All Blacks, Steve Hansen calma gli animi: “E’ ora il momento di essere convinti”

Le sconfitte dei neozelandesi portano sempre grande bufera in patria, ma il coach cerca di rimanere agganciato alla realtà

hansen

ph. Reuters

“E’ in momenti come questo, quando ci sono alcune avversità, che dobbiamo mettere le nostre vele al vento ed essere forti nelle nostre convinzioni su dove stiamo andando.”

A parlare è Steve Hansen, head coach degli All Blacks, all’indomani della sconfitta di Dublino. In patria, le poche sconfitte della nazionale vengono sempre digerite in maniera difficoltosa, e la pressione di stampa e tifosi per una squadra che vinca costantemente sono incredibili, tanto che una sconfitta arriva immediatamente a minacciare la serenità della squadra in maglia nera.

Forse per questo motivo, il tecnico kiwi ha scelto di spiegare la propria strada e il modo in cui intende lavorare per i prossimi dieci mesi per assicurare di arrivare alla RWC 2019 pronti per conquistare la terza affermazione consecutiva.

“La realtà attuale è che quello che è accaduto deve essere analizzato. Ci sono alcune cose da aggiustare immediatamente, e altre sulle quali dobbiamo continuare a lavorare. Sappiamo da un po’ di tempo che c’è qualcosa nel nostro gioco che non sta andando al posto giusto, ma siamo fiduciosi che lo aggiusteremo. Abbiamo solo bisogno di un po’ di tempo.”

Un Hansen, quello apparso davanti ai microfoni, come sempre schietto e onesto, ma anche insolitamente fiducioso, che dimostra di alternare carota e bastona in maniera inversamente proporzionale al risultato positivo o negativo di una partita.

“Abbiamo provato a cambiare un po’ il modo in cui vogliamo giocare e siamo ancora a metà strada fra la vecchia e la nuova strada. Nono riusciremo ad aggiustare le cose in una settimana, ma quando le aggiusteremo vedremo dei grandi miglioramenti.”

“Sono già abbastanza contento dei progressi fatti. Vorrei che arrivassimo al traguardo un po’ più rapidamente di quello che stiamo facendo? Beh, sì, ma non lo abbiamo fatto, e questa è la realtà dei fatti.”

Intanto a Roma ci saranno sicuramente molti cambiamenti nel XV in maglia nera, anche se indiscrezioni vogliono Kieran Read essere nuovamente della partita, con la fascia di capitano al braccio.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

La Spagna non è mai stata così in alto nel ranking mondiale

I Leones sono reduci da un brillante tour in Sud America, dove hanno battuto nettamente anche l'Uruguay

item-thumbnail

Il Portogallo torna nel Rugby Europe Championship

Nel playoff contro la Germania, i lusitani hanno espugnato Francoforte conquistando la promozione nella massima serie

item-thumbnail

Warren Gatland sfiderà il Galles alla guida dei Barbarians

Al Principality Stadium di Cardiff, il 30 novembre, si terrà una doppia sfida Galles-Barbarians sulla fasariga di quanto accaduto a Twickenham, con l'...

item-thumbnail

L’Inghilterra ha vinto le due sfide contro i Barbarians

Vittoria netta per le donne. Selezione maschile trascinata da Alex Dombrandt e Marcus Smith (26 punti)

item-thumbnail

Inghilterra-Barbarians, doppia sfida a Twickenham

La selezione femminile affronterà per la prima volta quella inglese. A seguire, spazio agli uomini con tante stelle in campo

item-thumbnail

La rosa definitiva dei Barbarians per la sfida contro l’Inghilterra

Pat Lam ha convocato 23 giocatori da nove Paesi e undici club diversi. A Twickenham si gioca il 2 giugno