Challenge Cup: La Rochelle espugna Parma. Zebre battute 10-22

Agli emiliani non basta la meta di Biagi e un ottimo primo tempo

Ph. Luca Sighinolfi

La partita inizia subito con le Zebre in attacco: Canna ha due possibilità di smuovere il punteggio al piede e dopo aver fallito la prima occasione il mediano d’apertura riesce a mandare i suoi sul 3-0. Gli ospiti provano a reagire, ma non riescono a fare male. West dalla piazzola fallisce la trasformazione accendendo sul ribaltamento di fronte la reazione della franchigia parmense che, dopo aver recuperato l’ovale, si scatena con il break di Castello. La corsa del capitano, in collaborazione a quella di Balekana, porta la formazione di Bradley nei ventidue avversari. Meyer allora riceve il pallone e penetra. La difesa de La Rochelle sottrae il pallone al terza linea cercando di ripartire, sul cambio di lato però è il placcaggio di un rapace Castello – su un passaggio avventato di  Doumayrou – a far esplodere l’ovale, che arriva nelle mani di Biagi. Il seconda linea si mette subito in moto spingendo sulle gambe e resistendo a un paio di cariche per andare oltre. E’ meta, con il TMO che convalida e Canna che converte, per il 10-0. 
Al Lanfranchi il match è vivissimo. Le squadre si alternano nel tentativo di trovare la fiammata giusta. Alla mezz’ora è la formazione atlantica a trovare l’attimo giusto per infilarsi nella difesa zebrata. West ispira, Retier rifinisce in maniera indisturbata al largo. Si va sul 10-7.
Non c’è un attimo di respiro, le azioni si susseguono senza sosta, L’ossigeno scarseggia e le compagini iniziano ad allungarsi in maniera indisciplinata. Il team transalpino ricorre a diversi falli per fermare l’avanzata dei rivali, che vuole riallungare nel punteggio. La sfuriata delle Zebre scuote i gialloneri, che però resistono trovando in extremis anche le energie per ripartire e andare a guadagnare – allo scadere del primo tempo – il 10-10, frutto del piazzato messo a referto da West.

 

La ripresa si apre subito con una penalità a favore dei transalpini, con West che ricomincia da dove aveva finito piazzando il calcio del sorpasso ospite sul 10-13. Il nuovo score mina le certezze delle Zebre che, pur operando qualche cambio, diventano piuttosto fallose. Nel quarto d’ora verso lo scoccare dell’ora di gioco, La Rochelle si impossessa deciso del comando delle operazioni appoggiandosi al piede preciso del suo mediano d’apertura per scappare sul 10-19. 
Mbanda e il subentrato Licata provano a suonare la carica in casa emiliana, ma la rete difensiva ospite appare molto più organizzata nel secondo tempo concedendo poco. Il tempo scorre, a differenza della prima frazione di gioco, senza particolari emozioni. Gli ospiti anestetizzano i ritmi controllando lo svolgimento della contesa. Kerr-Barlow è un metronomo impeccabile nella distribuzione dell’ovale per un attacco lento e abrasivo che a cinque minuti dalla fine conquista l’ennesima punizione della seconda parte di gara. West dopo aver commesso un errore dalla piazzola si rimette in carreggiata sistemando il punteggio sul 10-22. Nel finale, non succede più nulla di rilevante. La Rochelle incamera quindi i quattro punti necessari che le servono per accedere ai quarti di finale di Challenge Cup.

 

Zebre: 15 Edoardo Padovani, 14 Paula Balekana, 13 Jamie Elliott, 12 Tommaso Castello (c), 11 Gabriele Di Giulio, 10 Carlo Canna, 9 Joshua Renton, 8 Jimmy Tuivaiti, 7 Johan Meyer, 6 Maxime Mbanda, 5 George Biagi, 4 David Sisi, 3 Dario Chistolini, 2 Luhandre Luus, 1 Andrea Lovotti
A disposizione: 16 Massimo Ceciliani, 17 Daniele Rimpelli, 18 Eduardo Bello, 19 Apisai Tauyavuca, 20 Giovanni Licata, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Tommaso Boni, 23 Francois Brummer

Marcatori Zebre
Mete: George Biagi (10)
Conversioni: Carlo Canna (11)
Punizioni: Carlo Canna (4′)

La Rochelle: 15 Vincent Rattez, 14 Arthur Retiere, 13 Geoffrey Doumayrou, 12 Jérémy Sinzelle, 11 Eliott Roudil, 10 Ihaia West, 9 Tawera Kerr-Barlow, 8 Grégory Alldritt, 7 Kevin Gourdon, 6 Wiaan Liebenberg, 5 Mathieu Tanguy, 4 Romain Sazy (c), 3 Arthur Joly, 2 Pierre Bourgarit, 1 Mike Corbel
A disposizione: 16 Hikairo Forbes, 17 Vincent Pelo, 18 Sila Puafisi, 19 Jone Qovu, 20 Zeno Kieft, 21 Jean-Victor Goillot, 22 Jules Favre, 23 Brieuc Plessis-Couillaud

Marcatori La Rochelle
Mete:  Arthur Retiere (31)
Conversioni: Ihaia West (32)
Punizioni: Ihaia West (32, 43, 52, 57, 75)

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

La vittoria del Connacht elimina il Benetton dalla Challenge Cup

Gli irlandesi rimontano negli ultimi dieci minuti a Bordeaux e condannano i veneti

19 gennaio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

La partita decisiva per il Benetton

Bordeaux-Connacht deciderà il destino dei Leoni: se gli irlandesi non vinceranno, i biancoverdi andranno ai quarti

19 gennaio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: il Benetton domina a Grenoble e vince 7-39

Ottima prestazione dei biancoverdi, che marcano cinque mete. Ma per conoscere il proprio destino bisognerà aspettare sabato pomeriggio

18 gennaio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Zebre Rugby: il XV per chiudere in bellezza con La Rochelle

Ultimo turno di Challenge Cup per i ducali: Canna torna titolare, 8 i cambi rispetto a una settimana fa

18 gennaio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: il Benetton Rugby va a caccia della qualificazione a Grenoble

Ai Leoni serve una vittoria con bonus, per poter attendere speranzosi i risultati del sabato

18 gennaio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Cosa serve al Benetton per passare il turno in Challenge Cup

Con una vittoria a Grenoble, i Leoni dovranno sperare soprattutto nel Bordeaux e in un'eventuale sconfitta del Connacht

14 gennaio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup