Benetton Treviso, Amerino Zatta gonfia il petto: “Annata da record”

Il presidente fotografa la stagione appena andata in archivio proiettandosi su un futuro che vuole essere in crescendo

zatta pro12 benetton treviso

ph. Sebastiano Pessina

Undici vittorie nel Pro14 e la consapevolezza di aver fatto qualcosa di storico ma non c’è assolutamente voglia di contemplare i risultati, bensì di ripartire verso nuove emozionanti sfide.
E’ un Amerino Zatta soddisfatto quello che al Corriere del Veneto rilascia una lunga intervista sulla stagione del Benetton Treviso, con la voglia però di raccogliere – se possibile – ancor di più nell’annata 2018/2019: “Il bilancio non può che essere positivo – esordisce – avevamo iniziato l’anno scorso un progetto con l’inserimento di Crowley ed un nuovo staff tecnico: i risultati erano incoraggianti, tanto che abbiamo continuato ad investirci su ottenendo esiti che ci fanno ben sperare per il futuro. Quella appena conclusa – continua – è stata la stagione dei record, anche se qualche partita poteva essere conclusa in maniera più positiva; ma non mi lamento. Dobbiamo mettere un mattoncino alla volta”.

Stuzzicato poi sui temi del futuro, dal mercato alla prossima partecipazione in Challenge Cup, ammette: “Ci saranno delle sorprese in uscita ed in entrata e al termine della stagione dell’Eccellenza annunceremo anche i giocatori che giungeranno da lì. Arriverà, poi, anche qualche nuovo straniero: si tratta di scelte oculate, per non avere poi troppi cambiamenti nel roster. Crediamo in questo gruppo e l’abbiamo dimostrato. Inoltre, la conferma di ossatura solida ci permetterà di iniziare il lavoro non da zero ma da una base su cui poter costruire qualcosa di interessante.
Nella partecipazione alla Challenge Cup – conclude – ci vedo aspetti negativi e positivi. Quelli negativi sono legati alla mancata possibilità di misurarsi in Champions Cup contro le più forti, perchè se è vero che si possono prendere delle batoste, c’è da dire anche che si ha la possibilità di crescere, quelli positivi invece derivano dal fatto che è una competizione in cui ci siamo già cimentati e a cui possiamo provare a fare un pensierino: molto dipenderà però dal girone in cui verremo sorteggiati”.

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Benetton, Zatta furioso: “Contro Munster puniti da 2-3 fischi discutibili”

Il presidente biancoverde: "Vedo il bicchiere mezzo pieno, non do insufficienze a ragazzi che non giocavano da tanto"

item-thumbnail

Benetton, Zanon: “Troppi palloni puliti concessi a Munster”. Lazzaroni: “Playoff alla nostra portata”

Due dei protagonisti del match hanno analizzato la sconfitta in conferenza stampa

item-thumbnail

Benetton, Bortolami: “Certe decisioni cambiano le partite. Sono inc…ato, ma orgoglioso dei ragazzi”

Il tecnico biancoverde: "Izekor il mio player of the match, ma tutti hanno fatto una grande partita"

item-thumbnail

URC, il Munster chiude la striscia positiva del Benetton: 30-40 a Monigo

I Leoni giocano bene in attacco, ma alla distanza vengono schiacciati fisicamente dagli avversari. Punto di bonus offensivo all'80'

item-thumbnail

URC: la preview di Benetton-Munster

Match significativo per la graduatoria di United Rugby Championship

item-thumbnail

URC, Benetton: la formazione per la sfida contro Munster

Bellini-Mendy-Smith l'elettrico triangolo allargato, si rivedono Gallo, Steyn e Piantella