Mondiali Under 20: la Francia è campione per la prima volta

Inghilterra battuta 33-25 a Bèziers con 28 punti di Carbonel. Il Sudafrica batte la Nuova Zelanda ed è terza, Giappone retrocesso

francia mondiali under 20

ph. World Rugby

La Francia si laurea campione del mondo Under 20 per la prima volta nella storia. A Bèziers, i Bleus hanno la meglio sull’Inghilterra per 33-25 coronando una stagione perfetta dopo la vittoria nel Sei Nazioni a marzo. Per gli inglesi, invece, arriva un altro secondo posto dopo quello nel torneo continentale e nel campionato iridato di un anno fa in Georgia.

La battaglia nelle collisioni e nei punti d’incontro non restituisce l’idea di giocatori ancora Under 20, vista la potenza degli impatti e l’intensità di entrambe le squadre. Possesso e territorio sono soprattutto per l’Inghilterra, che però deve fare i conti con una difesa transalpina superba per riposizionamento e uscite dai blocchi, oltre nella precisione chirurgica dei placcaggi.

I Bleus hanno ben poche occasioni per costruire azioni ragionate, ma in compenso possono contare su una mischia straripante che consente loro di risalire il campo spesso e volentieri. Quando scavalcano la metà campo, poi, i francesi non fanno prigionieri e portano sempre a casa qualcosa con il piede di Carbonel, che tra il 4′ e al 19′ realizza il 6-0.

Nel mezzo, l’Inghilterra fatica a trovare sbocchi offensivi e quando ci riesce al 12′ con Smith e Barassi trova la porta sbarrata da un gran grillotalpa di Woki sui propri 5 metri. Il terza linea transalpino è uno dei più attivi in difesa, ma al 25′ diventa protagonista anche sull’altra metà del campo. Nell’unica sortita sui 5 metri inglesi, la Francia affonda il colpo proprio con Woki, che finalizza il grande lavoro nello stretto e uno splendido offload di Marty.

Poco più tardi Carbonel allunga sul 3-14, ma nel finale i grandi sforzi inglesi in attacco (72% di possesso nel primo tempo) vengono ripagati: è Olowefela a marcare alla bandierina su un passaggio di Hardwick giudicato in linea dalla terna arbitrale. Si va al riposo sull’8-14.

Il leitmotiv non cambia nella ripresa (Carbonel intanto allunga sul +11 dopo pochi minuti), perché l’Inghilterra prova a muovere il pallone e a fare gioco mentre la Francia abbassa la saracinesca e prova a far male soprattutto in ripartenza, quando l’Inghilterra è costretta a calciare per cercare di liberarsi dalla pressione.

I transalpini non creano occasioni pericolose, ma continuano ad avere nella mischia un’arma di distruzione di massa: gli inglesi si piegano ad ogni ingaggio e nel giro di tre minuti concedono due calci di punizioni al pack francese. E Carbonel li converte entrambi per l’8-23. Si entra nell’ultimo quarto di gioco con l’Inghilterra sempre alla ricerca di un buco nel sistema francese, ma il massimo che ottiene sono tre punti con Smith. E che Carbonel annulla subito con un altro piazzato poco dopo.

Solo al 71′ il tallonatore Hayes riesce finalmente a schiacciare oltre i pali per l’Inghilterra dalla corta distanza, ma per i Bleus sembra decisamente troppo tardi (18-26). La pietra tombale sul match, infatti, la mettono i padroni di casa al 74′: Carbonel serve con un grubber delizioso Seguret che segna la meta del 18-33. Gli ultimi minuti sono una passerella, e l’Inghilterra riesce ad accorciare le distanze con Olowofela: la Francia è campione del mondo juniores per la prima volta.

Le altre finali

Nella finale per il terzo e quarto posto, il Sudafrica rimonta lo svantaggio del primo tempo nei confronti della Nuova Zelanda e sale sul gradino più basso del podio (40-30), facendo segnare appena 5 punti ai baby Blacks nel secondo tempo.

Al quinto posto chiude l’Australia, dominante contro l’Argentina per 15-41; detto dell’Italia sconfitta malamente dal Galles per il settimo posto, nella parte bassa del tabellone c’è da registrare la vittoria della Georgia sulla Scozia per 39-31, mentre la lotta per non retrocedere è appannaggio dell’Irlanda. I verdi vincono 39-33 contro il Giappone e si restano nel torneo principale, mentre i nipponici retrocedono nel Trophy.

I risultati delle finali 

Francia v Inghilterra 33-25
Sudafrica v Nuova Zelanda 40-30
Australia v Argentina 41-17
Galles v Italia 34-17
Georgia v Scozia 39-31
Irlanda v Giappone 39-33

Classifica finale: 1. Francia (campione), 2. Inghilterra, 3. Sudafrica, 4. Nuova Zelanda, 5. Australia, 6. Argentina, 7. Galles, 8. Italia, 9. Georgia, 10. Scozia, 11. Irlanda, 12. Giappone (retrocesso nel Trophy)

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

La grande meta del pilone argentino al Mondiale Under 20

Thomas Gallo, pilone sinistro dei Pumitas, ha segnato una meta memorabile per uno del suo ruolo

15 giugno 2019 Foto e video
item-thumbnail

Mondiali Under 20: risultati, classifiche e i tabelloni delle semifinali

Argentina, Australia, Sudafrica e Francia in lotta per il titolo. L'Italia nel mini torneo valido per la permanenza in categoria

13 giugno 2019 Rugby Mondiale / JR Rugby World Cup
item-thumbnail

Mondiale Under 20: l’Irlanda sconfigge l’Italia 38-14 a Santa Fe

I verdi fanno la differenza con un grande primo tempo. Non basta la fiammata azzurra a cavallo tra le due frazioni

12 giugno 2019 Rugby Mondiale / JR Rugby World Cup
item-thumbnail

Mondiale Under 20: Italia-Irlanda e tutta la terza giornata in diretta streaming

Potete seguire su OnRugby tutte le partite. Si comincia alle 15.30 con gli azzurrini, dalle 20.30 Inghilterra-Australia e Sudafrica-Nuova Zelanda

12 giugno 2019 Rugby Mondiale / JR Rugby World Cup
item-thumbnail

Mondiale Under 20: l’Italia cerca continuità contro l’Irlanda

Per gli azzurrini sarà difficile evitare il girone 9°-12° posto, ma offrire un'altra prestazione positiva sarebbe altrettanto importante. Kick-off all...

12 giugno 2019 Rugby Mondiale / JR Rugby World Cup
item-thumbnail

Mondiale Under 20: la situazione dopo la seconda giornata

Definite le gerarchie nelle Pool A e B, grande attesa per il big match nella Pool C della terza giornata