Sei Nazioni 2019: la formazione della Francia che sfida l’Italia all’Olimpico

Il tecnico transalpino ha scelto i 23 per l’ultima sfida del torneo

mathieu bastareaud

ph. Reuters

Jacques Brunel ha scelto la formazione della Francia che sabato – allo stadio Olimpico – affronterà l’Italia nell’ultima partita del Sei Nazioni 2019. Rispetto alla sconfitta maturata a Dublino per mano dell’Irlanda non mancano i cambi: Medard, ad esempio, sostituisce Ramos (che andrà in panchina) come estremo, mentre la novità assoluta fra i trequarti sarà segnata dal rientro di Fofana come primo centro accanto al confermato Bastareaud, con Penaud e Huget alle ali e la coppia Ntamack-Dupont in mediana. Fra i trequarti i punti fermi rimangono Picamoles da numero 8, Lambey in seconda linea, Bamba e capitan Guirado davanti a tutti, gli avvicendamenti invece riguardano Camara e Aldritt in terza linea, Willemse in seconda e il pilone Falgoux nel terzo più avanzato.
In panchina, fra gli altri, da segnalare le presenze di Gabrillagues e soprattutto di Camille Lopez, reinserito nella lista dei 23 dopo due partite viste dalla tribuna, a differenza del compagno di nazionale e di club (a Clermont) Parra.
Italia – Francia sarà trasmessa da DMAX (canale 52 DDT) e in diretta streaming su OnRugby, sabato 16 marzo alle ore 13.30 Circa mezzora prima del kick off pubblicheremo un’apposita notizia contenente il player per vedere e commentare i tre match del pomeriggio.

Francia
15 Medard
14 Penaud
13 Bastareaud
12 Fofana
11 Huget
10 Ntamack
9 Dupont
8 Picamoles
7 Camara
6 Alldritt
5 Willemse
4 Lambey
3 Bamba
2 Guirado (cap)
1 Falgoux

A disposizione:
16 Chat
17 Priso
18 Aldegheri
19 Gabrillagues
20 Iturria
21 Serin
22 Lopez
23 Ramos

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento

item-thumbnail

Le avventure di Russellberry Finn

Sabato abbiamo visto di cosa può essere capace la Scozia quando il suo 10 è in stato di grazia

item-thumbnail

Sei Nazioni : il calendario e gli orari delle edizioni 2020 e 2021

L'Italia aprirà la sua avventura post Mondiale contro il Galles, a Cardiff, l'1 febbraio 2020

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: il XV del Torneo secondo OnRugby

Abbiamo provato a scegliere i migliori di questa edizione del Torneo