James Slipper sospeso per due mesi dopo due positività alla cocaina

Al pilone è stata inflitta la pena minima per questi casi, poiché il tribunale ha tenuto conto della sua situazione personale

james slipper

ph. Reuters

James Slipper, pilone dei Reds con 86 presenze nei Wallabies, è stato sospeso per due mesi dopo essere stato trovato positivo alla cocaina in due test effettuati a febbraio e marzo. Al 28enne – che ha ricevuto anche una multa di 27.500 dollari australiani – è stata inflitta la pena minima prevista per questi casi, poiché il tribunale ha tenuto in considerazione alcune significative questioni personali legate al giocatore, come ha confermato il CEO della Federazione Raelene Castle.

“Siamo pienamente consapevoli del fatto che James sta attraversando un periodo difficile; stiamo lavorando con lui da febbraio su quest’aspetto – ha detto Castle – Ci stiamo assicurando che James stia ricevendo tutto l’aiuto possibile e il pieno supporto medico. James ha espresso il suo più sincero rimorso per le sue azioni e per aver messo se stesso, il rugby australiano e i Reds in questa situazione molto difficile”.

Lo stesso Slipper, uno dei giocatori con più cap in attività in Nazionale e capitano dei Reds tra il 2015 e il 2017, ha voluto parlare in prima persona dei recenti avvenimenti con un messaggio rilasciato su Twitter: “Sto soffrendo di problemi di depressione da un anno, e sto ricevendo assistenza da qualche mese. Mi hanno detto che recupererò pienamente e in maniera rapida”.

“In nessun caso la mia situazione personale può essere una giustificazione per le mie azioni – ha detto Slipper -, ma riconosco ora che non stavo affrontando questi problemi in maniera opportuna […] Mi prendo tutte le responsabilità per quanto accaduto e mi scuso con la mia famiglia, con i Reds, con la Federazione, con i miei compagni e tutta la squadra”.

“Vorrei ringraziare tutti coloro che mi sono vicini nel mio momento più difficile. Ho intenzione di essere una persona migliore. Non c’è posto per le sostanze illecite nello sport. Vi chiedo di rispettare la mia privacy fino a quando non sarà pronto per rilasciare un commento pubblicamente”.

Slipper è stato quasi sempre utilizzato dal coach Brad Thorn nel corso del Super Rugby 2018, essendo sceso in campo in nove partite (e sempre da titolare) sulle undici giocate dai Reds.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Super Rugby: Tony Brown sarà il coach dei Sunwolves

Il tecnico si impegnerà nella stagione 2019 alla guida della franchigia nipponica

27 settembre 2018 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Ma’a Nonu ai Blues, ancora una volta

A 36 anni il centro ex All Black riparte dalla franchigia di Auckland, dove ha giocato nel 2012 e nel 2014

13 settembre 2018 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Il sistema di conference del Super Rugby non è al servizio del Rugby Championship

Australia e Sudafrica faticano a chiudere il gap con gli All Blacks anche perché le loro franchigie giocano poco contro le neozelandesi

1 settembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Coach Mida: tutto quello che Scott Robertson tocca diventa oro

La carriera del capo allenatore dei Crusaders ha un tasso di successo impressionante, e il futuro sembra serbargliene altro. Lui, però, vuole rimanere...

13 agosto 2018 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Il nuovo allenatore dei Jaguares

Sulla panchina della franchigia sudamericana arriva Gonzalo Quesada, dopo tanti anni passati in Francia

8 agosto 2018 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby: il (sorprendente) XV della stagione scelto dalla SANZAAR

A gran sorpresa, solo 1 Crusader nella formazione ideale del torneo australe

7 agosto 2018 Emisfero Sud / Super Rugby