Argentina: il CT Daniel Hourcade ha rassegnato le dimissioni

Decisive le due pesanti sconfitte contro il Galles. Resterà in carica fino alla prossima partita contro la Scozia

ph. Sebastiano Pessina

Daniel Hourcade ha annunciato le sue dimissioni da capo allenatore dell’Argentina. Il 60enne ha comunicato il suo addio nella conferenza stampa successiva al secondo Test Match consecutivo perso malamente dai Pumas contro il Galles, vittorioso nella serie per 10-23 a San Juan e 12-30 a Santa Fe, sabato. Hourcade resterà comunque in carica fino al termine della finestra internazionale, che per l’Argentina si concluderà contro la Scozia la prossima settimana a Resistencia.

Le due sconfitte si inseriscono all’interno di un periodo storico complessivamente difficile per la nazionale, capace di ottenere solo due successi nelle ultime diciassette partite. Le aspettative attorno agli albiceleste, inoltre, erano alte visto il grande momento di forma dei Jaguares nel Super Rugby, diretta espressione dei Pumas: la franchigia era reduce da sei vittorie consecutive nel massimo torneo dell’Emisfero Sud, di cui quattro in trasferta tra Nuova Zelanda e Australia.

Eppure, pur essendo costituita da soli giocatori dei Jaguares, la nazionale non ha saputo traslare i progressi compiuti in campionato anche sulla scena internazionale, dove contro un ottimo Galles si è rivista una squadra inconcludente e fallosa, mai in grado di sfruttare al meglio il proprio potenziale.

“Non ho avuto risposte, il mio messaggio non arriva più alla squadra – ha detto Hourcade in conferenza, dov’era affiancato anche dal presidente federale Marcelo Rodríguez – Il ciclo è finito”.

“Ci assumiamo la responsabilità di questa decisione – ha continuato Hourcade, riferendosi anche al suo staff tecnico – Avevamo già menzionato alla Federazione la possibilità di dimetterci prima dei test di giugno”.

“Voglio sottolineare la generosità con cui questo staff ha lavorato, perché ha dato molto al rugby argentino – ha detto Rodríguez – Ci sono state tappe importanti per il nostro rugby, ma come in ogni processo c’è un ciclo che si chiude. La finestra di giugno era importante, ma i risultati non sono arrivati. Faremo i cambiamenti che dobbiamo fare. Non è una decisione facile […] Stiamo pensando ad alcune opzioni, sia argentine sia straniere”.

Hourcade era stato nominato Commissario Tecnico dell’Argentina prima dei Test Match del novembre 2013, dopo essere stato l’allenatore dell’Argentina Jaguars e del Pampas XV, una formazione impegnata nella Vodacom Cup sudafricana. Nel 2015 ha portato i Pumas alle semifinali della Coppa del Mondo e al quarto posto finale. In 57 partite alla guida della nazionale, Hourcade ha ottenuto 15 successi e 42 sconfitte.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Argentina: Creevy resta fino a fine 2019, Tuculet due anni in più

Ma per il tallonatore potrebbe essere l'ultima stagione in patria, prima di un trasferimento in Francia

19 dicembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Australia: Michael Cheika confermato, al suo fianco arriva un Director of Rugby

Da marzo 2019 Scott Johnson affiancherà l'head coach dei Wallabies, reduci da una stagione con quattro vittorie su nove partite

17 dicembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Il CEO della NZRU ha detto che Joe Schmidt ha rifiutato un posto negli All Blacks

Ma non come head coach: avrebbe dovuto prendere il posto di Wayne Smith lo scorso anno

12 dicembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Le quattro fasi del Deklerkismo

Come nasce, cresce e si sviluppa l'amore incondizionato per il mediano di mischia degli Springboks

11 ottobre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

All Blacks: Sam Cane sarà operato dopo la frattura ad una vertebra

Il terza linea era uscito durante il primo tempo della sfida contro gli Springboks. Per lui è previsto uno stop molto lungo

7 ottobre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

E’ finito il Rugby Championship, evviva il Rugby Championship

L'edizione 2018 è partita in sordina, ma ha finito per regalarci sorprese e colpi di scena

7 ottobre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship