Sei Nazioni 2018: un cambio per Eddie Jones in vista della Calcutta Cup

Hughes nel XV titolare, mentre ritorna Joe Marler in panchina dopo aver concluso il periodo di squalifica

ph. Sebastiano Pessina

L’head coach della nazionale inglese Eddie Jones ha annunciato i propri 23 uomini per l’intrigante sfida valevole per l’assegnazione della Calcutta Cup e cruciale per l’inseguimento del titolo da parte dell’Inghilterra, ma anche della Scozia, che non può più permettersi errori.

Fra gli inglesi che scenderanno in campo sabato pomeriggio a Murrayfield c’è un solo cambio rispetto a due settimane fa. Sam Simmonds infatti non è riuscito a recuperare dall’infortunio patito durante la vittoria dell’Inghilterra sul Galles, e viene sostituito da Nathan Hughes, che invece si è finalmente lasciato alle spalle il problema al ginocchio che lo aveva tenuto fuori fino ad oggi.

L’altra novità di giornata rappresenta l’innesto in panchina di Joe Marler. Il pilone degli Harlequins ha terminato la propria squalifica ed è tornato a disposizione di Eddie Jones, che lo ha subito selezionato fra i finishers.

Sarà il cap numero 50 per Joe Launchbury, mentre Dylan Hartley diventerà il secondo giocatore con più caps nella storia dell’Inghilterra, superando Jonny Wilkinson. Hartley raggiungerà quota 92, con Jason Leonard ancora lontano con 114 presenze.

“Siamo molto carichi per questa partita e dovremo essere duri e precisi in difesa per mantenere la pressione sulla squadra scozzese – ha detto Eddie Jones in sede di annuncio – Sono rinomati per il loro attacco, quindi dovremo mettere pressione su di loro e creare opportunità per il nostro attacco attraverso la difesa, e quindi convertire queste opportunità in punti.”

Eddie Jones si è poi soffermato su un paio di giocatori: “Nathan Hughes ha lavorato duro sulla propria forma fisica. Non l’ho mai visto in condizioni migliori quindi non vediamo l’ora di vederlo giocare. Nathan ha un ruolo importante in difesa e per guadagnare momentum in attacco.”

Su Joe Launchbury: “Per qualsiasi giocatore è un traguardo fantastico giocare 50 volte per il proprio paese. Joe ha lavorato duro per migliorare ed è un giocatore molto importante per noi.”

 

 

Inghilterra: 15 Mike Brown, 14 Anthony Watson, 13 Jonathan Joseph, 12 Owen Farrell, 11 Jonny May, 10 George Ford, 9 Danny Care, 8 Nathan Hughes, 7 Chris Robshaw, 6 Courtney Lawes, 5 Maro Itoje, 4 Joe Launchbury, 3 Dan Cole, 2 Dylan Hartley (c), 1 Mako Vunipola
A disposizione: 16 Jamie George, 17 Joe Marler, 18 Harry Williams, 19 George Kruis, 20 Sam Underhill, 21 Richard Wigglesworth, 22 Ben Te’o, 23 Jack Nowell

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: Inghilterra ancora rullo compressore, l’Irlanda si rialza

Red Roses mai in difficoltà contro la Scozia malgrado un altro cartellino rosso, il Galles cade a Cork

14 Aprile 2024 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Due Azzurri nel XV ideale del Sei Nazioni 2024

Reso noto il Team of the Championship, dove l'Irlanda la fa da padrona e l'Italia ha più giocatori dell'Inghilterra

item-thumbnail

Scozia: fiducia in Gregor Townsend, nonostante tutto

Il capo allenatore rimane al suo posto, ma la federazione ha fatto intendere di non essere troppo soddisfatta dell'ultimo Sei Nazioni

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: la classifica dopo il secondo turno, balzo dell’Italia

La vittoria in Irlanda rilancia le Azzurre, e non solo nel ranking

item-thumbnail

Sei Nazioni Femminile: la sanzione disciplinare a Sarah Beckett dell’Inghilterra

La giocatrice inglese si era resa protagonista di un intervento scorretto ai danni di Michela Sillari

item-thumbnail

Sei Nazioni: Lorenzo Pani candidato per la miglior meta del Torneo

Tra le quattro marcature in corsa per il titolo di più bella c'è quella dell'Azzurro contro il Galles