All Blacks: e se la percentuale ai pali di Barrett fosse colpa del pallone?

Una analisi statistica ha rivelato una tendenza forse un po’ scomoda dell’apertura neozelandese

ph. Sebastiano Pessina

Beauden Barrett è un giocatore clamoroso. Ha vinto meritatamente due titoli consecutivi di giocatore dell’anno nel 2017 e nel 2016, e merita di stare nell’Olimpo della palla ovale. Se dobbiamo trovargli un difetto, però, il dieci degli All Blacks è a volte impreciso quando si tratta di presentarsi dalla piazzola e trovare i pali.

Un neo che agli All Blacks è costato qualche paturnia di troppo (leggi sconfitta contro gli Springboks), e a causa del quale Barrett è stato molto criticato, nonostante le sue altre sovrumane qualità.

Secondo quanto scovato da Ben Smith di RugbyPass, potrebbe trattarsi di una questione di pallone. Già, perché Barrett ha calciato, durante il 2018, solamente con due tipi di palloni diversi: alcuni marca Gilbert, altri marca Adidas, lo sponsor tecnico ufficiale degli All Blacks che fornisce tutto il materiale alla squadra nazionale neozelandese, ivi compresi i palloni per le gare in casa.

Esito dell’indagine statistica: nel 2018, Barrett ha calciato l’81,8% con palloni Gilbert, mentre nei tre match casalinghi presi in considerazione da Smith (un campione piccolo ma già rappresentativo) ha calciato appena il 54,5%, una percentuale ben al di sotto dell’accettabile per il livello internazionale.

Se andiamo a vedere dati statistici passati, in riferimento alle stagioni scorse, il divario fra Gilbert e Adidas rimane costante, anche se si attesta su una cifra inferiore ai dieci punti percentuali (nel 2016, rispettivamente 72,7% e 67,5% di calci realizzati; nel 2017, 86,6% contro 77,7%).

Potrebbe incidere su questo il fatto che la Gilbert sia il principale fornitore tecnico del Super Rugby, e quindi anche la marca di palloni con la quale Barrett si allena di più. E per un giocatore di questo livello, questi dettagli possono fare tutta la differenza del mondo.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Super Rugby: ora è ufficiale. Dal 2021 saranno 14 le partecipanti, non ci saranno i Sunwolves

Nel comunicato Sanzaar si spiegano le ragioni di questa scelta e il nuovo format del torneo

22 marzo 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby: i Crusaders non cambieranno nome al momento

La franchigia neozelandese ritiene che la questione necessiti di un fisiologico tempo per rifletterne

21 marzo 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby: dal 2021 ci saranno solo 14 squadre. I Sunwolves dovrebbero essere esclusi

La franchigia giapponese non sembra aver riscosso nè l'interesse nè i risultati attesi dalla SANZAAR

20 marzo 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby: parole e numeri di un turno particolare

Il dramma di Christchurch ha portato alla cancellazione di Highlanders-Crusaders. I Chiefs hanno interrotto la striscia negativa

18 marzo 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby: i risultati della quarta giornata

Cosa è successo nel campionato australe, dove hanno vinto soltanto le squadre che giocavano in casa

10 marzo 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

All Blacks: Kieran Read lascerà la Nuova Zelanda al termine della stagione 2019

Il terza linea dei Crusaders, dal prossimo anno, giocherà con il club nipponico Toyota Verblitz

6 marzo 2019 Emisfero Sud / Super Rugby