Guida alla Premiership 2019/2020

Inizia venerdì il campionato più bello del mondo, fra nuove stelle e un sostanziale equilibrio

ph. Action Images via Reuters/Jason Cairnduff

Saranno ancora Saracens ed Exeter le due padrone indiscusse della Premiership? Forse, ma con la Rugby World Cup che fa pagare il suo prezzo e una lotta serrata da parte delle altre contendenti, il campionato più appassionante di Ovalia è pronto a tornare con un carico sportivo sensazionale.

Il campionato inglese incomincerà venerdì con la sfida fra Bristol e Bath, antipasto ad una prima giornata che avrà come big match lo scontro di sabato pomeriggio fra Saracens e Northampton e si chiuderà poi domenica con il posticipo che vedrà di scena la neopromossa London Irish contro i Wasps.

Si andrà avanti a giocare fino a sabato 6 giugno, quando, al termine delle ventidue giornate di stagione regolare previste, emergeranno dal lotto delle dodici contendenti le 4 squadre destinate a giocarsi lo scudetto. Le semifinali avranno luogo nel fine settimana del 12 giugno, la finale è fissata a Twickenham per il 20 giugno 2020.

Retrocede in Championship l’ultima classificata al termine della stagione regolare, sono qualificate in Champions Cup le prime sei.

Bath

Difficile dedurre il reale valore del Bath, una delle squadre che nel campionato inglese sta in quel minestrone di squadre che ambiscono al quarto gradino che potrebbe portarla ai playoff, ma al contempo rischia di essere risucchiata molto più in basso. Il mercato non ha portato innesti di grande livello, ma al Recreation Ground possono contare su un nucleo di grande qualità che potrà iniziare subito bene nel periodo di assenza dei giocatori internazionali.
Posizione 18/19: 6°
Coach: Stuart Hooper
Giocatore da seguire: Zach Mercer – 
Il giovane terza linea è stato scartato da Eddie Jones, ma rimane uno dei giocatori di maggior classe del panorama inglese. Può dimostrare di che pasta è fatto rendendosi il punto di riferimento per il proprio club.

Bristol Bears

L’ambizione è la cifra distintiva di una delle sorprese della scorsa stagione, squadra neopromossa capace di sfuggire alla logica dell’elastico fra prima e seconda divisione. Anche quest’anno la squadra dovrebbe attestarsi a metà classifica, con una possibilità di entrare nel novero delle prime sei per garantirsi l’accesso alla Champions Cup.
Posizione 18/19: 9°
Coach: Pat Lam
Giocatore da seguire: Nathan Hughes – 
L’ex Wasps è l’acquisto più importante dell’estate, per consolarsi dall’addio di George Smith. Il possente numero 8 punta a una stagione di riscatto dopo un periodo di declino della propria carriera

Exeter Chiefs

Dominatori in stagione regolare, spesso sconfitti dalla rivale saracena in finale. Questo il destino dei Chiefs nelle ultime stagioni. La solidità del gruppo di giocatori non internazionali del club garantisce un sicuro campionato di alta classifica, anche se ogni anno diventa sempre più difficile ripetere i fasti precedenti.
Posizione 18/19: 1° (sconfitto in finale)
Coach: Rob Baxter
Giocatore da seguire: Stuart Hogg – 
Dopo una Rugby World Cup deludente l’estremo scozzese non tornerà a casa, a Glasgow, ma si butterà nella nuova avventura inglese. Chissà che l’aria e le cure dello staff riescano a restituirci il giocatore di cui un po’ tutti ci siamo innamorati.

Gloucester 

Dopo la scorsa stagione, in cui i cherry and white sono tornati ad affermarsi fra le squadre nobili del campionato inglese, Cipriani e soci puntano a rifarsi e, anche, a migliorarsi. La squadra si è rinforzata, il prezzo pagato alla Rugby World Cup è relativo: Gloucester è in ballo per una grande annata.
Posizione 18/19: 3° (eliminato in semifinale)
Coach: Johan Ackermann
Giocatore da seguire: Ollie Thorley – 
Potrebbe essere l’anno della consacrazione di questo talentuosissimo utility back, un vero e proprio fulmine con un carrozzeria notevole capace di segnare caterve di mete, spesso bellissime.

Harlequins

Attenzione agli arlecchini, che vogliono tornare a fare la voce grossa in Premiership. Dopo una stagione positiva sotto la guida di Paul Gustard, la squadra sembra essersi riorganizzata, e ha deciso chiaramente di puntare in alto visto un mercato di lusso che vede arrivare a Londra i Pumas Garcia Botta e Landajo, i figiani Goneva e Cavubati e, non ultimo, Michele Campagnaro. Destinazione playoff.
Posizione 18/19: 5°
Coach: Paul Gustard
Giocatore da seguire: Danny Care – 
Mike Brown, Chris Robshaw, Danny Care. I grandi delusi delle convocazioni di Eddie Jones. Tre giocatori dalla carriera infinita, nella fase discendente della loro carriera, con una squadra forte e ambiziosa alle spalle. Dei tre, Care è il più interessante, perché sfidato a mantenere un livello importante dall’arrivo di Martin Landajo: sarà una stagione da seguire quella di un giocatore tutto pepe tecnicamente e caratterialmente.

Leicester Tigers

La squadra di Welford Road è chiamata al riscatto: dopo il caos totale della stagione passata, quest’anno si cambia radicalmente. Sono 22 i giocatori che hanno lasciato il club, 14 quelli in arrivo. A Geordan Murphy, con l’aiuto di Mike Ford, l’ambizioso compito di rifondare un team vincente. Potrebbero avere qualche difficoltà iniziale, dati i tanti internazionali in rosa.
Posizione 18/19: 11°
Coach: Geordan Murphy
Giocatore da seguire: Tomas Lavanini –
Lavanini sembrava un talento perduto, troppo incline all’indisciplina e ai cartellini. Poi le ultime due stagioni con i Jaguares ne hanno visto una progressiva rinascita, e un ritorno a livello molto alti, tranne poi tornare il solito, vecchio Lavanini nel momento meno conveniente. Quale giocatore si presenterà a Welford Road?

London Irish

Gli Exiles sono qui per restare. Il salto di categoria è sicuramente un osso duro da digerire ma la campagna acquisti sontuosa operata dai London Irish dovrebbe aiutarli non poco a rimanere nel rugby che conta. I nomi parlano da soli: Sean O’Brien, Nick Phipps, Curtis Rona, Waisake Naholo, Adam Coleman, Sekope Kepu, Steve Mafi, Ruan Botha.
Posizione 18/19: neopromossa
Coach: Les Kiss
Giocatore da seguire: Sean O’Brien 
– Il terza linea ha visto il proprio corpo andare in frantumi insieme alle speranze di partecipare alla Rugby World Cup. In questa stagione il 32enne da Tullow è chiamato a dimostrare di non essere finito.

Northampton Saints

La stagione della rinascita è già arrivata al Franklin’s Garden. Dopo un’annata memorabile sulle spalle delle prestazioni di Cobus Reinach e Dan Biggar, la nuova stagione sarà più complessa per i Saints, che partono pagando un notevole dazio alla Rugby World Cup. Potrebbero rimanere fuori dalle prime quattro, ma sicuramente lotteranno per essere nella parte alta della classifica.
Posizione 18/19: 4°
Coach: Chris Boyd
Giocatore da seguire: Owen Franks
– Escluso a sorpresa dagli All Blacks, il pilone neozelandese si consola raggiungendo il fratello Ben a Northampton, per formare con Dylan Hartley la prima linea più dura, ribalda e temibile della Premiership

Sale Sharks

Il sapore sudafricano degli Sharks è sempre più accentuato: il contingente di Springboks al servizio della squadra di Sale si ingrandisce con altri sette ragazzoni provenienti soprattutto dagli altri Sharks, quelli di Durban. Dopo un ottimo settimo posto e un rugby davvero entusiasmante giocato l’anno scorso, mettete pure gli squali in lizza per un posto ai playoff.
Posizione 18/19: 7°
Coach: Steve Diamond
Giocatore da seguire: Robert du Preez – 
Il mediano di apertura degli Sharks arriva dalle parti di Manchester per raggiungere i fratelli Dan e Jean-Luc. Dovrà dimostrare tutta la sua classe sin da inizio stagione per provare a far sua la maglia numero 10 di AJ MacGinty

Saracens

Hanno decine di giocatori impegnati al mondiale? Poco importa, la forza dei Saracens sta anche nella qualità delle risorse interne, che dovrebbe riuscire a mantenerli in orbita playoff abbastanza a lungo perché le proprie stelle tornino alla base pronte a conquistare un altro titolo, anche grazie a una campagna acquisti tutta puntata sulla qualità
Posizione 18/19: 2° (vincitore finale)
Coach: Mark McCall
Giocatore da seguire: Elliot Daly – 
L’ex Wasp arriva in una squadra che vanta in rosa, fra gli altri, Alex Goode e Liam Williams. Chi prenderà la maglia numero 15?

Wasps

Mercato sontuoso, quello dei Wasps, alla disperata ricerca di tornare in pista e ritrovare i playoff dopo un periodo di limbo. Malakai Fekitoa, Jeffery Toomaga-Allen e Matteo Minozzi raggiungono Lima Sopoaga e Brad Shields tra le fila giallonere. Basteranno per rilanciare le sorti del club?
Posizione 18/19: 8°
Coach: Dai Young
Giocatore da seguire: Matteo Minozzi 
– Inutile dire che gli occhi dei tifosi italiani saranno puntati sul diabolico folletto azzurro, alle prese con una sfida con pochi eguali: non far rimpiangere uno come Elliot Daly con la maglia delle Vespe

Worcester Warriors

I Warriors sono la squadra sulla carta indiziata per la retrocessione: hanno perso Ben Te’o e Josh Adams, si sono ritirati gli esperti Olivier e Potgieter, sono arrivati dal mercato rincalzi che devono dimostrare tutto il loro valore. Ma proprio per il nome stesso della squadra di Worcester, non si accomoderanno proni nel ruolo della vittima sacrificali, combattendo senza quartiere in ogni partita per ottenere un’altra salvezza.
Posizione 18/19: 10°
Coach: Rory Duncan
Giocatore da seguire: Ted Hill – 
Terza linea classe 1999 dal fisico imponente e dalla grande esplosività, Hill ha già dimostrato la propria caratura l’anno scorso, ottenendo anche un cap con la nazionale. E pensare che solo quest’anno è uscito dalla Academy e ha firmato il suo primo contratto da professionista.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

I Saracens non ricorreranno in appello per la penalizzazione e la multa

Tutti i media britannici lo danno ormai per certo: al club londinese verrà effettivamente applicata la penalizzazione di 35 punti

18 Novembre 2019 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Tante sorprese nella quarta giornata di Premiership

Bristol e Worcester rimontano in casa di Exeter e Harlequins. Minozzi gioca 80 minuti, ma i Wasps cadono ancora contro gli Sharks

11 Novembre 2019 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Harlequins: Joe Marchant giocherà nel Super Rugby 2020 con i Blues

Il secondo centro inglese, uno dei talenti più interessanti in patria, passerà sei mesi in Nuova Zelanda

10 Novembre 2019 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership, Exeter contro i Sarancens: “Devono essere retrocessi”

Il management dei vicecampioni d'Inghilterra si scaglia contro il club londinese

6 Novembre 2019 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership: Saracens penalizzati di 35 punti in classifica per aver infranto il salary cap

Il club campione d'Inghilterra e d'Europa alle prese con gravi problemi per la gestione del monte stipendi. Ora rischiano grosso

5 Novembre 2019 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Il brillante debutto di Matteo Minozzi, e tanto altro, nella terza giornata di Premiership

Prova notevole anche per Jake Polledri, nonostante la sconfitta di Gloucester

4 Novembre 2019 Emisfero Nord / Premiership