Inghilterra: è partita la corsa alla successione di Eddie Jones

Nonostante il contratto fino al 2021, già si rincorrono i nomi per il prossimo head coach della nazionale della Rosa

Ph. Action Images_Henry Browne

“Se dovessi essere onesto, direi che è improbabile. Non voglio farlo, per il momento.

Sono le parole di Rob Baxter, l’head coach di Exeter che ha portato i Chiefs dalle stalle alle stelle nelle ultime stagioni, parlando della successione a Eddie Jones dopo la Rugby World Cup. Già, perché dalle parti di Twickenham è già partita, con un anno di anticipo, la speculazione sul successore dell’attuale commissario tecnico della nazionale.

In lizza ci sarebbero nomi del calibro di Baxter, appunto, ma anche di Mark McCall, l’attuale director of rugby dei Saracens. In corsia tre, risale in maniera curiosa il nome di Warren Gatland, che potrebbe spostarsi da Cardiff a Londra e avrebbe a disposizione un parco giocatori ideale per la sua idea di gioco fatta di linee dirette e grandi impatti. E qualcuno ha citato anche Stuart Lancaster, predecessore di Eddie Jones, come possibile cavallo di ritorno.

Baxter è stato il primo a voler allontanare certe voci: “Ci sono un sacco di ragioni che rendono [il posto di commissario tecnico] attraente, ma al momento quello che la mia vita mi dà qui a Exeter è più importante per me.”

“Ho del lavoro da finire qui con Exeter, mi piace esserne il director of rugby, lavoro con persone che mi piacciono. E’ una situazione divertente, lavoro con giocatori che mi piacciono e voglio vedere dove il club riesce ad arrivare. In più, la mia famiglia si trova benissimo qui e vive al meglio la situazione in cui siamo.”

Da ricordare, peraltro, che a meno di un flop inglese al mondiale, il contratto di Jones è destinato a durare fino al 2021, con il suo successore che entrerebbe nello staff in coabitazione per i primi due anni. Qualcosa che potrebbe essere difficile da gestire con grandi nomi come quello di Gatland, ma potrebbe essere più accettabile per un allenatore giovane, senza nessuna esperienza internazionale.

“Inconterò tutti coloro che sono un potenziale obiettivo per noi e farò una lista basata su questo – ha detto Nigel Melville, CEO ad interim della federazione inglese – Contatteremo tutti i migliori allenatori inglesi. Parleremo con un certo numero di persone che abbiamo messo nel nostro radar. Certamente ci saranno tanti allenatori inglesi in questa lista, e un numero più piccolo di allenatori overseas che potrebbero essere il giusto elemento per noi.”

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Ranking mondiale: l’Irlanda femminile si avvicina alle Azzurre

Le due squadre si affronteranno fra due settimane. Nel maschile la Spagna entra fra le prime venti

11 febbraio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Rugby Europe Championship: la Spagna batte la Russia mondiale

La Romania combatte ma cede alla Georgia, mentre gli Orsi cadono a Madrid

11 febbraio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Test Match femminili: la Spagna batte la Scozia 29-24 a Madrid

La mischia e Patricia Garcia trascinano las Leonas alla vittoria contro le Dark Blues, a due settimane dall'inizio del Sei Nazioni

20 gennaio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Pat Lambie si è ritirato dal rugby a 28 anni

Ha vestito 56 volte la maglia degli Springboks. Le ripetute concussion sarebbero la causa dell'addio

20 gennaio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

British & Irish Lions: Warren Gatland ancora head coach?

Il tecnico neozelandese, che lascerà il Galles dopo la RWC, ha avuto una "chiacchierata informale" con i vertici della selezione

18 gennaio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

World Rugby, Agustin Pichot: “Lavoriamo per la Nations League. I Test Match non riscuotono più interesse”

Il vicepresidente della Federazione Internazionale punta il dito contro i "Paesi tradizionali" di Ovalia volendo un rugby più paritario

11 dicembre 2018 6 Nazioni – Test match / Test Match