Jonathan Sexton è stato eletto miglior giocatore del 2018

A Montecarlo l’Irlanda fa incetta di premi ai World Rugby Awards. La meta più bella è di Brodie Retallick in Australia-All Blacks

irlanda

ph. Sebastiano Pessina

A Montecarlo sono stati assegnati i World Rugby Awards 2018, gli “Oscar” della palla ovale organizzati dalla Federazione internazionale. Nel Principato, a fare incetta di premi è stata l’Irlanda, reduce da un’annata con 11 vittorie su 12 partite, dal Grande Slam nel Sei Nazioni e dalla vittoria contro gli All Blacks due settimane fa.

La nazionale ha vinto il premio come miglior squadra, ritirato da Rory Best; Joe Schmidt è stato scelto come allenatore dell’anno, mentre Jonathan Sexton è stato eletto miglior giocatore del 2018, superando la concorrenza di Beauden Barrett e Rieko Ioane (Nuova Zelanda) e Faf de Klerk e Malcolm Marx (Sudafrica). Il mediano d’apertura è stato uno dei pilastri della squadra nel corso dell’anno, a partire dallo straordinario drop con cui ha deciso la partita d’apertura del Sei Nazioni a Parigi contro la Francia.

Al femminile, è stata eletta come miglior giocatrice dell’anno Jessy Trémoulière, estremo della Francia che ha vinto il Sei Nazioni con il Grand Chelem e battuto le Black Ferns a novembre. Trémoulière ha battuto la concorrenza delle connazionali Pauline Bourdon, Gaëlle Hermet, Safi N’Diaye e della neozelandese Fiao’o Fa’amausili.

Tra gli uomini, il giocatore rivelazione dell’anno è stato il sudafricano Aphiwe Dyantyi, autore di 6 mete nelle sue prime 13 presenze in maglia Springboks. Dyantyi ha superato l’irlandese Jordan Larmour e l’All Black Karl Tu’inukuafe.

Come meta più bella dell’anno, è stata scelta quella di Brodie Retallick contro l’Australia. La marcatura dell’All Black, arrivata al termine di un lungo contrattacco neozelandese culminato con una bella finta del seconda linea, ha battuto le candidature di Sean Maitland (Scozia-Inghilterra) e di CJ Stander (Irlanda-Inghilterra).

Il premio di miglior arbitro è stato assegnato all’australiano Angus Gardner, mentre nel Sevens i premi di miglior giocatore e miglior giocatrice sono andati allo statunitense Perry Baker e alla neozelandese Michaela Blyde.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Bingham Cup Roma 2024: presentata l’XI edizione del torneo LGBTQIA+

Dal 23 al 26 maggio quattro giorni di partite nella Capitale per il campionato di rugby amatoriale inclusivo

17 Maggio 2024 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Il pensiero del pilone Ben Tameifuna sulle modifiche al regolamento

La prima linea del Bordeaux-Begles sostiene la "causa" della mischia

16 Maggio 2024 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Rugby rende effettive 3 modifiche al regolamento da luglio

Modificato il fuorigioco in gioco aperto, eliminata l'opzione "mischia" su calcio libero e bandito il "Crocodile roll". Annunciate anche sei ulteriori...

10 Maggio 2024 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Rugby semplifica e chiarisce le regole intorno al cartellino rosso

Il governo mondiale ovale si concentra sulle sanzioni lasciando la porta aperta all'espulsioni a tempo

10 Maggio 2024 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Gianluca Gnecchi arbitrerà alle Olimpiadi di Parigi 2024

L'arbitro italiano è stato incluso nel gruppo di direttori di gara per il torneo Sevens a cinque cerchi

9 Maggio 2024 Rugby Mondiale
item-thumbnail

HSBC SVNS 2024: sorteggiati le pool del gran finale di Madrid

Ultimo atto per le migliori 16 squadre al mondo nella capitale spagnola