Rugby World Cup 2019: Georgia e Fiji per un posto nel salotto buono

Due squadre agli antipodi si battono per il terzo posto nel girone, che vale la qualificazione automatica al prossimo mondiale

georgia

ph. Sebastiano Pessina

Georgia e Fiji sono due squadre l’una l’opposto dell’altra: la squadra europea è dura, coriacea, improntata su un gioco estremamente fisico, con un amore che sfiora l’autolesionismo per la mischia chiusa, la maul e tutto quello che è forza bruta; gli uomini del Pacifico invece amano gli spazi aperti, giocare con il pallone tra le mani, un rugby di corsa e fantasia.

Queste due filosofie opposte, che rappresentano gli estremi dei tanti modi che ci sono di interpretare lo sport con la palla ovale, si troveranno di fronte giovedì mattina all’Hanazono Rugby Stadium di Higashiosaka. E’ una partita del girone D, una partita importante per entrambe le formazioni.

Verosimilmente, infatti, Fiji e Georgia combattono per il terzo posto nel girone, che consente la qualificazione diretta al prossimo mondiale, Francia 2023. Nessuna delle due compagini, sulla carta, dovrebbe avere problemi nelle eventuali fasi di qualificazione, ma non affrontarle è sempre meglio, sia da un punto di vista agonistico che da uno di prestigio.

Per l’occasione entrambe le squadre ripropongono quelle che sono le loro migliori formazioni, con due sostanziali sorprese, una per parte. Per gli isolani Viliame Mata viene messo in panchina per fare posto al ritornante Peceli Yato, che prenderà la maglia numero 8 al fianco del capitano Wakaniburotu e di Semi Kunatani, alla prima presenza a questo mondiale. La Georgia lascia invece fuori il numero 10 Tedo Abzhandadze, che pur giovanissimo è sempre stato finora la prima scelta di Haig.

Per i Lelos torna in campo dal primo minuto il capitano Merab Sharikadze.

Entrambe le squadre arrivano a giocarsi questo incontro sapendo quanto sia importante: chi perde è fuori da questo e dal prossimo mondiale, chi vince ha ancora il diritto di giocarsi addirittura la qualificazione ai quarti, oltre ad avere ipotecato il terzo posto nel girone.

Si gioca alle 7:15 italiane, arbitra Paul Williams. La partita sarà trasmessa in streaming da rugbyworldcup.com

Georgia: 15 Soso Matiashvili, 14 Giorgi Kveseladze, 13 David Kacharava, 12 Merab Sharikadze, 11 Alexander Todua, 10 Lasha Khmaladze,  9 Vasil Lobzhanidze, 8 Beka Gorgadze, 7 Mamuka Gorgodze, 6 Giorgi Tkhilaishvili, 5 Konstantine Mikautadze, 4 Giorgi Nemsadze, 3 Beka Gigashvili, 2 Shalva Mamukashvili, 1 Mikheil Nariashvili
A disposizione: 16 Jaba Bregvadze, 17 Guram Gogichashvili, 18 Levan Chilachava, 19 Otari Giorgadze, 20 Beka Saginadze, 21 Gela Aprasidze, 22 Lasha Malaguradze, 23 Miriani Modebadze

Fiji: 15 Kini Murimurivalu, 14 Josua Tuisova, 13 Waisea Nayacalevu, 12 Lepani Botia, 11 Semi Radradra, 10 Ben Volavola, 9 Frank Lomani, 8 Peceli Yato, 7 Semi Kunatani, 6 Dominiko Waqaniburotu (capt.), 5 Leone Nakarawa, 4 Tevita Cavubati, 3 Manasa Saulo, 2 Samuel Matavesi, 1 Campese Ma’afu
A disposizione: 16 Tuvere Vugakoto, 17 Eroni Mawi, 18 Peni Ravai, 19 Apisalome Ratuniyarawa, 20 Viliame Mata, 21 Nikola Matawalu, 22 Jale Vatubua, 23 Josh Matavesi

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Irlanda: “Troppa pressione al mondiale”, Best e Nucifora tornano sull’eliminazione

Il capitano e il direttore della performance della federazione irlandese sono tornati a parlare della deludente avventura nipponica

6 Dicembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Eddie Jones sulla finale mondiale: “Nella mia testa la rivedo ogni giorno”

Il CT dell'Inghilterra è tornato sulla partita persa contro gli Springboks, ammettendo che "mi sembra di vedere la Coppa davanti a me"

12 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La multa per la risposta inglese all’haka è “colpa” di Joe Marler

Il pilone inglese ha raccontato - con la consueta grande personalità - di aver mal interpretato il piano studiato la sera prima del match

9 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup: Scozia multata di 70mila sterline per la vicenda Hagibis

La federazione minacciò di intentare causa alla federazione internazionale se non si fosse disputata la gara del girone A

7 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Slow Motion – Speciale RWC: la meta più bella della fase finale

I 90 abbaglianti secondi che sono serviti all'Inghilterra per prendere la testa della semifinale, raccontati nel dettaglio

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Springboks, Tendai Mtawarira saluta la nazionale

Il pilone si ritira dal rugby internazionale dopo la vittoria da protagonista del trofeo più importante

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019