Test match: Tutto facile per la Scozia a Tbilisi

Cinque mete contro una il bilancio di una partita mai in discussione. Finisce 44-10 per la squadra di Gregor Townsend

rugby scozia

ph. Sebastiano Pessina

Nonostante il risultato, rimane storica la giornata di sabato per il rugby georgiano: per la prima volta una squadra di prima fascia ha giocato a Tbilisi. Le differenze di livello sono emerse tutte, però, fin dai primi quaranta minuti. Nonostante l’abnegazione e il consueto impegno fisico profuso dagli uomini di casa, all’intervallo il tabellone recitava già un impietoso 23-3, siglato dalle mete di Ben Toolis e Rory Hutchinson e corredato da 13 punti al piede di Greig Laidlaw.

Lo stesso Hutchinson, alla sua prima presenza da titolare e terza complessiva in maglia scozzese, firmava la doppietta personale al settimo della ripresa, portando i suoi a quota 30. Il giovane centro potrebbe essere una sorprendente scelta dell’ultimo minuto di Gregor Townsend, visti i promettenti inizi e la relativa scarsità di materia prima in mezzo al campo.

L’unico momento di soddisfazione per i padroni di casa è arrivato intorno all’ora di gioco, con il pilone Kakha Asieshvili che, entrato dalla panchina, segnava la sola meta georgiana dell’incontro. Nell’ultimo quarto di partita, ancora due mete per la nazionale scozzese, con un grubber di Finn Russell a premiare l’elettrica velocità del Principe D’Arcy Graham prima e Ali Price poi, a servire l’assist decisivo per Scott Cummings.

La Scozia diramerà i propri convocati per la Rugby World Cup ad inizio settimana.  Le due squadre si affronteranno nuovamente fra una settimana ad Edimburgo, prima del debutto mondiale.  La Scozia esordirà nella decisiva gara contro l’Irlanda del 22 settembre a Yokohama, la Georgia il giorno dopo contro il Galles a Toyota.

Georgia: 15 Soso Matiashvili, 14 Mirian Modebadze, 13 Zurab Dzneladze, 12 Davit Katcharava, 11 Sandro Todua, 10 Tedo Abzhandadze, 9 Vasil Lobzhanidze, 8 Beka Gorgadze, 7 Beka Saghinadze, 6 Otar Giorgadze, 5 Kote Mikautadze, 4 Shalva Sutiashvili, 3 Beka Gigashvili, 2 Shalva Mamukashvili, 1 Mikheil Nariashvili (c)
A disposizione: 16 Giorgi Tchqoidze, 17 Kakha Asieshvili, 18 Levan Chilachava, 19 Giorgi Nemsadze, 20 Lasha Lomidze, 21 Gela Aprasidze, 22 Lasha Khmaladze, 23 Tamaz Mtchedlidze

Marcatori Georgia
Mete: Asieshvili (57)
Trasformazioni: Abzhandadze (57)
Calci di punizione: Matiashvili (30)

Scozia: 15 Blair Kinghorn, 14 Darcy Graham, 13 Rory Hutchinson, 12 Sam Johnson, 11 Sean Maitland, 10 Finn Russell, 9 Greig Laidlaw, 8 Matt Fagerson, 7 Hamish Watson, 6 John Barclay, 5 Grant Gilchrist, 4 Ben Toolis, 3 Willem Nel, 2 Stuart McInally (c), 1 Allan Dell
A disposizione: 16 Grant Stewart, 17 Jamie Bhatti, 18 Zander Fagerson, 19 Scott Cummings, 20 Josh Strauss, 21 Ali Price, 22 Adam Hastings, 23 Huw Jones

Marcatori Scozia
Mete: Toolis (14), Hutchinson (19, 47), Graham (63), Cummings (74)
Trasformazioni: Laidlaw (14, 19, 47), Russell (63), Hastings (74)
Calci di punizione: Laidlaw (6, 11, 40)

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

E se Hoskins Sotutu giocasse con l’Inghilterra?

Scopriamo perchè e come il fenomeno dei Blues potrebbe vestire la maglia numero 8 della squadra di Eddie Jones

item-thumbnail

“Non canterò più Swing Low, Sweet Chariot “, lo dice il CEO della Federazione Inglese

In Inghilterra continua a far discutere il canto dei tifosi della Nazionale della Rosa

item-thumbnail

Francia: Galthié svela alcuni retroscena del ritiro internazionale di Jefferson Poirot

Il ct della nazionale transalpina offre un punto di vista diverso alla vicenda

item-thumbnail

Eddie Jones lancia l’allarme: “Il rugby? Sta diventando troppo simile al football americano”

Il coach dell'Inghilterra analizza l'evoluzione del gioco negli ultimi vent'anni

item-thumbnail

World Rugby approva 10 regole sperimentali per la ripartenza del gioco

Il governo ovale mondiale vuole aiutare le federazioni nazionali a ricominciare nel più breve tempo possibile