Top 12: Rovigo travolge le Fiamme Oro, ok le altre big

In zona salvezza non cambia nulla. Vittorie anche per San Donà e Viadana, in rimonta sui Medicei

rovigo top 12 odiete

ph. Ettore Griffoni

Si è conclusa la 17esima giornata del Top 12, che non ha visto grandi cambiamenti di classifica né nella zona alta né in zona retrocessione.

La cronaca di Rovigo-Fiamme Oro

La prima azione interessante è del Rovigo, con uno dei loro caratteristici contrattacchi portati avanti prima da Barion e poi da Vian, che però non porta a un nulla di fatto. Le Fiamme Oro rispondono poco più tardi con un bel break di Biondelli in mezzo al campo, che si conclude con un fallo del Rovigo e con i primi tre punti segnati proprio dal giovane trequarti cremisi, oggi all’apertura.

Al 13′ però sono i Bersaglieri a centrare il bersaglio grosso: da penaltouche, i rossoblu penetrano con la rolling maul e poi vincono tutte le collisioni con i pick&go, fino a segnare con Majstorovic. Pochi minuti più tardi, il numero 13 si ripete: su una situazione apparentemente di stallo, prova un calcetto a seguire che scavalca in maniera beffarda Bacchetti sul rimbalzo; Majstorovic può recuperare l’ovale e schiacciare in meta per il 14-3.

Rovigo è in pieno controllo del match e mantiene quasi sempre il possesso, costringendo più volte al fallo le Fiamme Oro. I rossoblu al 21′ possono sfruttare un’altra penaltouche in posizione favorevole e vanno oltre: Vian si stacca da una maul che non stava più avanzando e va in meta (19-3).

Sul restart, i padroni di casa aprono il gas e infliggono un altro diretto ai poliziotti: Odiete sfugge a quattro uomini e a una difesa troppo pigra, servendo poi Barion all’esterno; l’ala può galoppare fino alla linea di meta e segna la meta del bonus (24-3).

Una prima reazione delle Fiamme Oro arriva al 28′, quando i cremisi vanno prima vicino alla meta con la maul e poi finalizzano con un’azione al largo: Biondelli salta due uomini della difesa rodigina e trova D’Onofrio che schiaccia in meta (24-8). Ma è solo un lampo, perché i Bersaglieri poco dopo sono ancora in attacco e sono ancora pericolosi: da prima fase, al centro del campo, con due offload viene liberato Halvorsen che può marcare la quinta meta. Sul 31-8 finisce anche il primo tempo.

La ripresa si apre con il Rovigo ancora in controllo del match, e che con la consueta voglia di spostare velocemente il pallone e di variare molto il gioco. Al 46′ Nibert forza anche troppo un offload, perdendo l’ovale, ma la fretta di andare in contropiede fa ricambiare subito il favore alle Fiamme Oro: ne approfitta Odiete, che mette in moto le gambe e firma la sesta meta rossoblu dell’incontro.

Il festival di mete continua prima dell’ora di gioco: prima è Chillon ad approfittare di una touche non controllata dalle Fiamme Oro, che regalano il pallone al mediano di mischia rossoblu, poi è un’altra bella azione corale a esaltare il pubblico del Battaglini. Da turnover dentro i propri 22, Cioffi taglia tutto il campo e serve con un offload Vian: il terza linea scambia con Barion e va a segnare la doppietta personale per il 52-8.

I trequarti delle Fiamme Oro cercano di dare un po’ di brio alla manovra ospite, e al 63′ i cremisi trovano la meta con McCarthy. Il seconda linea irlandese è protagonista anche più tardi, dopo una fase interlocutoria del match: dopo un turnover dentro i 22 rodigini, l’irlandese serve a una mano Biondelli per il 52-20.

La partita non offre più spunti degni di nota, almeno fino all’ultimo minuto: Giovanni D’Onofrio semina il panico nella difesa rodigina e segna la doppietta personale, regalando anche un bonus offensivo ai suoi. La vittoria del Rovigo è comunque schiacciante: 52-25.

Le altre partite

Il Calvisano continua a viaggiare al fianco del Rovigo in testa alla classifica, grazie alla vittoria per 35-21 su un Valsugana comunque mai domo. Vittorie esterne per Petrarca e Valorugby: i campioni d’Italia passano sul campo della Lazio 14-24 (senza bonus), mentre i reggiani battono 10-26 il Verona al Payanini Center. In zona salvezza non cambia nulla.

Vittoria importante per il Viadana, che dopo un primo tempo chiuso sul 10-21 dai Medicei rimonta nel secondo tempo e batte i fiorentini 26-21. Dilagante il San Donà, che batte 43-14 il Mogliano (parziale di 28-0 nel primo tempo).

I risultati della 17^ giornata

Rovigo v Fiamme Oro 52-25
Calvisano v Valsugana 35-21
Lazio v Petrarca 14-24
Viadana v Medicei 26-21
Verona v Valorugby 10-26
San Donà v Mogliano 43-14

Classifica: Rovigo e Calvisano 68, Petrarca 63, Valorugby 62, Fiamme Oro 48, Medicei 40, Viadana e San Donà 34, Mogliano 31, Verona 23, Valsugana 19, Lazio 12

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Mogliano: Salvatore Costanzo è il nuovo head coach del club veneto

L'ex Benetton Rugby succede ad Andrea Cavinato

26 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12: il Valorugby ha ingaggiato il 18enne Giulio Bertaccini

Cresciuto nell'Amatori Parma, l'utility back ha giocato in Accademia ed è stato convocato per i Mondiali Under 20

25 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Quattro nazionali Under 20 per Rovigo dalla prossima stagione

Sono Lorenzo Citton, Edoardo Mastandrea, Matteo Moscardi e Davide Ruggeri, tutti impegnati nel Mondiale Under 20 a giugno

24 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12: Alberto Chillon giocherà al Petrarca

Il mediano di mischia torna a Padova dopo 4 stagioni con Rovigo

24 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12: Il Calvisano rinforza la prima linea con Lorenzo Cittadini

Dopo una stagione difficile a Verona l'ex nazionale italiano torna dai Campioni d'Italia, dove ha iniziato la carriera

23 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12: James Ambrosini a Rovigo

I Bersaglieri si assicurano la firma del numero 10 delle Fiamme Oro

23 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12