Sei Nazioni 2018: la Francia si è riaccesa

Oltralpe è tornato l’entusiasmo per i Bleus e a confermarlo ci sono anche le parole di Pierre Berbizier

Ph. REUTERS/Regis Duvignau

Le sconfitte di misura prima con Irlanda e Scozia, poi il ritorno alla vittoria contro l’Italia e ora anche l’affermazione contro l’Inghilterra, con il Galles nel mirino.
La Francia ha vissuto in questo Sei Nazioni 2018 un crescendo di emozioni legate anche e soprattutto alla scossa avvenuta a fine dell’anno scorso, quando Guy Novès è stato sostituito in panchina da Jacques Brunel.
Un entusiasmo ritrovato che Oltralpe ha scatenato nuovamente la passione per i Bleus come conferma anche l’autorevole parere di Pierre Berbizier, intervistato da L’Equipe: “A novembre ammetto di aver avuto più di qualche dubbio sulla nazionale – esordisce l’ex commissario tecnico anche dell’Italia, fra l’altro – poi però c’è stato il cambio di allenatore ed evidentemente le cose sono cambiate. Onestamente la vittoria all’Inghilterra non mi ha colpito più di tanto: è sempre una partita diversa e le motivazioni sono altissime, le altre sfide invece sono state giocate al meglio. Ora però voglio vedere cosa succederà a Cardiff, quella sarà una verifica essenziale. 
In generale, ho visto giocatori con grande voglia di lottare. Chi mi ha sorpreso? Guirado lo conoscevo già, mentre Grosso e una terza linea così assortita e complementare mi hanno stupito. Bene anche Bastareaud, che insieme a Machenaud deve diventare uno dei leader della squadra, e Doumayrou come coppia di centri; senza dimenticare Gabrillagues che ha un profilo molto interessante”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Danny Wilson rinuncia ai Wasps e diventa assistant coach della Scozia

L'ex coach dei Cardiff Blues aveva firmato con gli inglesi a dicembre, ma non inizierà nemmeno la sua avventura a Coventry

18 giugno 2018 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni 2018: a Roma un successo organizzativo da record

Ecco i numeri delle due partite casalinghe dell'Olimpico

item-thumbnail

Quanti giocatori sono scesi in campo subito dopo il Sei Nazioni?

Quasi tutti gli eroi del Grande Slam sono rimasti a riposo, a differenza degli inglesi. Solo Parisse e Ghiraldini gli azzurri in campo

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: Galles al secondo posto, fra certezze e dubbi

I Dragoni hanno vinto tutte le partite casalinghe del Torneo, mostrando un gioco a tratti spettacolare, ma il cantiere è ancora aperto

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: è Jacob Stockdale il miglior giocatore del torneo

L'irlandese batte i suoi compagni di squadra. Matteo Minozzi chiude in quinta posizione

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: Scozia, il futuro non è più un’ipotesi

I Dark Blues chiudono al terzo posto un Torneo che può essere il trampolino di lancio per la RWC