I regali della Francia al Galles

Negli ultimi anni sono stati diversi, decisamente troppi. Un video li ha messi insieme

francia galles north huget

ph. Reuters

La tragicomica sequenza di errori francesi che ha permesso al Galles di rimontare da 16-0 al 19-24 è già uno dei punti salienti del Sei Nazioni 2019, a prescindere da come finirà. La palla persa da Huget sulla propria linea di meta e il folle passaggio di Vahaamahina per North non sono però i primi regali dei Bleus ai Dragoni in partite del torneo, visti i precedenti degli ultimi anni.

I transalpini hanno vinto solo una delle ultime otto sfide contro il Galles, e oltre a quella di venerdì sera ne hanno perse almeno un altro paio (anche) a causa di grossolani errori da parte dei propri giocatori: nel 2014 furono Dulin e Doussain a combinarla grossa, seguiti da Plisson nel 2016, dal goffo intervento di Trinh-Duc nel 2017 e per l’appunto da Huget e Vahaamahina di recente. Da sottolineare anche l’onnipresenza di George North in ogni singolo episodio.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Il Sei Nazioni è vicino ad un accordo da 500 milioni di sterline con CVC

la società d’investimento starebbe per acquisire una quota di minoranza (attorno al 15%)

13 luglio 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

“La retrocessione al Sei Nazioni? Per ora è impraticabile”

Lo dice Bill Sweeney, il nuovo CEO della federazione inglese, al debriefing stagionale a Twickenham

14 giugno 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento

item-thumbnail

Le avventure di Russellberry Finn

Sabato abbiamo visto di cosa può essere capace la Scozia quando il suo 10 è in stato di grazia