Top 12: le dichiarazioni dopo Calvisano-Valorugby

Massimo Brunello plaude i suoi per il grande secondo tempo. Mirko Amenta sottolinea l’ottima stagione dei Diavoli

ph. Luca Sighinolfi

Trentotto punti segnati nel secondo tempo, sesta finale consecutiva, una maturità notevole – come rimarca spesso il capitano Alberto Chiesa – e la possibilità di giocarsi tra le mura di casa l’89° Scudetto. Il Calvisano ha travolto 41-3 un Valorugby impotente nella ripresa della semifinale di ritorno del Top 12, dopo dei primi quaranta minuti giocati invece alla pari.

Una dimostrazione di superiorità netta e inequivocabile. “È un risultato che parla chiaro, messo a segno dopo un primo tempo nel quale abbiamo sofferto la grande resistenza di Valorugby – ha dichiarato Massimo Brunello a Brescia Oggi – Dovevamo concretizzare la mole di lavoro costruita. Siamo entrati in campo determinati a chiudere subito la contesa, ma siamo riusciti a prendere il largo soltanto nel secondo tempo quando la tenuta fisica e mentale reggiana è venuta meno e i ragazzi sono riusciti a giocare più sciolti”.

“Anche nei momenti di equilibrio abbiamo sempre avuto in mano il dominio sul piano fisico, dovevamo soltanto concretizzare il gioco sviluppato” – ha concluso Brunello, che da quando è alla guida del Calvisano (quattro anni) ha sempre conquistato la finale.

Il Valorugby non ha avuto alcun modo di provare a controbattere nel secondo tempo, in cui i reggiani hanno di fatto solo subito l’iniziativa del Calvisano. “Purtroppo nella seconda parte della gara ci sono state quelle due mete facili di Pierre Bruno che ci hanno tagliato le gambe e poi la partita ha fatto il suo corso” – ha detto il numero otto Mirko Amenta alla Gazzetta di Reggio. Il siciliano, in ogni caso, ha ricordato anche il percorso che ha portato i Diavoli alla prima semifinale della loro storia: “Credo che abbiamo portato un livello più alto rispetto alle precedenti stagioni e questo è solo un piccolo passo. Possiamo fare grandi cose, il nostro è un bel progetto, con basi solide e siamo solo all’inizio”.

 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Top 12: il Valorugby ha ingaggiato il 18enne Giulio Bertaccini

Cresciuto nell'Amatori Parma, l'utility back ha giocato in Accademia ed è stato convocato per i Mondiali Under 20

25 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Quattro nazionali Under 20 per Rovigo dalla prossima stagione

Sono Lorenzo Citton, Edoardo Mastandrea, Matteo Moscardi e Davide Ruggeri, tutti impegnati nel Mondiale Under 20 a giugno

24 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12: Alberto Chillon giocherà al Petrarca

Il mediano di mischia torna a Padova dopo 4 stagioni con Rovigo

24 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12: Il Calvisano rinforza la prima linea con Lorenzo Cittadini

Dopo una stagione difficile a Verona l'ex nazionale italiano torna dai Campioni d'Italia, dove ha iniziato la carriera

23 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12: James Ambrosini a Rovigo

I Bersaglieri si assicurano la firma del numero 10 delle Fiamme Oro

23 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Rovigo: quattro giocatori lasciano il club veneto

Alcuni elementi di spicco rodigini cambieranno casacca dalla prossima stagione

22 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12