Cosa è rimasto da decidere in Premiership e in Top 14

Il campionato inglese giocherà nel fine settimana il suo ultimo turno, quello francese il penultimo

ph. Action Images/Jason Cairnduff

Top 14 e Premiership, massimi campionati di Francia e Inghilterra, volgono anch’essi verso le fasi finali. Fra sabato e domenica le competizioni disputeranno rispettivamente il penultimo e l’ultimo turno di stagione regolare, prima di dedicarsi alla fase ad eliminazione diretta. Facciamo il punto della situazione su quello che rimane da decidere in questi ultimi incontri.

Premiership: battaglia per l’Europa

L’ultimo turno del massimo campionato inglese vedrà decidersi le squadre classificate fra il quarto e il sesto posto: rimane da assegnare, cioè, l’ultima squadra a staccare un biglietto per i playoff e le due squadre che rimarrano invece fuori dalla lotta per lo scudetto, ma otterranno la possibilità di giocare nella prossima Champions Cup.

Le prime tre posizioni della generale sono infatti presidiate in maniera irraggiungibile da Exeter, Saracens e Gloucester. Solo una brutta sconfitta dei Chiefs in casa contro Northampton, ovvero senza bonus di sorta, e una vittoria dei Saracens con bonus a Worcester potrebbe sancire un ribaltamento dell’ultimo secondo fra la prima e la seconda classificata, andando a modificare quindi l’abbinamento per le semifinali.

Lo scontro fra Chiefs e Saints non è da dare per scontato: gli ospiti hanno di recente ottenuto il quarto posto a spese degli Harlequins e hanno tutte le intenzioni di coronare una bella stagione andando a giocarsi la postseason.

I Quins, da par loro, condurranno la propria lotta da Coventry, dove saranno ospiti dei Wasps: per la squadra di Paul Gustard la necessità di recuperare un punto in classifica su Northampton. Attenzione, però, se le squadre dovessero finire a pari punti la spunterebbero i Saints per il maggior numero di vittorie ottenute. Questo potrebbe accadere in due casi: vittoria di entrambe le squadre, ma bonus offensivo ottenuto solo dai Quins; sconfitta di entrambe le squadre, ma con un punto di bonus in più ottenuto sempre dai londinesi.

Il criterio del maggior numero di vittorie ottenute mette quindi fuori gioco il Bath, che pure potrebbe raggiungere quota 56 punti (quella dei Saints). Troppo poche le 9 vittorie stagionali, rispetto alle 11 del Northampton. Nondimeno la squadra vorrà battere i Leicester Tigers per mantenere il sesto posto che vale la Champions Cup.

Rimangono in agguato, nella speranza di un passo falso da parte di Harlequins e Bath, i Sale Sharks. La matematica non li taglia fuori, ma per Wasps sembrano essere un po’ troppi i risultati da incastrare per sperare in una scalata fino al sesto posto dell’ultimo momento.

Top 14: 160 minuti per decidere i playoff

Diversamente da quanto accade in Inghilterra, il campionato francese manda ai playoff le prime sei squadre della classifica generale, in maniera simile a quanto accade nel Pro14. Le squadre che finiscono prima e seconda, infatti, attenderanno in semifinale le vincenti dei barrages fra la terza e la sesta, e la quarta e la quinta.

Se i giochi per le prime due posizioni sono ormai fatti, con Tolosa e Clermont dominatrici della stagione regolare, ai gradini inferiori rimane ancora tutto da giocare.

Dietro la coppia di testa, c’è il Lione ad occupare il terzo gradino del podio, che dovrà difendere sin da subito nello scontro diretto con La Rochelle, quarta, che si disputerà questo sabato. E attenzione, perché Castres e Racing 92 sono immediatamente dietro.

La quinta e la sesta squadra della classifica avranno anche un finale piuttosto facile, affrontando entrambe l’Agen già salvo e, rispettivamente, il Tolone (che non ha nulla da chiedere alla stagione) e il Perpignan (già retrocesso).

Domenica all’ora di pranzo, intanto, si decide chi, fra Montpellier e Stade Français avrà a disposizione un’ultima possibilità per agganciare i playoff: la settima e l’ottava si sfidano, chi perde sarà ormai fuori dai giochi sia per la Champions che per i barrage.

classifica top 14 top14

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Premiership: tutto quello che è successo nell’undicesimo turno

Exeter allunga in vetta demolendo Northampton. Sensazionale partita di Ollie Hassel-Collins, decisivo per i suoi London Irish

25 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Ben Franks si ritirerà al termine della stagione

Il 35enne pilone dirà stop al rugby professionistico. Chiuderà con i Saints dopo aver alzato due Coppe del Mondo e due trofei del Super Rugby

25 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Top14: Bordeaux inarrestabile, La Rochelle torna alla vittoria

Riviviamo la giornata del massimo torneo francese attraverso la rubrica 'parole e numeri'

25 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14 – Bordeaux si prende la vetta, respira lo Stade Français.

Sergio Parisse inserito nel XV della settimana e grande protagonista nella vittoria di Tolone su Brive

18 Febbraio 2020 Emisfero Nord
item-thumbnail

Premiership: tutto quello che è successo nel decimo turno

Bella prova di Braley e Polledri contro la capolista, col terza linea che è anche andato a segno. Minozzi a riposo negli Wasps sconfitti a Leicester

17 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership: Polledri entra e segna, ma non basta a Gloucester

Contro Exeter, l'azzurro gioca 20' e marca una meta. Campo anche per Braley

15 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership