Top 12: Calvisano senza problemi, Valorugby all’ultimo respiro

I bresciani chiudono la pratica Lazio nei primi venti minuti. Mogliano torna alla vittoria dopo sette sconfitte consecutive

paolo pescetto calvisano

Paolo Pescetto, Calvisano (ph. Massimiliano Carnabuci

Il Calvisano si riporta in vetta al termine della 16esima giornata del Top 12, grazie alla netta vittoria sulla Lazio. Rovigo, che sabato aveva battuto i Medicei a Firenze, viene dunque ripreso al comando, mentre il Valorugby vince al fotofinish contro il Viadana al Mirabello.

Valorugby-Viadana, la cronaca

Al ‘Mirabello’ di Reggio Emilia l’inizio è equilibrato, con il Valorugby che si lascia leggermente preferire e passa in vantaggio con Gennari. Più tardi i padroni di casa conquistano un altro calcio di punizione in mischia, ma Gennari questa volta resta corto. Sul proseguimento dell’azione, i gialloneri forzano un’uscita molto rischiosa dai propri 22 ma se la cavano, pur giocando alla mano dentro la propria area di meta. Al 12′, dopo un’incursione di Di Marco, i reggiani vengono pescati in fallo, ma Ormson è impreciso a sua volta.

L’indisciplina degli emiliani è fin troppo pronunciata in questa fase iniziale, e il Viadana conquista un’ottima penaltouche nei 22 avversari: la maul non va avanti, ma quando i lombardi aprono Ormson è splendido nel lanciare nell’intervallo giusto Menon appena prima di schiantarsi sulla difesa; il trequarti firma così la meta del 3-7 al 16′. Il Valorugby fa fatica a riguadagnare possesso e territorio subito dopo la meta, concedendo altri falli e altri tre punti a Ormson.

Sul restart, un fuorigioco del Viadana permette al Valorugby di accorciare subito le distanze con Gennari, mentre poco più tardi gli emiliani concretizzano la prima grande occasione creata: a metà campo, Amenta fa il break e porta i suoi dentro i 22 viadanesi, l’azione continua fino a quando du Plessis va oltre e opera il sorpasso al 28′ (13-10). All’improvviso l’inerzia del match sembra cambiare e gli emiliani allungano pure sul +6, anche se Ormson ha l’occasione per accorciare poco più tardi e la sfrutta.

Nelle fasi finali del tempo la partita continua a essere piuttosto vivace, ma diversi errori da una parte e dall’altra non garantiscono grande flusso di gioco né da una parte né dall’altra.

A inizio secondo tempo il Viadana punisce ancora l’indisciplina dei reggiani e realizza il 16-16 con Ormson, da posizione oltretutto molto angolata. I mantovani hanno il possesso per la maggior parte del tempo e continuano a mettere pressione nel breakdown, dove gli emiliani concedono un altro fallo: Ormson, dalla lunga distanza ma da posizione centrale, riporta avanti i suoi sul 16-19 al 48′.

A creare un’altra occasione importante però è il Valorugby: Pavan è costretto ad annullare in meta un pallone calciato sulla profondità, da cui gli emiliani provano a mettere pressione prima in mischia e poi con una serie di pick&go, ma senza successo (pallone perso in avanti). Nel cercare il controsorpasso, gli emiliani giocano di più e occupano stabilmente la metà campo viadanese, ma perdendo troppi palloni. Al 70′ poi un altro fallo concede a Ormson un’altra chance da centrocampo: l’argentino è perfetto anche questa volta e realizza il 16-22.

Senza mai entrare nella metà campo del Valorugby, il Viadana si ritrova a +6 ma è costretto a difendersi in trincea, soprattutto quando gli emiliani riescono a impostare una rolling maul sui 5 metri ospiti. I gialloneri sono costretti al fallo e restano in 14, con una mischia sotto i pali da difendere: per Mirko Amenta è fin troppo semplice partire dalla base e andare a marcare quasi indisturbato la meta del 23-22 al minuto 78. Il Viadana prova a riaffacciarsi in attacco, ma il Valorugby gestisce al meglio e chiude la contesa.

Le altre partite

Il Calvisano torna in testa alla classifica battendo la Lazio 45-14. I bresciani chiudono la pratica dopo appena 20′ segnando quattro mete, chiudendo sul 28-0 già il primo tempo; nella ripresa un’altra sfuriata calvina mette all’angolo la Lazio, che poi nell’ultimo quarto d’ora reagisce segnando le mete della consolazione prima con Coronel e poi con Ceballos.

Dopo sette sconfitte consecutive, il Mogliano torna a vincere e lo fa contro il Verona per 21-20. Al ‘Quaggia’ inizia meglio il Verona con la meta di Mortali al 4′, pareggiata da Ferraro al 36′. Pochi istanti dopo, il Verona resta in 14 a causa del cartellino rosso a Lorenzo Cittadini per una reazione fin troppo esacerbata nei confronti di un avversario. La conseguenza è l’immediata marcatura del Mogliano, ancora con Ferraro, mentre il Verona si tiene in vita con i piazzati di McKinney. Al 55′ D’Anna sembra chiudere i conti, ma al 70′ una meta di Rossi riporta gli scaligeri sul -1. Negli ultimi dieci minuti però il Verona non si affaccia più nella metà campo del Mogliano, e quando ne ha l’opportunità perde malamente il pallone in avanti.

I risultati della 16^ giornata

Medicei v Rovigo 23-42
Fiamme Oro v Valsugana 43-31
Petrarca v San Donà 26-7
Calvisano v Lazio 45-14
Mogliano v Verona 21-20
Valorugby v Viadana 23-22

Classifica: Rovigo e Calvisano 63, Petrarca 59, Valorugby 57, Fiamme Oro 47, Medicei 39, Mogliano 31, Viadana 30, San Donà 29, Verona 23, Valsugana 19, Lazio 12

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Top 12: il Valorugby ha ingaggiato il 18enne Giulio Bertaccini

Cresciuto nell'Amatori Parma, l'utility back ha giocato in Accademia ed è stato convocato per i Mondiali Under 20

25 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Quattro nazionali Under 20 per Rovigo dalla prossima stagione

Sono Lorenzo Citton, Edoardo Mastandrea, Matteo Moscardi e Davide Ruggeri, tutti impegnati nel Mondiale Under 20 a giugno

24 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12: Alberto Chillon giocherà al Petrarca

Il mediano di mischia torna a Padova dopo 4 stagioni con Rovigo

24 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12: Il Calvisano rinforza la prima linea con Lorenzo Cittadini

Dopo una stagione difficile a Verona l'ex nazionale italiano torna dai Campioni d'Italia, dove ha iniziato la carriera

23 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12: James Ambrosini a Rovigo

I Bersaglieri si assicurano la firma del numero 10 delle Fiamme Oro

23 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Rovigo: quattro giocatori lasciano il club veneto

Alcuni elementi di spicco rodigini cambieranno casacca dalla prossima stagione

22 maggio 2019 Campionati Italiani / TOP12