A cena con Wayne Smith

Il neozelandese è arrivato in Italia ed è ritiro con la nazionale a Montichiari

Ci sono Conor O’Shea, Mike Catt, Giampiero de Carli, Marius Goosen, Luigi Troiani e David Fonzi, ovvero lo staff tecnico al completo più il team manager e il video analyst della Nazionale. Una cena per dare inizio al ritiro di Montichiari (Brescia) dell’Italrugby in vista dei Test Match in Giappone, ma anche per dare il benvenuto nel gruppo azzurro al nuovo “consulente”: Wayne Smith, tornato in Italia dove ha allenato sia il Casale tra il 1986 e il 1988 sia il Benetton Treviso dal 1992 al 1994.

E, come ha sottolineato il CT irlandese nel suo post su Instagram, “It won’t just be the players that will learn from a proper legend of the game” (“Non saranno solo i giocatori ad imparare da una vera e propria leggenda del gioco”). Smith è da sempre considerato come uno degli allenatori che più hanno influenzato il gioco in Nuova Zelanda, pur avendo allenato gli All Blacks da head coach solo in una breve parentesi tra il 2000 e il 2001. Con la nazionale del proprio Paese, invece, ha rivestito prevalentemente il ruolo di assistente (2004-2011 e 2015-2017), prima con Graham Henry e poi con Steve Hansen.

Un post condiviso da Conor O Shea (@conoroshearugby) in data:

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Le mete dell’amichevole tra Benetton e Worcester

Le azioni salienti della prima amichevole dei biancoverdi, persa contro i Warriors a Monigo

12 agosto 2018 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Si è ritirato Jaque Fourie

Ennesimo ritiro di questa stagione ovale: il sudafricano ha attraversato sedici anni di rugby giocato e lascia le scene

10 agosto 2018 Emisfero Sud
item-thumbnail

Super Rugby: le migliori giocate di Richie Mo’unga, MVP della finale

Tutta la classe dell'apertura dei Crusaders condensata in un minuto

8 agosto 2018 Foto e video
item-thumbnail

Super Rugby: gli highlights della finale

Le migliori azioni della vittoria dei Crusaders sui Lions in quel di Christchurch

4 agosto 2018 Foto e video
item-thumbnail

Raddoppia il titolo, raddoppia il balletto

Scott Robertson si è prodotto anche quest'anno in un paio di mosse di breakdance, ma forse ha perso un po' di smalto nel frattempo

4 agosto 2018 Foto e video
item-thumbnail

Il nuovo centro statunitense degli Harlequins

Perso Jamie Roberts gli arlecchini londinesi hanno pensato di rifarsi con Paul Lasike, un numero 12 dalle caratteristiche simili

4 agosto 2018 Foto e video