Champions Cup: Leinster batte Tolosa e vola in finale

Gli irlandesi si impongono 30-12 e potranno così difendere a Newcastle il titolo di campioni d’Europa

ph. Ian Smith/Action Images

Leinster e Tolosa, nel corso del pomeriggio pasquale, si affrontano in un Aviva Stadium ribollente di passione nella seconda semifinale di Heineken Champions Cup, con in palio l’atto conclusivo di Newcastle, al cospetto dei Saracens, vittoriosi ieri su Munster.

Tolosa impatta subito alla grande con la partita, risalendo il campo alla mano in un paio di occasioni nei primi minuti con grande efficacia e prendendosi la prima leadership dell’incontro al 6′, grazie al piede di Ramos, che manda a segno un piazzato, da posizione favorevole, generato da James Ryan (il quale non rotola via dopo il placcaggio), piuttosto falloso in avvio. Leinster risponde con la stessa moneta all’11’: Faumuina non rotola via, portando Barnes a fischiare un penalty centrale, facilmente trasformato in 3 punti da Johnny Sexton.

Leinster inizia a macinare il suo gioco, fatto di multifase corrosivi, ed al 13′ fa la voce grossa per la prima volta nella sfida, imbastendo un eccellente sviluppo offensivo, con l’ovale mosso con straordinaria qualità, sempre sul piede avanzante, prima della decisiva fiammata sull’out sinistro di Lowe, che innescato da perfetto passaggio di Sean O’Brien, brucia Elstadt, il cui placcaggio rallenta solo la corsa del neozelandese, e si invola oltre la linea per la prima marcatura pesante di giornata. Sexton trasforma al 15′, fissando il punteggio sul 10-3.

Leggi anche: Irlanda: Rory Best annuncia il suo ritiro. Avverrà dopo la Rugby World Cup

La pressione locale monta progressivamente, e si fa insostenibile poco dopo il 20′, con Ramos che stoppato da Hensahw, recupera l’ovale in zona rossa, ma i ragazzi di Cullen forzano il turnover. Sugli sviluppi della successiva mischia, al primo punto d’incontro, Richie Gray gioca il pallone da terra, causando penalty e guadagnandosi un cartellino giallo. Leinster decide di andare in rimessa laterale, e la scelta paga i dividendi sperati: il lancio è perfetto, e il carrettino che si genera è debordante, finalizzato da Luke McGrath che schiaccia l’ovale oltre la linea per la seconda meta di Leinster. Sexton converte per il 17-3 al 28′.

La parità numerica si ristabilisce al 30′, quando Tolosa si riporta furiosamente sui 5 metri di Leinster, anche grazie alle cariche di un Ahki ispiratissimo. Bezy allarga un ovale estremamente pericoloso in zona rossa, con Henshaw che per evitare pericoli peggiori interviene con un avanti volontario, raggiungendo Richie Gray nel Sin Bin. Dal penalty generatosi, peraltro, Tolosa raccoglie altri 3 preziosi punticini con Ramos, che piazza per il 17-6, punteggio con cui si va alla pausa lunga, visto che la meta a tempo scaduto di Lowe, attivato da una splendida distribuzione di Sexton ed Henshaw, viene giustamente cancellata per un evidente blocco di Jack Conan.

Nella ripresa, Tolosa approccia come nel primo tempo, sporcando per prima il tabellino al 45′, con il piazzato di Ramos (da oltre 40 metri), causato dal placcaggio alto di Ringrose su Dupont, per il 17-9. Esattamente come nei primi 40′, Leinster impiega un attimo ad uscire dai blocchi, ma quando lo fa è semplicemente famelica, ed al 54′, dopo 5′ di pressione asfissiante nei 22 metri di Tolosa, costretta a diversi falli, timbra la terza meta del pomeriggio dublinese. A termine di un multifase corrosivo sui 5 metri, corroborato da una lunga serie di pick’n’go in grado di impegnare in modo pesante e continuo la difesa francese, l’accelerata decisiva arriva con Cian Healy, che quasi sull’out di destra trova l’eccellente angolo di Scott Fardy, che va oltre per il 22-9, con Sexton che trasforma e manda i padroni di casa sopra il doppio break al 55′ (24-9).

Appena prima dell’ora di gioco, su situazione di vantaggio per placcaggio alto di Sexton su Ntamack, Tolosa va ad un passo dalla meta, con Medard che calcia per se stesso alle spalle della linea difensiva irlandese, riprendendosi con un gran guizzo il pallone, il cui possesso, però, è condiviso anche da un difensore di Leinster, che riesce ad annullare la segnatura. Si torna così sul vantaggio, con Ntamack che centra i pali per il 24-12. Al 65′, Leinster risponde con la stessa moneta, con Johnny Sexton che, prima di lasciare il campo, punisce l’indisciplina transalpina, mandando a segno un piazzato centrale per il 27-12.

I ragazzi di Mola non demordono, e provano con tutto quello che resta nel serbatoio a riaprire la partita, ma la difesa di Leinster, anche grazie ad un paio di professional faul ben spesi, è imperforabile, con gli irlandesi che segnano anche il piazzato del 30-12 con Byrne, sotto lo striscione del traguardo, archiviando una meritata finale a Newcastle, dove difenderanno il titolo di campioni d’Europa contro i Saracens.

Il tabellino della gara

Leinster: 15 Rob Kearney, 14 Jordan Larmour, 13 Garry Ringrose, 12 Robbie Henshaw, 11 James Lowe, 10 Johnny Sexton (c) 9 Luke McGrath, 8 Jack Conan, 7 Seán O’Brien, 6 Scott Fardy, 5 James Ryan, 4 Devin Toner, 3 Tadhg Furlong, 2 Seán Cronin, 1 Cian Healy
A disposizione: 16 James Tracy, 17 Ed Byrne, 18 Michael Bent, 19 Caelan Doris, 20 Max Deegan, 21 Hugh O’Sullivan, 22 Ross Byrne, 23 Rory O’Loughlin

mete: Lowe (13′), McGrath (26′), Fardy (53′)
trasformazioni: Sexton (15′, 28′, 54′)
punizioni: Sexton (11′, 65′), Byrne (78′)

Tolosa: 15 Thomas Ramos, 14 Yoann Huget, 13 Sofiane Guitoune, 12 Pita Ahki, 11 Cheslin Kolbe, 10 Antoine Dupont, 9 Sébastien Bézy, 8 Jerome Kaino (c), 7 Joe Tekori, 6 Rynhardt Elstadt, 5 Richie Gray, 4 Richie Arnold, 3 Charlie Faumuina, 2 Peato Mauvaka, 1 Clément Castets 
A disposizione: 16 Guillaume Marchand, 17 Cyril Baille, 18 Maks Van Dyk, 19 Selevasio Tolofua, 20 Piula Faasalele, 21 Francois Cros, 22 Romain Ntamack, 23 Maxime Médard

mete:
trasformazioni:
punizioni: Ramos (6′, 31′, 45′), Ntamack (60′)

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

I gironi della Champions Cup 2019/2020

Il Benetton si prende il Leinster, Lione e i Northampton Saints nel girone 1. Girone di ferro per i Saracens

19 giugno 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Leinster: quei tre momenti sui quali recriminare

La finale di Champions Cup è andata meritatamente ai Saracens, ma gli irlandesi hanno sprecato qualche occasione di troppo

13 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Gregariato saraceno: come la Champions Cup è tornata a Londra

Da Barritt a Koch, da Lozowski a Wray. Una vittoria costruita sul lavoro operaio dei volti meno noti

13 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

La festa dei Saracens, i rimpianti del Leinster

Mark McCall elogia i suoi per la reazione nel corso del match. Leo Cullen: "Bisognava sfruttare le occasioni create"

12 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Alex Goode è il giocatore dell’anno per la Champions Cup 2018/2019

È il terzo giocatore dei Saracens a vincere il premio dopo Itoje e Farrell nel 2016 e nel 2017

12 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Champions Cup: I Saracens sono i migliori d’Europa e sono ancora campioni

Finisce 20-10, Sarries dominanti in ogni fase e che hanno saputo approfittare degli errori commessi da Leinster

11 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup