I Crusaders modificheranno il loro brand dal 2021

È il risultato di un’indagine di mercato commissionata dopo l’attentato di Christchurch. L’attuale logo sarà cambiato già dal prossimo anno

I Crusaders cambieranno il proprio nome né nel 2019 né nel 2020, ma modificheranno il logo per la prossima stagione e rivedranno tutto il loro brand a partire da quest’anno per rinnovarlo nel 2021. Lo hanno comunicato la franchigia rossonera e la NZRU (la Federazione) sabato, in base ai risultati emersi dalla ricerca svolta da un’agenzia esterna sulle opinioni del pubblico e degli stakeholders in merito all’attuale brand dei Crusaders e a un suo eventuale riposizionamento. L’indagine di mercato era stata commissionata da Crusaders e NZRU dopo la strage di Christchurch dello scorso 15 marzo, in cui 50 musulmani sono stati uccisi in due moschee in un attentato.

“Quello che è chiaro è che ci sono visioni contrastanti del nome – ha dichiarato il CEO dei Crusaders, Colin Mansbridge – Un brand è molto più di un nome o di un logo e quest’indagine ci ha dimostrato che sono i valori e la legacy di questo club che sono cari ai nostri fan […] Oggi cominceremo una revisione completa del nostro brand, che riguarderà sia i valori della nostra squadra e la nostra visione generale”.

Tutti i cambiamenti che verranno effettuati saranno annunciati alla fine del 2019, per diventare poi effettivi all’inizio del 2021. Nel frattempo, dal 2020 ci sarà una prima provvisoria revisione del logo, da cui verranno tolti le immagini del cavaliere e della spada.

“Già prima del 15 marzo, i Crusaders avevano segnalato l’intenzione di cambiare il loro brand – ha dichiarato Steve Tew, CEO della Federazione neozelandese – Gli eventi del 15 marzo hanno accelerato questo processo, ma non vogliamo che questa sia la sola risposta a quei tragici fatti”.

“Le agenzie con cui abbiamo lavorato ci hanno raccomandato di prenderci del tempo per farlo bene. Ogni cambiamento deve essere focalizzato al futuro, e non deve essere solo una reazione istintiva. Dal punto di vista esecutivo, il cambio di nome o di brand richiede un tempo significativo”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Gli infiniti viaggi dei Sunwolves

Quanti aerei cambiano i nipponici per le trasferte del Super Rugby? Lo ha riassunto in un tweet Harumichi Tatekawa

18 giugno 2019 Foto e video
item-thumbnail

Cosa è successo nell’ultima giornata del Super Rugby 2019

Alla fine la Nuova Zelanda ha portato ancora quattro squadre ai playoff. E poi la vittoria allo scadere degli Sharks, il ritorno dei Bulls e molto alt...

16 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby 2019: il tabellone dei playoff

Le vittorie di Bulls, Chiefs, Highlanders e Sharks hanno definito i quarti di finale, che inizieranno il prossimo weekend

15 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Malcolm Marx rinnova il contratto e si prende un periodo sabbatico dopo la RWC

Il nuovo contratto tutelerà il giocatore concedendogli sei mesi di pieno recupero

14 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Nehe Milner-Skudder dovrà essere operato per la terza volta

Sempre alla spalla, la stessa già operata nel 2016 e nel 2017. Il trequarti non gioca dallo scorso novembre

11 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Cos’è successo nella penultima giornata di Super Rugby

Jaguares e Brumbies hanno vinto le rispettive Conference. Ancora da decidere gli ultimi slot per i playoff

9 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby