Marcelo Bosch lascia i Saracens: rimarrà in Inghilterra (ma non dove ci aspettavamo)

A 35 anni il giocatore argentino lascia il rugby professionistico per andare a giocare per un club di quinta divisione inglese: “Mi ricorda il mio Belgrano”

ph. Action Images/Andrew Boyers

Qualche settimana fa il 35enne Marcelo Bosch ha annunciato che avrebbe lasciato i Saracens a fine stagione. Il club inglese e i compagni di squadra hanno tributato all’argentino un saluto sentito e importante, data la rilevanza del centro nelle fortune del club di Londra, dove ha disputato le ultime sei stagioni. Bosch non aveva però lasciato trapelare nulla rispetto al suo prossimo futuro, e in molti si aspettavano che avrebbe firmato per un altro club professionistico.

Nel pomeriggio di giovedì il colpo di scena: con un video diramato via Facebook, Bosch ha annunciato il suo ritorno al rugby amatoriale. Giocherà con il Burton Rugby Club, una società di Midland Premier, la quinta divisione inglese. L’annuncio arriva alla vigilia del weekend che vedrà i Saracens di Bosch cercare la vittoria della Champions Cup contro il Leinster nella finalissima di sabato. La squadra di Londra è inoltre fra le semifinaliste della Premiership inglese, e coltiva quindi la speranza di salutare il suo talento latinoamericano con un doble d’eccezione.


Se apprezzate lo spanglish non vi perdete il video originale dell’annuncio, pubblicato sulla pagina Facebook del Burton Rugby Club
“Attualmente sono un giocatore dei Saracens e lo sono stato per gli ultimi sei anni – ha detto Bosch nel video – Abbiamo la finale di coppa sabato e speriamo di avere un’altra finale in Premiership nel giro di tre settimane.”

“Precedentemente il mio club è stato Biarritz, in Francia, per sette anni, e ancora prima ho giocato in Argentina a livello amatoriale, mentre studiavo. Adesso sono quasi 13 anni che ho lasciato l’Argentina e questa avventura di essere un giocatore di rugby professionista sta arrivando alla fine, ma si poi si aprirà un nuovo capitolo di cui sono entusiasta.”

Marcelo Bosch passa quindi a citare la sua amicizia con Mark Tweedle, l’attuale allenatore del Burton: “Come forse sapete, conosco bene Mark e da ora in poi lavorerò per lui. Mi ha invitato a essere parte del Burton Rugby Club dalla prossima stagione e sono molto felice di farlo. Parlando con lui mi ha raccontato del club e riesco a vedermi in queste vesti per via delle mie esperienze passate.”

“Prima di tutto, perché vengo da un background amatoriale in Argentina, da un club che si chiama Belgrano Athletic, con una storia che comincia da qui, dal Regno Unito. E’ un club antico, nato nel 1896 ed è uno dei quattro club che hanno fondato il rugby argentino. E’ stato il club dove ho cominciato a giocare e dove ho fatto amicizie che durano da una vita.”

“Secondo, i sei anni ai Saracens mi hanno dato modo di toccare con mano la vision di questo club, perché quando sono arrivato i Saracens non erano quello che sono oggi, sempre in competizione per vincere trofei. Ma ho capito come siamo arrivati qui.”

“E’ successo grazie proprio alla visione del club e ai valori che abbiamo, e in qualche modo sono i valori e la visione che ci sono al vostro club [il Burton, appunto]. Per questo mi vedo bene lì e non vedo l’ora di aiutare il club sia come allenatore, che come consulente, e forse come giocatore, se  avrò ancora abbastanza gambe.”

Il ritorno a quello che gli anglosassoni chiamano il grassroots rugby, il rugby di base, è una felice notizia sia per Bosch, che con umiltà e passione si mette a disposizione di un club delle serie inferiori, che per la palla ovale in generale, con la speranza che quello del giocatore argentino diventi un esempio.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Premiership: tutto quello che è successo nell’undicesimo turno

Exeter allunga in vetta demolendo Northampton. Sensazionale partita di Ollie Hassel-Collins, decisivo per i suoi London Irish

25 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Ben Franks si ritirerà al termine della stagione

Il 35enne pilone dirà stop al rugby professionistico. Chiuderà con i Saints dopo aver alzato due Coppe del Mondo e due trofei del Super Rugby

25 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership: tutto quello che è successo nel decimo turno

Bella prova di Braley e Polledri contro la capolista, col terza linea che è anche andato a segno. Minozzi a riposo negli Wasps sconfitti a Leicester

17 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership: Polledri entra e segna, ma non basta a Gloucester

Contro Exeter, l'azzurro gioca 20' e marca una meta. Campo anche per Braley

15 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Saracens: Allianz saluta, ma George sceglie di restare

Lo sponsor abbandona i londinesi dopo otto anni, mentre il tallonatore inglese sceglie di giocare in Premiership il prossimo anno. Decisione con vista...

14 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Dopo nove anni Dai Young lascia la panchina dei Wasps

Tra i sostituti per la panchina degli inglesi si fa anche il nome di Rob Howley, che a giugno potrà tornare a lavorare dopo il ban per le scommesse

12 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership