Ranking mondiale: cosa può accadere nel weekend

Indipendentemente dal risultato della Bledisloe Cup, il primo posto potrebbe andare al Galles o all’Inghilterra

ph. Reuters

Gli incroci nel ranking mondiale saranno ancora protagonisti del fine settimana ovale, soprattutto sui tre gradini principali del podio. Ci sono infatti due squadre che si daranno battaglia per prendere il primo posto degli All Blacks e provare ad arrivare alla Rugby World Cup da regina di Ovalia: e quelle due squadre giocano l’una contro l’altra.

All Blacks, Galles e Inghilterra: lotta per il numero 1

Come la settimana scorsa, il Galles ha la possibilità di portare a casa la prima posizione nel ranking mondiale se dovesse riuscire a battere l’Inghilterra nel secondo dei due test contro la perfida Albione.

Una nuova possibilità, dopo la sconfitta di domenica scorsa, che non dipenderà dal risultato di Auckland fra All Blacks e Australia: gli All Blacks perderanno in ogni caso la prima posizione se il Galles vincerà.

Se sarà invece l’Inghilterra a prevalere nell’incontro di Cardiff, si apre un maggior numero di possibili combinazioni. Con gli All Blacks vincenti, l’Inghilterra dovrebbe battere il Galles con uno scarto superiore ai 15 punti per issarsi fino alla prima posizione al mondo.

Se gli uomini di Steve Hansen dovessero invece perdere o pareggiare perderanno inevitabilmente il gradino più alto, e comparirebbe addirittura un improbabile scenario in cui Dragoni e inglesi impattano al Millenium Stadium e l’Irlanda, attualmente terza nel ranking e lontana dai campi in questo fine settimana, si troverebbe in cima alla classifica.

La Scozia rischia il sorpasso

Più in basso nel ranking, Scozia e Francia giocheranno in casa di quest’ultima per ottenere la settima posizione, attualmente ricoperta da Stuart Hogg e compagni.

Se a Nizza dovesse vincere la Scozia, guadagnerebbe un bel gruzzolo di punti, ma non potrebbe in alcun modo insidiare le posizioni precedenti alla sua. Una vittoria dei Bleus, invece, con qualsiasi scarto, significherebbe passare dall’ottava alla settima posizione.

Intanto, a Pretoria, la sfida fra Argentina e Sudafrica ha un peso molto diverso in termini di ranking per le due squadra: una vittoria degli Springboks con qualsiasi scarto non muoverebbe il loro punteggio, mentre una vittoria dei sudamericani li lancerebbe al nono posto, o addirittura all’ottavo in caso di sconfitta casalinga della Francia.

E l’Italia?

Il match di San Benedetto del Tronto, che vedrà opposte Italia e Russia, non dovrebbe incidere in alcun modo sul ranking mondiale.

L’attesa vittoria degli Azzurri, infatti, non darà beneficio né in termini di posizione né in termini di punteggio. Secondo il meccanismo del ranking, infatti, è troppo il divario di punteggio fra le due squadre perché la più forte delle due possa guadagnare dalla vittoria.

In questo momento l’Italia è 13esima con un punteggio di 72.04, mentre la Russia è ventesima a 64.81.

Una malaugurata sconfitta sabato pomeriggio vedrebbe l’Italia crollare al quindicesimo posto (sedicesimo in caso di più di 15 punti di scarto) e i russi balzare in avanti di due posizioni.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

World Rugby-Scozia: multa pagata e pace fatta

Il Governo ovale e la Federazione britannica chiariscono tutto tramite un comunicato

14 Novembre 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Schalk Brits si ritira, di nuovo

A 38 anni si ritira l'ex Saracens, neo campione del mondo che si era già ritirato nell'estate del 2018

14 Novembre 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Eddie Jones sulla finale mondiale: “Nella mia testa la rivedo ogni giorno”

Il CT dell'Inghilterra è tornato sulla partita persa contro gli Springboks, ammettendo che "mi sembra di vedere la Coppa davanti a me"

12 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La multa per la risposta inglese all’haka è “colpa” di Joe Marler

Il pilone inglese ha raccontato - con la consueta grande personalità - di aver mal interpretato il piano studiato la sera prima del match

9 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Sudafrica: lunghi stop per Handré Pollard e Lood De Jager

Sei settimane ai box per l'apertura. Ben più pesante, invece, il problema del seconda linea

8 Novembre 2019 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Rugby World Cup: Scozia multata di 70mila sterline per la vicenda Hagibis

La federazione minacciò di intentare causa alla federazione internazionale se non si fosse disputata la gara del girone A

7 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019