I British & Irish Lions hanno un nuovo presidente. L’obiettivo: trovare l’allenatore per il 2021

Viene dalla Federazione Inglese e ha già vestito la maglia della selezione d’Oltremanica

gatland british & irish lions

ph. Reuters

Jason Leonard è il nuovo chairman dei British  & Irish Lions. L’ex pilone inglese, che può vantare 114 caps con la nazionale del proprio paese e 5 presenze proprio con la selezione britannico-irlandese, sostituirà Tom Grace iniziando a preparare il Tour del 2021, che vedrà la compagine dell’Emisfero Nord misurarsi contro il Sudafrica.

Le parole di Leonard
Sono onorato di essere stato chiamato a guidare i Lions – ha affermato – non vedo l’ora di cominciare a lavorare in vista dell’appuntamento contro gli Springboks: vogliamo che sia un successo dentro e fuori dal campo. Mi sento entusiasta. Voglio ringraziare il mio precedessore per quello che ha fatto auspicandomi di continuare sulla linea delle ultime avventure”.

Un Lions “DOC”
Tom Grace non poteva lasciare i British & Irish Lions in mani migliori, stando ai numeri e alle curiosità che accompagnano il curriculum di Jason Leonard: 5 caps con indosso la maglia rossa per il “Leone” n° 644 della storia del team e tre tour vissuti fra il 1993, 1997 e il 2001.
In generale, vi sono 14 anni di carriera internazionale (1990-2004): conditi magistralmente dal titolo mondiale vinto nel 2003 con Wilkinson e compagni e  quattro Grandi Slam a cavallo fra il nuovo e il vecchio millennio nel periodo che ha visto l’Italia entrare in quello che oggi è il Sei Nazioni.

La scelta dell’allenatore
I titoli, le onorificenze e il passato non si possono  più cambiare, ma nel futuro (non troppo lontano) per Jason Leonard vi sarà subito un aspetto su cui lavorare: quello della scelta dell’allenatore.
Warren Gatland, Eddie Jones, Joe Schmidt, Gregor Townsend o qualcun altro? Scegliere, sondare e capire quale sia l’head coach più adatto ai Lions è forse la cosa più importante per inaugurare al meglio ogni singolo tour, ecco quale sarà il primo vero test della nuova gestione del britannico.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: gli arbitri dei quarti di finale

Definiti i direttori di gara per le quattro sfide iridate del weekend

16 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Francia-Galles: quell’unico, storico, precedente Mondiale macchiato di rosso

Le due compagini si sono affrontate una sola volta nella storia della Coppa del Mondo, in una partita, però, ha lasciato un segno importante nella sto...

16 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019, Inghilterra: Vunipola c’è

Il fondamentale numero 8 ha superato il cruciale test fisico di questo pomeriggio, rendendosi disponibile per il quarto di finale

16 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Slow Motion – Speciale RWC: il dominio tecnico delle Fiji

Abbiamo scelto le tre mete più belle della fase a gironi. Questa di Frank Lomani contro la Georgia è sul gradino più basso del podio

15 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

World Rugby contro la Federazione scozzese

Il governo mondiale intraprenderà azioni legali contro la SRU dopo le dichiarazioni del CEO Mark Dodson prima di Giappone-Scozia

15 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Polledri e Steyn nel top XV di Opta per la fase a gironi

Secondo i dati statistici, Polledri risulta essere addirittura il miglior giocatore del torneo mondiale finora

15 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019