la gara del girone A

7 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Slow Motion – Speciale RWC: la meta più bella della fase finale

I 90 abbaglianti secondi che sono serviti all'Inghilterra per prendere la testa della semifinale, raccontati nel dettaglio

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Springboks, Tendai Mtawarira saluta la nazionale

Il pilone si ritira dal rugby internazionale dopo la vittoria da protagonista del trofeo più importante

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La storia unica di Makazole Mapimpi, campione del mondo

Cresciuto molto lontano dal rugby che conta, a 27 anni non aveva mai avuto un contratto professionistico. È diventato titolare e protagonista negli Sp...

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019