Champions cup: Leinster in semifinale col cuore, 21-18 ad Ulster

Un clamoroso errore di Stockdale al 43′ fa girare la partita

leinster 2019

ph. Reuters

Sarà la Brexit rinviata (per ora), sarà che “Westminster ha fatto un regalo ai tifosi ospiti, che così non hanno avuto bisogno del passaporto per venire”, come ha detto un tifoso fuori dallo stadio, ma l’Aviva Stadium sente la partita e il boato all’ingresso delle due squadre è altissimo. Gli ulstermen sono 18mila e si fanno sentire fin dai primi secondi, la partita si gioca praticamente in campo neutro. Nell’aria dello stadio c’è un senso di rivalità forte. Un senso di orgoglio di due comunità, una irlandese e l’altra decisamente più britannica che, anche per motivi extrasportivi, vogliono superarsi a tutti i costi. Questo sentimento viene trasmesso alle squadre, soprattutto ad Ulster.

Il primo brivido dopo meno di quattro giri di orologio è una mischia a introduzione rossa sui 22 di Leinster: Stockdale viene portato in touche da un placcaggio a tre e Leinster allontana la minaccia, ma per poco. Ringrose commette una rara ingenuità correndo in orizzontale davanti ai pali, il suo calcio viene stoppato da Best e Treadwell è lesto a schiacciare in meta. Cooney trasforma il 7-0.

La reazione di Leinster è rabbiosa: 25 fasi senza tregua né errori nei 22 avversari con cariche a ripetizione, fino a quando Ross Byrne trova il varco e schiaccia. La trasformazione va appena larga: 7-5 Ulster al 12’. Al 15’ brividi per i tifosi ospiti quando Best resta a terra toccandosi la caviglia sinistra. Il capitano è costretto a uscire, applaudito da tutto lo stadio. Al suo posto Herring. Al 18’ Baloucoune manda Byrne in piazzola con un fallo sulla propria linea dei 10 metri ma il calcio va largo. Healy fa la stessa cosa con Cooney, ma dentro la propria linea dei 22: al 22’ Ulster va 10-5.

Punizione per Leinster nei 22 di Ulster: Ruddock ordina di andare in rimessa ma il lancio è un disastro (non dimentichiamo che manca Toner) e Ulster allontana. Rimessa laterale Leinster sulla linea dei 22, due fasi e fallo di Moore sulla linea dei 22, abbastanza centrale: Byrne porta Leinster a -2 quando mancano 9 minuti alla fine del primo tempo. O’Loughlin strappa l’ovale di mano a McCloskey provocando l’in avanti, dalla mischia salta fuori un altro fallo che manda in piazzola Byrne poco oltre la linea dei 10 metri di Ulster: al 35’ Leinster mette il naso avanti, 11-10. Dura però un attimo perché Cooney può riportare i suoi a +2 con una facile punizione sotto i pali per un placcatore che non rotola: 13-11 Ulster al 38’. Con questo punteggio si va negli spogliatoi perché Ulster difende molto bene sull’ultimo attacco dei padroni di casa. A Leinster sono mancati i cinque punti al piede di Byrne ma, soprattutto, la sostanza offensiva degli uomini migliori che mancano: Sexton, Henshaw e Toner. Ulster si è dovuta difendere molto (60% di territorio per Leinster a metà) ma lo ha fatto con ordine e determinazione.

 

Si ricomincia con Ringrose che si fa stoppare un altro calcio nei propri 22; buon per lui che stavolta l’ovale esce sul fondo. Leinster perde una seconda rimessa laterale. Al 45’ Stockdale vola in meta bevendosi due avversari ma al momento di schiacciare lascia cadere l’ovale dalla mano sulla pressione di Dave Kearney e il tmo annulla. È l’episodio che fa girare l’inerzia della partita dalla parte di Leinster. La mischia seguente viene ancora dominate da Leinster. Al 50’ volata di Larmour sulla destra ma dopo alcune fasi un grillotalpa di Cooney ridà l’ovale agli ospiti. Entra Leavy per uno Sean O’Brien apparso lontano dai giorni migliori.

Il lavoro ai fianchi di Leinster, durato 50 minuti, dà il primo frutto al 53’: Conan raccoglie un ovale innocuo sulla linea dei 10 metri ma davanti non ha nessuno. Volata, palla a Adam Byrne (lasciato solo da Stockdale andato a chiudere sulla terza linea) e meta, con la trasformazione di Ross Byrne che porta Leinster 18-13. Ulster non ci sta e inizia a premere nella metà campo avversaria. Impiega quasi 10 minuti a conquistare una punizione sui 20 metri. Decide di andare in rimessa e dopo numerose fasi va in meta con Luke Marshall. Peccato che l’arbitro non abbia visto un nettissimo in avanti poche fasi prima. Oltretutto Cooney non trasforma da posizione favorevole: al 65’ è 18-18.

Al 71’ una maul di Leinster conquista una punizione sui 22 ma molto decentrata. Si decide di calciare, con Byrne che poco prima aveva i crampi: ovale fra i pali, boato e 21-18 Leinster. Byrne esce subito dopo zoppicando, a dimostrazione dell’impresa fatta calciando. Ulster è sfinita e Leinster fa un possesso palla crudele, che fase dopo e metro dopo metro evidenzia che i rossi non ne hanno più. I boys in blue tengono l’ovale per 40 fasi (!) dal 74’ alla sirena ed esultano, fra le lacrime dei tifosi ospiti e quelle di Stockdale alla fine. È il suo errore al 43’ che ha fatto girare la partita e che manda Leinster in semifinale.

Leinster: 15 Jordan Larmour, 14 Adam Byrne, 13 Garry Ringrose, 12 Rory O’Loughlin, 11 Dave Kearney, 10 Ross Byrne, 9 Luke McGrath, 8 Jack Conan, 7 Seán O’Brien, 6 Rhys Ruddock (c), 5 James Ryan, 4 Scott Fardy, 3 Tadhg Furlong, 2 Seán Cronin, 1 Cian Healy
A disposizione: 16 James Tracy, 17 Ed Byrne, 18 Andrew Porter, 19 Mick Kearney, 20 Dan Leavy, 21 Jamison Gibson-Park, 22 Noel Reid, 23 Rob Kearney

Marcatori Leinster

Mete: Ross Byrne (11′), Adam Byrne (54′)

Trasformazioni: Ross Byrne (55′)

Punizioni: Ross Byrne (31′, 35′)

Ulster: 15 Michael Lowry, 14 Robert Baloucoune, 13 Darren Cave, 12 Stuart McCloskey, 11 Jacob Stockdale, 10 Billy Burns, 9 John Cooney, 8 Marcelle Coetzee, 7 Jordi Murphy, 6 Nick Timoney, 5 Kieran Treadwell, 4 Iain Henderson, 3 Marty Moore, 2 Rory Best (c), 1 Eric O’Sullivan
A disposizione: 16 Rob Herring, 17 Andy Warwick, 18 Wiehahn Herbst, 19 Alan O’Connor, 20 Sean Reidy, 21 Dave Shanahan, 22 Luke Marshall, 23 Angus Kernohan

Marcatori Ulster

Mete: Kieran Treadwell (6′), Luke Marshall (64′)

Trasformazioni: John Cooney (7′)

Punizioni: John Cooney (22′, 38′)

Damiano Vezzosi

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Champions Cup: il Leinster che ospita il Benetton

Sexton guida una squadra che si presenterà alla RDS Arena con la miglior formazione possibile

15 Novembre 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Benetton Rugby: la formazione per l’esordio in Champions Cup con Leinster

Kieran Crowley sceglie Ian Keatley in cabina di regia. Assenti Monty Ioane e Ratuva Tavuyara

15 Novembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Champions Cup: il Benetton Rugby in diretta su DAZN

Si parte sabato 16 novembre, con la trasferta di Dublino contro Leintser

15 Novembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Champions Cup, prima giornata: istruzioni per l’uso

Venti squadre a caccia della venticinquesima edizione della coppa più ambita del continente

15 Novembre 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Heineken Champions Cup: presentata a Cardiff l’edizione ’19/’20. Il Benetton Rugby è pronto a lottare

I Leoni esordiranno sabato 16 novembre, a Dublino, contro Leinster

7 Novembre 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Champions Cup: ufficializzato il calendario del Benetton Rugby

Il club veneto esordirà nella massima competizione continentale per club facendo visita al Leinster

23 Agosto 2019 Coppe Europee / Champions Cup